Oncologia ed Ematologia

VIDEO

3 cose da sapere sul carcinoma del colon-retto


I 3 sottotipi di tumore al seno


Tumore al seno, cos’è importante sapere


3 cose da sapere sul carcinoma ovarico


3 cose da sapere sul tumore al polmone


ESMO 2019, nuove combinazioni di farmaci aumentano la sopravvivenza


Colangiocarcinoma, sopravvivenza aumentata grazie ad ivosidenib


Carcinoma uroteliale localmente avanzato o metastatico, atezolizumab migliora la sopravvivenza


Cancro al polmone, qual è l'utilità delle associazioni di pazienti?


Cancro del colon-retto metastatico, nuove possibilità dalla medicina di precisione


Obiettivi della nutrizione clinica, miglioramento della cura e ottimizzazione del percorso del paziente oncologico


Malnutrizione nei pazienti oncologici, importanza di una nutrizione clinica precoce


Tumore al polmone, 4 elementi importanti nella scelta della terapia


Tumore del polmone EGFR+, osimertinib in prima linea migliora la sopravvivenza


Cancro al seno triplo negativo, aggiunta di pembrolizumab neoadiuvante aumenta la risposta


Tumori di rene e vescica, quali novità per la terapia dal congresso ESMO2019?


Tumore polmonare non a piccole cellule, gli studi top del congresso ESMO2019


Oncologia toracica, novità da ESMO2019 su microcitoma, carcinoma timico, biopsia liquida e TMB


Tumori del sangue, che cos'è SOHO Italy?


Leucemia mieloide acuta, i nuovi farmaci disponibili o in arrivo in Europa


Leucemia mieloide acuta, arriva in Italia chemio ‘intelligente’ con CPX-351


Leucemia mieloide acuta, qual è il ruolo del trapianto allogenico nell’era delle terapie target?


ARTICOLI

Mieloma, ligando di RANK forse coinvolto nella malattia ossea

Il ligando di RANK solubile (RANKL) potrebbe avere un ruolo nella perdita ossea che si osserva nel mieloma multiplo. Lo suggerisce uno studio internazionale in vitro e sul modello animale appena pubblicato sulla rivista PLoS ONE.

Ca al seno avanzato, toremifene rallenta la progressione

Il SERM toremifene ha rallentato la progressione nel cancro al seno avanzato in donne in postmenopausa trattate in precedenza con un inibitore dell'aromatasi non steroideo, in un piccolo studio giapponese di fase II presentato in occasione del Multid[...]

Ca al seno avanzato, positiva l'aggiunta di everolimus a exemestane

L'aggiunta dell'inibitore di mTOR everolimus a exemestane ha portato a un miglioramento significativo della sopravvivenza libera da progressione (PFS) nelle pazienti più anziane con un cancro al seno avanzato in recidiva e positivo ai recettori ormon[...]

Ca mammario metastatico, bevacizumab aggiunto alla chemio non allunga la vita

L'aggiunta di bevacizumab alla chemioterapia non migliora la sopravvivenza globale (OS) nelle pazienti con carcinoma mammario avanzato, già sottoposte in precedenza a un trattamento per la malattia metastatica. Lo dimostrano i risultati finali dello [...]

Tumori neuroendocrini del tenue, al via fase III per nuovo radiofarmaco italiano

La società farmaceutica Advanced Accelerator Applications (AAA) , impegnata nel settoe della medicina nucleare ha annunciato lʼinizio della Fase III di sperimentazione clinica del radiofarmaco Lutathera (177Lutetium-DOTA0-Tyr3-Octreotate), in pa[...]

Ca alla prostata metastatico, abiraterone allunga la vita

Abiraterone migliora la sopravvivenza globale nel cancro alla prostata metastatico resistente alla castrazione chimica (mCRPC), progredito dopo un trattamento con docetaxel. Lo confermano i risultati finali dello studio di fase III COU-AA-301, appena[...]

Ca mammario triplo negativo, contano le dimensioni della malattia residua dopo la chemio

Le dimensioni del tumore contano quando si tratta di malattia residua nelle pazienti con un cancro al seno triplo-negativo che hanno una risposta patologica completa dopo la chemioterapia neoadiuvante. È questa la conclusione di uno studio retrospett[...]

