Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalità del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


Tumori pediatrici, nuovi farmaci mirati contro le alterazioni dei geni NTRK, ROS o ALK


Tumori testa-collo: con l'immunoterapia si aumenta la sopravvivenza dei pazienti


Tumore del pancreas: olaparib raddoppia la sopravvivenza libera da malattia in chi ha la mutazione BRCA


Tumore al seno triplo negativo: atezolizumab efficace nelle donne con malattia PD-L1 positiva


Cancro del pancreas, nab paclitaxel in adiuvante migliora la sopravvivenza. Studio APACT


Cancro della prostata metastatico, enzalutamide migliora la sopravvivenza nei pazienti ormono sensibili


Tumore al seno metastatico HER2+: con pertuzumab e trastuzumab una paziente su tre in vita a 8 anni


Tumore della mammella avanzato in donne in premenopausa: ribociclib aumenta la sopravvivenza


Quali sono i fattori che condizionano la crescita del tumore?


Mielofibrosi, fedratinib efficace in un terzo dei pazienti non responsivi a ruxolitinib


Appello di AIOM al Governo, bisogna rinnovare il fondo per i farmaci innovativi


Melanoma metastatico, con ipilimumab e nivolumab a 5 anni vive oltre la metà dei pazienti


Carcinoma squamoso della cute, cemiplimab primo trattamento per le forme avanzate


50 anni di AIL: quali sono stati i maggiori progressi in ematologia?


Quali sono le 3 patologie ematologiche la cui cura è migliorata di più?


Oncologia, la rivoluzione dei farmaci immunoterapici


L'impegno di Bristol-Myers Squibb nella cura del cancro con l'immunoterapia


Ruolo diagnostico della medicina nucleare. Il caso dei tumori neuroendocrini


Novità in medicina nucleare: teragnostica, radiofarmaco per la terapia dei NET


Tumori neuroendocrini, disponibile in Italia un nuovo radiofarmaco a base di lutezio


ARTICOLI

Tumore al seno: all'Istituto Regina Elena individuato nuovo mediatore cellulare

Il gruppo di Oncogenomica Traslazionale dell'Istituto Regina Elena in collaborazione con il Weizmann Institute of Science (Israele) ha pubblicato nell'ultimo numero della prestigiosa rivista scientifica internazionale EMBO Molecular Medicine la recen[...]

Statine possibile scudo contro i tumori

Nuove evidenze su un possibile effetto antitumorale delle statine arrivano da uno studio osservazionale danese appena pubblicato sul New England Journal of Medicine, che evidenzia un’associazione tra l’uso di questi anticolesterolo e una riduzione de[...]

Oncogenetica, svolta nei tumori eredo-familiari di seno e ovaio

Possibilità per le donne di valutare il rischio eredo-familiare di sorgenza di tumori della mammella e dell'ovaio offrendo, alle pazienti a rischio, strategie di prevenzione, diagnosi e terapia. Di questo si è parlato ieri sera a Milano nella confer[...]

Al via il primo master sui Linfomi, oltre 12mila nuovi casi l'anno

Organizzato dall'Università degli Studi di Udine in collaborazione con l'Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” e la Fondazione Italiana Linfomi, il Master di secondo livello su diagnosi e terapia dei pazienti con linfoma si [...]

Ca prostata, sildenafil durante la radioterapia migliora il funzionamento sessuale

In uno studio randomizzato appena presentato al meeting dell'American Society for Radiation Oncology (ASTRO), a Boston, i pazienti affetti da cancro alla prostata sottoposti alla radioterapia che hanno preso sildenafil quotidianamente durante e dopo [...]

Nsclc ALK-positivo, ablazione locale può prolungare la terapia con crizotinib

In un gruppo di pazienti con un tumore al polmone non a piccole cellule (Nsclc) ALK-positivo, l'ablazione locale delle lesioni resistenti ai farmaci ha permesso di raddoppiare il tempo di esposizione a crizotinib, portando a un miglioramento della so[...]

Nsclc inoperabile, bevacizumab più chemioradioterapia causa tossicità

Una tossicità inaccettabile ha vanificato, almeno per ora, il tentativo di integrare l'inibitore dell'angiogenesi bevacizumab nella chemioradioterapia praticata ai pazienti con un tumore al polmone non a piccole cellule (Nsclc) inoperabile. È ciò che[...]

