Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Carcinoma a cellule squamose, che cos'Ŕ e come riconoscerlo in tempo


Carcinoma a cellule squamose, per le forme avanzate nuove possibilitÓ di cura con l'immunoterapia


Melanoma: trattare precocemente con i farmaci immuno-oncologici previene recidive e metastasi


Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma: 50 anni di impegno di AIL


Sindromi mielodisplastiche: quali sono le possibilitÓ di cura?


Leucemia linfatica acuta: quali sono le possibilitÓ di cura?


Leucemia mieloide acuta: quali sono le possibilitÓ di cura?


Accesso all'innovazione in oncologia: quali sono le sfide?


Costi del cancro del polmone, dati favorevoli da studio italiano di farmacoeconomia su osimertinib


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica in un grande centro oncologico


Per i cittadini cosa significa l'accesso all'innovazione in oncologia?


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica nella regione Emilia Romagna


CAR T-cells per il mieloma multiplo, a che punto siamo?


Come si producono le CAR T-cells? Le sfide da superare


Biopsia liquida, novitÓ per il monitoraggio del tumore al polmone


Smascherare le mutazioni genetiche rare nei tumori, ci pensa il Progetto Vita


Il ruolo dell'anatomo patologo in campo oncologico


Tumore al polmone, nuovi test all'orizzonte per la diagnosi precoce


Talassemia, la terapia genica funziona anche nel lungo termine e in diversi genotipi di malattia


Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalitÓ del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


Tumori pediatrici, nuovi farmaci mirati contro le alterazioni dei geni NTRK, ROS o ALK


ARTICOLI

Imatinib, possibile cura definitiva per alcuni pazienti con LMC

Secondo i risultati ad interim di un trial multicentrico francese, lo studio STIM, alcuni pazienti affetti da leucemia mieloide cronica (LMC) sono riusciti a sopravvivere fino a due anni senza ricadute dopo aver interrotto il trattamento con imatinib[...]

Male la fase III per clofarabina nella leucemia mieloide acuta recidivante remittente

Genzyme ha annunciato i risultati di uno studio di fase III denominato CLASSIC I che ha dimostrato che il farmaco clofarabina, utilizzato in combinazione con citarabina non aumenta la sopravvivenza globale di pazienti con leucemia mieloide acuta (AML[...]

Conferme del legame Tos-tumore al seno

La terapia ormonale sostitutiva (Tos) combinata estroprogestinica pare aumentare la mortalitÓ per cancro al seno e l'incidenza globale di questo tumore. Il dato non Ŕ nuovo, ma una conferma autorevole arriva dall'ultimo aggiornamento dello studio Wom[...]

Mieloma multiplo, l'aggiunta di talidomide migliora l'outcome

Uno studio made in Italy ha evidenziato che l'aggiunta di talidomide al regime bortezomib-melfalan-prednisone (VMP), il tutto seguito da una terapia di mantenimento con la doppietta bortezomib-talidomide (VT) rallenta la progressione della malattia r[...]

Ca ovarico, negativi vari studi presentati all'ESMO

Diversi insuccessi hanno segnato quest'anno la sessione dedicata ai tumori ginecologici al congresso della della European Society of Medical Oncology (ESMO), conclusosi da poco a Milano. Infatti, hanno deluso le attese alimentate dagli esiti positivi[...]

FOLFIRI meglio di ECX nel carcinoma gastrico

Il trattamento chemioterapico FOLFIRI (5-fluorouracile, leucovorina, irinotecan) ha mostrato una minore tossicitÓ e una maggiore durata dell'efficacia, rispetto all'associazione di epirubicina, cisplatino e capecitabina (ECX) in pazienti con tumore a[...]

Cediranib aumenta la PFS nel ca colorettale metastatico

L'aggiunta di cediranib ai regimi chemioterapici FOLFOX/XELOX, sembra apportare alcuni benefici ai pazienti con carcinoma colorettale metastatico (mCRC) non sottoposti a precedenti terapie chemioterapiche. E' il risultato di uno studio recentemente p[...]

