Oncologia ed Ematologia

VIDEO

3 cose da sapere sul melanoma BRAF-mutato


Melanoma BRAF-mutato, ok Aifa alla terapia adiuvante con dabrafenib-trametinib


Tumore ovarico recidivato BRCA+: la storia di Lia e l'importanza del mantenimento con anti-PARP


Cancro ovarico recidivato, mantenimento con rucaparib bene nella real life anche con BRCA wild-type


Tumore dell'ovaio: uso di rucaparib conveniente per il Ssn, lo dice uno studio di HTA


Tumore dell'ovaio, non lasciare indietro le pazienti BRCA-, quelle senza la ‘mutazione Jolie'


Cancro ovarico recidivato, arriva in Italia l'inibitore di PARP rucaparib per il mantenimento


Tumore dell’ovaio, cambio di marcia grazie agli inibitori di PARP


Il presente e le nuove frontiere della chirurgia per il carcinoma ovarico


Carcinoma ovarico, qual è la realtà italiana?


Tumore del polmone, ok Aifa a nuova indicazione dell’immunoterapia con pembrolizumab


Melanoma, l’Aifa dice sì a pembrolizumab per la terapia adiuvante


Carcinoma uroteliale avanzato, arriva in Italia l'immunoterapia con pembrolizumab


L’impegno di MSD in oncologia, dalla terapia alla prevenzione


Porpora trombotica trombocitopenica: che cos’è, come si scopre?


Porpora trombotica trombocitopenica, come si cura?


Porpora trombotica trombocitopenica, quali sono i bisogni dei pazienti?


Nasce F.A.V.O. Neoplasie Ematologiche, il network di associazioni di pazienti con tumori del sangue


I pazienti ematologici vengono informati adeguatamente sulla loro patologia?


Cosa ne sanno del loro percorso di cura i pazienti di malattie ematologiche?


Biobanche e ruolo dei campioni biologici: un patrimonio per la ricerca in ematologia


Cure domiciliari e cure palliative, serve alleanza tra associazioni di pazienti e istituzioni


ARTICOLI

Alcuni glioblastomi possono essere trattati farmacologicamente, studio italiano

Pubblicato su Science, lo studio di cellule staminali di glioma, condotto da tre ricercatori della Columbia University di New York, Antonio Iavarone, Raul Rabadan e Anna Lasorella, che ha permesso di identificare una nuova mutazione in grado di causa[...]

I linfomi dell’orbita possono essere curati con antibiotici, studio italiano

Un gruppo di ricercatori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano e del Centro di Riferimento Oncologico di Aviano ha scoperto che l’uso mirato della doxiciclina, un antibiotico efficace nella terapia delle infezioni del batterio Clamidia, rapprese[...]

Rituximab tiene a bada le recidive nella vasculite associata agli ANCA

Rituximab aiuta a mantenere la remissione nei pazienti affetti da vasculite recidivante associata ad anticorpi contro gli antigeni citoplasmatici dei neutrofili (ANCA). Lo evidenzia uno studio su 73 pazienti dell'Università di Cambridge, appena pubbl[...]

Leucemia mieloide acuta, eritropoietina migliora la qualità della vita e riduce le trasfusioni

Il trattamento con eritropoietina, dopo la chemioterapia o il trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche, riduce il numero di trasfusioni e migliora la qualità della vita dei pazienti con leucemia mieloide acuta. Lo dimostra uno studio [...]

Epatocarcinoma, non c'è sinergia fra erlotinib e sorafenib

La combinazione di erlotinib e sorafenib non ha raggiunto l'endpoint principale dello studio di fase III SEARCH, condotto in pazienti con carcinoma epatocellulare non resecabile. L'aggiunta di erlotinib non ha infatti migliorato la sopravvivenza gene[...]

Un cerotto radioattivo per guarire i tumori della pelle

Il carcinoma a cellule basali, il più comune tumore della pelle, può essere trattato in modo efficace con un nuovo cerotto radioattivo, contenente fosforo 32, che si applica sulla cute in corrispondenza della lesione. Lo dimostra una ricerca condotta[...]

L'anticancro brivanib inferiore a sorafenib nel carcinoma epatocellulare

Bristol-Myers Squibb ha reso noto che l'anticancro sperimentale brivanib non ha raggiunto l'end point in uno studio di fase III che confrontava il nuovo farmaco con sorafenib in pazienti con carcinoma epatocellulare avanzato. Brivanib inibisce il fat[...]

