Oncologia ed Ematologia

VIDEO

3 cose da sapere sul melanoma BRAF-mutato


Melanoma BRAF-mutato, ok Aifa alla terapia adiuvante con dabrafenib-trametinib


Tumore dell'ovaio, non lasciare indietro le pazienti BRCA-, quelle senza la ‘mutazione Jolie'


Tumore dell’ovaio, cambio di marcia grazie agli inibitori di PARP


Il presente e le nuove frontiere della chirurgia per il carcinoma ovarico


Carcinoma ovarico, qual è la realtà italiana?


Tumore del polmone, ok Aifa a nuova indicazione dell’immunoterapia con pembrolizumab


Melanoma, l’Aifa dice sì a pembrolizumab per la terapia adiuvante


Carcinoma uroteliale avanzato, arriva in Italia l'immunoterapia con pembrolizumab


L’impegno di MSD in oncologia, dalla terapia alla prevenzione


Porpora trombotica trombocitopenica: che cos’è, come si scopre?


Porpora trombotica trombocitopenica, come si cura?


Porpora trombotica trombocitopenica, quali sono i bisogni dei pazienti?


Nasce F.A.V.O. Neoplasie Ematologiche, il network di associazioni di pazienti con tumori del sangue


I pazienti ematologici vengono informati adeguatamente sulla loro patologia?


Cosa ne sanno del loro percorso di cura i pazienti di malattie ematologiche?


Biobanche e ruolo dei campioni biologici: un patrimonio per la ricerca in ematologia


Cure domiciliari e cure palliative, serve alleanza tra associazioni di pazienti e istituzioni


Come ridurre la mobilità sanitaria in Italia? Il problema dei pazienti ematologici


Emofilia A: novità terapeutiche, farmaci a lunga durata d'azione e il futuro della ricerca


Emofilia A: perchè è importante personalizzare la terapia


Emofilia A, fattore VIII a lunga durata d'azione riduce sanguinamenti e migliora qualità di vita


ARTICOLI

Melanoma avanzato, vemurafenib migliora la sopravvivenza

Nei pazienti con melanoma metastatico positivo alla mutazione del gene BRAF V600, il trattamento con il BRAF-inibitore vemurafenib ha dimostrato di aumentare notevolmente la sopravvivenza globale e di ritardare la progressione della malattia rispetto[...]

Pemetrexed frena la progressione nel NSCLC non squamoso avanzato

Eli Lilly ha scelto la vetrina del congresso annuale dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO), in corso a Chicago, per presentare i risultati dello studio multicentrico di fase III PARAMOUNT, nel quale pemetrexed (Alimta) come terapia di man[...]

Dall'ASCO conferme per imatinib nei tumori GIST

In occasione del 47a congresso dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO), Novartis ha presentato una serie di nuovi dati che evidenziano significativi miglioramenti, nella percentuale di sopravvivenza libera da recidive come in quella di sopr[...]

Melanoma, con ipilimumab, più sopravvivenza anche nei naive

L’anticorpo monoclonale ipilimumab associato al trattamento chemioterapico tradizionale, la dacarbazina, ha dimostrato di migliorare in maniera significativa la sopravvivenza dei pazienti colpiti da melanoma nella forma metastatica. I dati dello stud[...]

Tumore al seno, rischio ridotto del 65% con exemestane

A Chicago, in occasione dell'ASCO 2011, il 47° Meeting Annuale dell'American Society of Clinical Oncology, sono stati presentati i risultati di uno studio di fase III in cui il farmaco oncologico exemestane ha ridotto del 65% il rischio di sviluppare[...]

Tumore dell’ovaio, bevacizumab migliora del 50% la chemioterapia

All'ASCO sono stati presentati i risultati di OCEANS, uno studio di fase III per la valutazione di bevacizumab in combinazione con la chemioterapia (carboplatino e gemcitabina) seguito dall’uso continuato di bevacizumab in monoterapia in donne affett[...]

Con erlotinib PFS quasi doppia nel ca al polmone con mutazione EGFR

Oggi, in occasione del 47° Meeting annuale ASCO (American Society of Clinical Oncology) che si tiene a Chicago, sono stati presentati i risultati di EURTAC, il primo studio di fase III in pazienti occidentali affetti da una forma geneticamente distin[...]

