Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Melanoma BRAF-mutato, ok Aifa alla terapia adiuvante con dabrafenib-trametinib


Tumore dell'ovaio, non lasciare indietro le pazienti BRCA-, quelle senza la ‘mutazione Jolie'


Tumore dell’ovaio, cambio di marcia grazie agli inibitori di PARP


Il presente e le nuove frontiere della chirurgia per il carcinoma ovarico


Carcinoma ovarico, qual è la realtà italiana?


Tumore del polmone, ok Aifa a nuova indicazione dell’immunoterapia con pembrolizumab


Melanoma, l’Aifa dice sì a pembrolizumab per la terapia adiuvante


Carcinoma uroteliale avanzato, arriva in Italia l'immunoterapia con pembrolizumab


L’impegno di MSD in oncologia, dalla terapia alla prevenzione


Porpora trombotica trombocitopenica: che cos’è, come si scopre?


Porpora trombotica trombocitopenica, come si cura?


Porpora trombotica trombocitopenica, quali sono i bisogni dei pazienti?


Nasce F.A.V.O. Neoplasie Ematologiche, il network di associazioni di pazienti con tumori del sangue


I pazienti ematologici vengono informati adeguatamente sulla loro patologia?


Cosa ne sanno del loro percorso di cura i pazienti di malattie ematologiche?


Biobanche e ruolo dei campioni biologici: un patrimonio per la ricerca in ematologia


Cure domiciliari e cure palliative, serve alleanza tra associazioni di pazienti e istituzioni


Come ridurre la mobilità sanitaria in Italia? Il problema dei pazienti ematologici


Emofilia A: novità terapeutiche, farmaci a lunga durata d'azione e il futuro della ricerca


Emofilia A: perchè è importante personalizzare la terapia


Emofilia A, fattore VIII a lunga durata d'azione riduce sanguinamenti e migliora qualità di vita


Le CAR T-cells nei tumori solidi: mito o realtà?


ARTICOLI

Leucemia linfatica cronica, dati a 4 anni confermano vantaggio della terapia ‘chemo-free' con venetoclax, anche 2 anni dopo lo stop#ASH19

Anche 2 anni dopo averla interrotta, la terapia ‘chemo-free' di durata fissa con venetoclax più rituximab mantiene la sua superiorità ai fini della sopravvivenza rispetto a un regime standard di salvataggio, la doppietta bendamustina più rituximab, n[...]

Mieloma multiplo ricaduto/refrattario, tripletta con venetoclax vantaggiosa, soprattutto in alcuni sottogruppi.#ASH19

Nei pazienti con mieloma multiplo recidivato/refrattario, il trattamento con la tripletta costituita dall’inibitore di BCL2 venetoclax più bortezomib e desametasone permette di ottenere tassi di risposta molto promettenti, specialmente in quelli che [...]

Linfoma di Hodgkin, per brentuximab vedotin beneficio di sopravvivenza confermato anche dopo 4 anni.#ASH19

Nei pazienti con linfoma di Hodgkin classico di nuova diagnosi in stadio avanzato, il regime con il coniugato anticorpo-farmaco brentuximab vedotin aggiunto a una chemioterapia standard a tre farmaci (regime A + AVD) continua a dimostrarsi superiore [...]

Beta-talassemia, con luspatercept minor fabbisogno trasfusionale nei pazienti trasfusione-dipendenti.#ASH19

Il trattamento con luspatercept si conferma efficace nel ridurre in modo duraturo e clinicamente significativo il fabbisogno trasfusionale nella maggior parte dei pazienti adulti con beta-talassemia che richiedono trasfusioni regolari di globuli ross[...]

Mieloma multiplo ricaduto/refrattario, promessa confermata per le CAR T bb21217.#ASH19

Grande interesse al congresso dell'American Society of Hematology (ASH) per i nuovi risultati dello studio di fase 1 CRB-402, che vede protagoniste le CAR T cells anti-BMCA bb21217, una versione migliorata delle CAR T ide-cel (bb2121), sviluppate da [...]

Linfoma a grandi cellule B ricaduto/refrattario, risposte elevate e durature con le CAR T liso-cel.#ASH19

Il trattamento con le CAR T anti-CD19 liso-cel è molto attivo e ha un profilo di sicurezza complessivamente gestibile per i pazienti affetti da un linfoma a grandi cellule B aggressivo ricaduto o refrattario. La conferma arriva dai risultati aggiorna[...]

Mieloma multiplo ricaduto/refrattario, molto promettenti CAR T bispecifiche BM38.#ASH19

Grandi novità quest’anno, al congresso dell’American Society of Hematology (ASH), per il trattamento del mieloma multiplo ricaduto o refrattario con le cellule CAR T. Diversi studi sono stati al centro della scena e, tra questi, anche un trial cinese[...]

Linfoma mantellare, risposta quasi del 100% con le CAR T KTE-X19 di Gilead #ASH19

I pazienti con linfoma mantellare (o linfoma a cellule del mantello) recidivato o refrattario a terapie precedenti possono trarre grande beneficio dal trattamento con le cellule CAR T anti-CD19 KTE-X19. Lo dimostrano i risultati di un'analisi ad inte[...]