Chemio adiuvante per il ca mammario non aumenta leucemie

La chemioterapia adiuvante per il trattamento di un carcinoma mammario in fase iniziale sembra non aumentare il rischio di sviluppare una leucemia mieloide acuta (LMA) o sindromi mielodisplastiche (SMD). Lo evidenzia un ampio studio di coorte present[...]

Ca al colon metastatico, aflibercept più chemio allunga la vita

L'aggiunta del nuovo farmaco anti-angiogenesi aflibercept al regime FOLFIRI (fluorouracile, irinotecan e leucovorina) migliora la sopravvivenza nei pazienti con tumore al colon metastatico (mCRC) precedentemente trattati con oxaliplatino. Lo evidenzi[...]

Anticorpo sperimentale di BMS attivo nel NSCLC avanzato

BMS-936558, un anticorpo sperimentale anti-PD-1 sviluppato da Bristol-Myers Squibb, si è dimostrato attivo e sicuro e in pazienti con cancro al polmone non a piccole cellule (NSCLC) pesantemente pretrattati, stando ai risultati preliminari di uno stu[...]

Ca del colon retto, al Regina Elena il via studio di confronto fra chemioterapici

L'Istituto Regina Elena, all'avanguardia nella diagnosi e cura dei tumori colon-retto, coordina il nuovo Studio Studio POCHER-2, frutto di un precedente progetto AIRC (pubblicato su British Journal of Cancer nel 2010), finalizzato al trattamento dei [...]

Tumore ai testicoli, marijuana ne aumenta il rischio

Il consumo frequente e prolungato nel tempo di marijuana aumenta la probabilità di sviluppare una tra le forme più aggressive di cancro ai testicoli. Inoltre, il funzionamento di questi organi è compromesso dall'uso di cocaina, che distrugge le cellu[...]

NSCLC, chemio adiuvante con erlotinib frena la progressione

In pazienti selezionati con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) in stadio iniziale si è ottenuta una sopravvivenza libera da malattia (DFS) a 2 anni superiore al 90% dopo l'intervento chirurgico seguito da una chemioterapia adiuvante con [...]

Crizotinib efficace in fase II nel NSCLC ALK-positivo

Crizotinib, un inibitore delle chinasi ALK e ROS1, si è dimostrato efficace nel ridurre la massa tumorale in pazienti con un tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) ALK-positivo, già trattati, in uno studio di fase II appena presentato al Mul[...]

Bavituximab raddoppia la sopravvivenza in fase II nel NSCLC refrattario

L'aggiunta dell'anticorpo monoclonale bavituximab alla chemioterapia con docetaxel sembra raddoppiare il tasso complessivo di risposta e migliorare sia la sopravvivenza libera da progressione (PFS) sia la sopravvivenza globale (OS) nei pazienti con u[...]

Due farmaci anti mieloma forse utili anche sull'osso

Due inibitori del proteasoma sviluppati per il trattamento del mieloma multiplo – carfilzomib, già approvato dalla Food and Drug Administration, e oprozomib – potrebbero avere effetti benefici anche direttamente sul tessuto osseo. A suggerirlo è uno [...]

Parkinson e ca alla prostata: c'è un'associazione reciproca?

Stando ai risultati delle analisi di un database di ampie dimensioni, negli uomini colpiti da malattia di Parkinson si ha un aumento significativo del rischio di cancro alla prostata ma è vero anche il contrario, per cui gli uomini colpiti da tumore [...]

Aggiunta di pemetrexed non allunga la vita nel NSCLC avanzato

Pemetrexed non ha centrato l'obiettivo del miglioramento della sopravvivenza globale (OS) in combinazione con bevacizumab nello studio di fase III POINTBREAK in pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) non squamoso. I risultati de[...]

Tumore alla prostata, deprivazione androgenica intermittente efficace come la continuativa

La terapia di deprivazione androgenica (ADT) somministrata in modo intermittente sembra essere efficace come il trattamento continuativo, nei pazienti con tumore alla prostata asintomatici con livelli elevati di PSA dopo la radioterapia definitiva. L[...]

Ca al seno, rischio di lievi deficit cognitivi dopo la chemio

Le donne colpite da un cancro al seno e sottoposte per questo a una chemioterapia sono a rischio di riportare lievi deficit cognitivi dopo il trattamento, stando ai risultati di una metanalisi appena pubblicata online sul Journal of Clinical Oncology[...]