All'ASCO presentati tre studi di Fase II per l'antitumorale italiano NGR-hTNF

L’italiana MolMed S.p.A. ha annunciato i nuovi dati clinici del farmaco sperimentale NGR-hTNF studiato in tre diversi tipi di neoplasie polmonari, che verranno presentati il 4 giugno a Chicago (USA), nel corso del 47° convegno annuale della American [...]

Vaccino aumenta la risposta al trattamento anti-melanoma

Stimolare una risposta immunitaria contro il cancro resta una sfida. Paiono esserci riusciti, almeno in parte, gli autori di uno studio multicentrico americano, appena pubblicato sul New England Journal of Medicine, in cui l'aggiunta di un vaccino te[...]

Olaparib, nuove promesse nel ca ovarico

Il PARP-inibitore olaparib potrebbe avere un ruolo nel trattamento del carcinoma ovarico. Dopo la delusione dei risultati negativi presentati al congresso ESMO nell'ottobre scorso, a riaccendere le speranze è ora uno studio, nuovamente di fase II, ch[...]

Deferasirox riduce sovraccarico di ferro nella SMD

Il trattamento con il chelante del ferro deferasirox riduce il sovraccarico di ferro e migliora i parametri ematologici nei pazienti con sindrome mielodisplastica (SMD) dipendenti da trasfusione. E' il risultato di una analisi post hoc dello studio [...]

Abiraterone allunga la vita nel ca prostatico avanzato

Negli uomini con tumore alla prostata metastatico resistente alla castrazione chimica e in progressione dopo una chemioterapia con docetaxel, il trattamento con l'inibitore della sintesi degli androgeni abiraterone permette un allungamento della sopr[...]

Romiplostim migliora la conta piastrinica nella SMD

In uno studio presentato durante l'11° International Symposium on Myelodysplastic Syndromes, a Edimburgo, la maggioranza dei pazienti affetti da sindrome mielodisplastica (SMD) e con una bassa conta piastrinica nonostante un precedente trattamento ha[...]

Denosumab ritarda le metastasi ossee nel ca prostatico

Il trattamento con denosumab ha aumentato in modo significativo rispetto al placebo la sopravvivenza libera da metastasi ossee in pazienti con carcinoma della prostata ad alto rischio, in un importante studio di fase III, il trial ‘174, appena presen[...]

Abiraterone aumenta la risposta nel ca alla prostata

Il trattamento con abiraterone aumenta la percentuale di risposta nei pazienti con tumore alla prostata resistente alla castrazione. E' il risultato di uno studio presentato a Washington, in occasione del meeting 2011 dell'American Urological Associa[...]

Ca pancreas, chemio a quattro farmaci allunga la vita

Il regime chemioterapico a quattro farmaci FOLFIRINOX è in grado di prolungare la sopravvivenza in modo significativo in pazienti con adenocarcinoma pancreatico metastatico e un buon performance status.

Sorafenib, benefici nel tumore al seno triplo negativo

Sorafenib, somministrato n combinazione con diversi altri agenti chemioterapici, si è dimostrato attivo in un sottogruppo di pazienti affette da cancro al seno triplo negativo (TNBC), una delle forme più aggressive e difficili da trattare, in due stu[...]

Meno mastectomie con inibitori dell'aromatasi in fase neoadiuvante

Nelle donne con cancro al seno in stadio 2 o 3, l'utilizzo degli inibitori dell'aromatasi in fase neoadiuvante può ridurre le dimensioni del tumore e ridurre le percentuali di mastectomia, a favore di interventi più conservativi. A metterlo in eviden[...]

‘Chemo-brain': buon recupero entro 5 anni, ma migliorare si può

Molti dei pazienti sottoposti a un trapianto di midollo osseo o di cellule staminali del sangue periferico per curare una neoplasia ematologica come una leucemia o un linfoma e di conseguenza alla chemioterapia ad alte dosi necessaria prima e dopo la[...]

Mieloma, conferme per lenalidomide post-trapianto

In occasione dell'International Myeloma Workshop, appena conclusosi a Parigi, sono stati presentati i risultati dello studio di fase III CALGB 100104 nel quale lenalidomide ha migliorato in modo significativo la sopravvivenza globale di pazienti con [...]