Assumere molta vitamina E può proteggere dal cancro al fegato

Un introito elevato di vitamina E, sia attraverso la dieta sia con l'assunzione di integratori, sembra avere un effetto protettivo contro il cancro al fegato. È questa la conclusione di un'analisi di due studi di coorte cinesi, appena pubblicata onli[...]

Emofilia, per octogof alfa conferme di efficacia in profilassi secondaria

Bayer HealthCare ha annunciato che il farmaco octocog alfa è risultato ben tollerato ed efficace nel ridurre la frequenza di sanguinamenti in pazienti adulti affetti da Emofilia A grave in profilassi secondaria rispetto a quelli trattati a domanda. Q[...]

Emofilia e aspetti psicosociali dell'esistenza

In occasione del congresso mondiale della World Federation of Hemophilia, appena conclusosi a Parigi, sono stati presentati i dati dello studio HERO, un'analisi che attraverso una serie di questionari e di interviste face-to-face ha valutato gli aspe[...]

Ca mammario metastatico, doppio blocco dell’HER2 allunga la vita

Un doppio blocco dell’HER2 con trastuzumab e lapatinib prolunga la sopravvivenza globale (OS) nelle donne con carcinoma mammario metastatico pesantemente HER2-positivo pretrattate. È questa la conclusione definitiva dello studio di fase III EGF104900[...]

Nuove conferme per lipegfilgrastim e balugrastim, farmaci antineutropenia di Teva

Teva Pharmaceutical Industries ha annunciato la presentazione dei risultati clinici per i suoi farmaci biologici oncologici, lipegfilgrastim e balugrastim, avvenuta durante il simposio internazionale sulla terapia di supporto nel cancro della Multina[...]

Ca pancreas, leggero beneficio della chemio adiuvante nel tipo periampollare

La chemioterapia adiuvante, il cui beneficio nel tumore al pancreas è già provato, ha mostrato di offrire un certo vantaggio di sopravvivenza per il tipo localizzato nella regione periampollare in uno studio randomizzato di fase III, lo studio ESPAC [...]

Alt a due studi di fase III su nuovo anti emofilia long acting di Ipsen

La casa farmaceutica francese Ipsen e l'azienda partner Inspiration Biopharmaceuticals hanno annunciato di aver ricevuto dalla Food and Drug Administration (Fda) la richiesta di interrompere due studi clinici di fase III condotti sul farmaco IB1001 p[...]

Eribulina non supera capecitabina nel tumore alla mammella avanzato

Eisai ha annunciato i risultati preliminari di uno studio di fase III condotto per valutare l'efficacia e la sicurezza di eribulina mesilato, rispetto a capecitabina per il trattamento delle donne con carcinoma mammario localmente avanzato o metastat[...]

Tumori: Siena sperimentazione su vaccino contro cancro colon e polmone

Sono positivi i risultati della sperimentazione di fase I di un nuovo vaccino antitumorale, chiamato TSPP, testato per il cancro al colon e al polmone. Lo studio è stato svolto al policlinico universitario delle Scotte di Siena.

Scoperto come il melanoma disarma il sistema immunitario

Uno studio pubblicato da ricercatori genovesi su Cancer Research, una rivista di grandissimo prestigio, ha suscitato notevole interesse nella comunità scientifica internazionale. Infatti gli autori rivelano come il melanoma, tumore maligno molto aggr[...]

Tumore al colon-retto, capecitabina più celecoxib contro le staminali tumorali

La Gateway for Cancer Research, un'organizzazione internazionale non profit che finanzia la ricerca su nuovi trattamenti per la cura del cancro, ha annunciato l'inizio di un nuovo studio di fase II condotto per valutare l'efficacia della combinazion[...]

Emofilia A, al via fase III per nuovo Fattore VIII ricombinante long acting

Bayer HealthCare ha comunicato di aver iniziato l'arruolamento dei pazienti in uno studio internazionale di Fase III con lo scopo di valutare la molecola BAY94-9027 per il trattamento dell'Emofilia A. La molecola BAY94-9027 è stata progettata per g[...]

Farmaci per la fertilità, effetti diversi sul rischio oncologico

I farmaci per la fertilità sembrano avere effetti diversi sul rischio di sviluppare precocemente un tumore al seno (cioè a un'età inferiore ai 50 anni al momento della diagnosi) da parte delle donne che ne fanno uso, stando ai risultati di uno studio[...]