Glioma multiforme, bevacizumab potrebbe ridurre la necrosi da radiazioni

I pazienti che fanno la radioterapia dopo un intervento per un tumore al cervello potrebbero avere meno necrosi tissutale da radiazioni se trattati anche con bevacizumab. Lo evidenzia uno studio retrospettivo della Duke University di Durham, appena p[...]

Glioblastoma, promettente una radioterapia ad alte dosi mirata contro le staminali tumorali

Due studi retrospettivi presentati a Boston, al congresso della Società americana di radiologia oncologica (ASTRO), suggeriscono che nei pazienti con glioblastoma la somministrazione di una radioterapia ad alte dosi nelle zone in cui presumibilmente [...]

Tumore al seno, in UK ogni anno 4mila donne curate in modo eccessivo

Gli screening al seno riducono la mortalità per cancro, ma spesso ci sono anche casi di 'diagnosi eccessiva'. Per ogni vita salvata, ci sono tre donne 'sovra-diagnosticate', che vengono sottoposte a terapie per tumori non pericolosi. E' quanto ha sco[...]

Radio-223 allunga la vita nel ca prostatico ormonoresistente metastatico

Gli uomini con un cancro alla prostata resistente alla castrazione chimica (CRPC) metastatico possono sopravvivere molto più a lungo se trattati con radio-223, un alfa-emittente calciomimetico che colpisce in modo mirato le metastasi ossee. È quanto [...]

Tumori avanzati, troppe attese dalla chemio

La maggior parte dei pazienti con un tumore al polmone o al colon-retto in fase terminale ha aspettative eccessive nei confronti della chemioterapia e non ha così chiaro che il trattamento con tutta probabilità non sarà curativo, ma solo palliativo. [...]

Cancro al polmone: oncologi e patologi alleati nell'era della medicina personalizzata

Grazie a un test eseguito in laboratorio è possibile rilevare l’eventuale mutazione del gene EGFR, coinvolto nella formazione e sviluppo del tumore polmonare non a piccole cellule (NSCLC). Questa importante informazione diagnostica, applicata all’uti[...]

Paclitaxel albumina, bene la fase III nel melanoma metastatico

Sulla rivista ufficiale della Society for Melanoma Research è stato pubblicato l'abstract dello studio di fase III (CA033) condotto con il farmaco a base di nanoparticelle di paclitaxel legate ad albumina in pazienti affetti da melanoma metastatico m[...]

Aspirina nuova target therapy per il ca al colon?

L'aspirina potrebbe essere utile anche per il trattamento di un particolare tipo di cancro del colon-retto, stando ai risultati di uno studio in pubblicazione sul New England Journal of Medicine.

Pomalidomide passa la fase III nel mieloma multiplo pretrattato

I risultati ad interim dello studio di fase III MM-003 indicano che pomalidomide associata a desametasone a basse dosi migliora la sopravvivenza libera da progressione (endpoint primario del trial) e la sopravvivenza globale (endpoint secondario) nei[...]

Carcinoma colorettale non operabile, la radioembolizzazione migliora la sopravvivenza

I risultati di un controllo condotto su coppie appaiate di pazienti con carcinoma colorettale metastatico che colpisce prevalentemente il fegato, per i quali tutte le opzioni di chemioterapia erano state esaurite, hanno dimostrato come l'aggiunta di [...]

Minor rischio di cancro negli anziani con gli integratori multivitaminici

Gli uomini anziani che prendono ogni giorno un integratore multivitaminico hanno un rischio lievemente, ma significativamente, ridotto di sviluppare un tumore. È questa la conclusione di un ampio trial made in Usa appena pubblicato sul Journal of the[...]

Carcinoma a cellule renali, finisce pari il confronto axitinib verso sorafenib

Pfizer ha annunciato i dati di uno studio testa a testa fra axitiib e sorafenib in pazienti con tumore a cellule renali in fase avanzata e naive alla terapia. Si trattava di uno studio di superiorità nel quale, anche se di poco, axitinib non è risult[...]

Ca colon avanzato, 'immunomodulatore MGN1703 frena la progressione

Una terapia di mantenimento con MGN1703, un nuovo immunomodulatore sviluppato dalla biotech tedesca MOLOGEN migliora la sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto al placebo nei pazienti con un tumore del colon-retto metastatico, stando ai r[...]