Disoccupati dopo il cancro, rischiano di più i maschi poco scolarizzati e i pazienti metastatici. Studio di real life a Piacenza

Ammalarsi di cancro, oltre a minare la salute fisica e psicologica del paziente, può avere un impatto dirompente anche dal punto di vista economico. Lo evidenzia uno studio prospettico italiano, pubblicato di recente sulla rivista Recenti Progressi i[...]

Linfoma diffuso a grandi cellule B, per le CAR T tisagenlecleucel conferme di efficacia anche nella ‘real life’.#ASH19

Per le CAR T tisagenlecleucel arriva una nuova conferma dell'efficacia e sicurezza nella cosiddetta ‘real life’ arriva dai dati di un registro statunitense, CIBMTR-CT, presentati a Orlando durante il 61° congresso dell’American Society of Hematology [...]

Linfoma follicolare, tripletta con polatuzumab vedotin molto promettente per i pazienti recidivati/refrattari.#ASH19

Una nuova tripletta di farmaci, formata dal coniugato anticorpo-farmaco polatuzumab vedotin, l'anticorpo anti-CD20 obinutuzumab e l'immunomodulatore lenalidomide, si è dimostrata molto attiva, inducendo un'alta percentuale di risposte durature, oltre[...]

Linfoma refrattario a grandi cellule B, conferme a 3 anni per axi-cel, le CAR-T di Gilead.#ASH19

La terapia con le CAR T axi-cel per i pazienti con linfoma a grandi cellule B ricaduti/refrattario mantiene la sua efficacia nel tempo. Lo indicano i risultati di un'analisi a 3 anni dello studio registrativo ZUMA-1, presentata al 61° congresso dell'[...]

Leucemia mieloide acuta, combinazione enasidenib-azacitidina aumenta le risposte nei pazienti con mutazioni di IDH2 #ASH19

Nei pazienti con leucemia mieloide acuta di nuova diagnosi, con mutazioni del gene dell’enzima isocitrato deidrogenasi 2 (IDH2), l’aggiunta di enasidenib, un inibitore orale dell’IDH2 mutato, ad azacitidina migliora in modo significativo le percentua[...]

Linfoma follicolare, tripletta con polatuzumab vedotin molto promettente per i pazienti recidivati/refrattari.#ASH19

Una nuova tripletta di farmaci, formata dal coniugato anticorpo-farmaco polatuzumab-vedotin, l'anticorpo anti-CD20 obinutuzumab e l'immunomodulatore lenalidomide, si è dimostrata molto attiva, inducendo un'alta percentuale di risposte durature, oltre[...]

Leucemia mieloide acuta, mantenimento con azacitdina orale allunga la sopravvivenza nell’anziano.#ASH19

I pazienti anziani con leucemia mieloide acuta alla prima remissione hanno ora a disposizione, per la prima volta, una terapia di mantenimento che può migliorare la sopravvivenza, sia quella globale (OS) sia quella libera da recidiva (RFS). Si tratta[...]

Leucemia linfatica cronica, molto attiva e ben tollerata tripletta con acalabrutinib in prima linea.#ASH19

Una tripletta costituita da acalabrutinib, venetoclax e obinutuzumab (AVO) si è dimostrata molto promettente e altamente attiva come terapia di prima linea per i pazienti con leucemia linfatica cronica in uno studio di fase 2 presentato al congresso [...]

Una sola dose di vaccino contro l'HPV fornisce una protezione simile a dosi multiple

Un nuovo studio ha rivelato che un’unica dose del vaccino HPV può prevenire l'infezione da potenziale virus cancerogeno, secondo una ricerca pubblicata su JAMA Network Open dallo University of Texas Health Science Center di Houston (UTHealth).

Google più preciso dei radiologi per la diagnosi del tumore al seno. Studio su Nature

Un giorno non lontano l'intelligenza artificiale potrà se non sostituire perlomeno affiancare il lavoro dei radiologi. I primi dati sono molto incoraggianti. Secondo uno studio appena pubblicato su Nature, un modello di intelligenza artificiale svilu[...]

Leucemia mieloide acuta FLT3+, scoperte mutazioni frequenti nei pazienti ricaduti dopo gilteritinib.#ASH19

I pazienti con leucemia mieloide acuta che hanno avuto una ricaduta dopo essere stati trattati con l’inibitore di FLT3 gilteritinib mostrano comunemente la presenza di mutazioni dei geni del pathway Ras/MAPK e della mutazione F691L del gene FLT3, ma [...]

Mieloma multiplo avanzato, tripletta con daratumumab allontana la progressione.#ASH19

In pazienti con mieloma multiplo recidivato o refrattario, una nuova combinazione di tre agenti – carfilzomib, desametasone e daratumumab (regime KdD) – è risultata superiore alla doppietta carfilzomib più desametasone (regime Kd) in termini sia di s[...]