Antitumorale di Takeda promettente nel ca ovarico avanzato

Buone notizie dall'ultimo congresso dell'ESMO su MLN8237, un inibitore della chinasi Aurora A sviluppato da Millennium Pharmaceuticals, azienda che nel 2008 Ŕ stata acquisita da Takeda e della quale costituisce la divisione oncologica.

Olaparib, promessa non mantenuta nel tumore ovarico

Risultato deludente per olaparib, un nuovo antitumorale sperimentale sviluppato da AstraZeneca appartenente alla classe dei PARP-inibitori. In un piccolo studio randomizzato di fase II, presentato a Milano in occasione dell'ultimo congresso annuale d[...]

Gefitinib, presentati i dati finali dello studio IPASS

In occasione del meeting annuale della European Society for Medical Oncology (ESMO) che si Ŕ appena concluso a Milano, sono stati presentati i risultati finale di uno studio denominato IPASS (IRESSA Pan Asia Study) condotto in pazienti con carcinoma [...]

Bene la fase II per nuovo inibitore HER nell'NSCLC

I risultati preliminari di uno studio di fase II, dimostrano che il farmaco sperimentale denominato PF-299, sviluppato da Pfizer, Ŕ efficace nel prevenire la progressione del carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) in stadio avanzato e potr[...]

Paclitaxel e PLD, confronto in paritÓ nel carcinoma ovarico

Doxorubicina liposomiale pegilata (PLD) associata a carboplatino, si Ŕ dimostrata una possibile alternativa all'associazione fra pacitaxel e carboplatino, finora considerato il trattamento di prima linea nel carcinoma ovarico. E' il risultato di uno[...]

MetMab, nuovo monoclonale efficace nel tumore NSCLC

Un nuovo agente terapeutico MetMab in combinazione con erlotinib ha dimostrato di poter aumentare la sopravvivenza globale e la sopravvivenza libera da progressione, in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) con alta espressio[...]

Bene la fase III per abiraterone nel carcinoma prostatico

Uno studio di fase III, presentato recentemente al Congresso della European Society for Medical Oncology (ESMO) che si Ŕ appena concluso a Milano, ha mostrato che i pazienti con carcinoma prostatico metastatico resistente alla castrazione, benefician[...]

All'Esmo presentato promettente antitumorale italiano

Al convegno annuale della European Society of Medical Oncology (ESMO), appena conclusosi a Milano, la biotech italiana MolMed ha presentato nuovi dati clinici relativi a tre studi del proprio farmaco antitumorale sperimentale NGR-hTNF.

Cetuximab efficace nel tumore al seno triplo negativo

In occasione del congresso europeo di oncologia ESMO, sono stati presentati i primi risultati dello studio BALI-1 relativi a cetuximab nel trattamento del tumore metastatico al seno triplo negativo un tumore aggressivo che spesso presenta recidive pr[...]

Carboplatino e docetaxel efficaci nel ca mammario triplo negativo

Due terzi dei pazienti con carcinoma alla mammella triplo negativo hanno raggiunto una risposta patologica completa (pCR) con la chemioterapia neoadiuvante composta da carboplatino e docetaxel. E' il risultato di uno studio di fase II presentato dura[...]

Everolimus dati contrastanti nel tumori neuroendocrini

Everolimus estende la sopravvivenza senza progressione in pazienti con tumori neuroendocrini (NET) in fase avanzata, rispetto al solo octeotride. Presentati in occasione del congresso ESMO di Milano, i dati provengono dallo studio RADIANT-2 (RAD001 [...]

Tumore del seno, terapia mirata con i superanticorpi

Si chiama T-DM1, una molecola che funziona come vettore e trasporta con sÚ una sostanza altamente tossica per l'organismo se somministrata in modo normale, ma molto efficace se rilasciata esclusivamente contro il bersaglio, solo lý dove proliferano l[...]

Tumore dell'ovaio, ora Ŕ possibile ritardare le recidive

Si aprono nuove strade nel trattamento del tumore dell'ovaio. Bevacizumab, farmaco biologico che agisce inibendo l'angiogenesi, ha infatti dimostrato di aumentare del 15% a un anno la probabilitÓ per le donne di vivere pi¨ a lungo senza che la neopla[...]