Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Oncologia, la rivoluzione dei farmaci immunoterapici


L'impegno di Bristol-Myers Squibb nella cura del cancro con l'immunoterapia


Ruolo diagnostico della medicina nucleare. Il caso dei tumori neuroendocrini


Novità in medicina nucleare: teragnostica, radiofarmaco per la terapia dei NET


Tumori neuroendocrini, disponibile in Italia un nuovo radiofarmaco a base di lutezio


Tumori neuroendocrini, cosa sono, come si diagnosticano e come si curano


Tumori neuroendocrini: ITA-NET, una rete italiana per curare i pazienti con un team di esperti


Quando il nucleare è buono, il ruolo dei medici nucleari per la diagnosi e la cura


Nuovi percorsi clinico-organizzativi nell'emofilia A


Le malattie neurometaboliche: cosa succede se l'esordio è nell'età adulta?


In Europa quali sono i sistemi di rimborso dei farmaci per le malattie rare?


Screening neonatale per le malattie lisosomiali: a cosa serve ed esperienze di applicazione


Come si stabilisce l'innovatività di un farmaco per le malattie rare?


L'accesso al mercato dei farmaci per le malattie rare


Ematologia, AIL celebra i 50 anni e guarda alle nuove generazioni di volontari


50 anni di impegno dei volontari AIL, la motivazione di una scelta di vita


La scelta volontaria, perchè e come occuparsi dei pazienti ematologici


I biosimilari in Europa: opportunità da cogliere e sfide da superare


La ricerca e lo sviluppo dei nuovi farmaci biosimilari: l'impegno di Mylan


Tumore prostatico, obiettivi e importanza del PDTA certificato della ASST Valle Olona


Ruolo del radioterapista nella gestione interdisciplinare del carcinoma della prostata. Esperienza dell’ASST Valle Olona


Ruolo dell’oncologo nella gestione interdisciplinare del carcinoma della prostata. Esperienza dell’ASST Valle Olona


ARTICOLI

Cancro al seno HER2+, parere negativo del Chmp per neratinib

Doccia fredda per Puma Biotechnology che si è vista bocciare dal Chmp l'anticancro neratinib sviluppato per il cancro al seno HER2 +. Il farmaco aveva ricevuto l'approvazione Fda nel luglio del 2017. L'azienda ha già fatto sapere che si appellerà co[...]

Risposte durature con larotrectinib, farmaco’ jolly’ contro i tumori TRK-positivi

Il nuovo pan-TRK inibitore larotrectinib (LOXO-101) ha indotto risposte durature in pazienti con tumori solidi con fusioni TRK, stando a risultati aggiornati pubblicati da poco sul New England Journal of Medicine.

Ca al polmone, avelumab in seconda linea delude in fase III

L’inibitore di PD-L1 avelumab non ha migliorato la sopravvivenza globale (OS) nello studio di fase III JAVELIN Lung 200, su pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule, già trattati in precedenza. Lo riferiscono in una nota Merck KGaA e Pf[...]

Ca al seno con recidiva locale, benefici della chemio adiuvante mantenuti nei casi ER-negativi

Nelle pazienti con carcinoma mammario ER negativo (ER-), con recidiva locoregionale isolata, la chemioterapia adiuvante offre un beneficio di sopravvivenza. A confermarlo è l'analisi finale dello studio di fase III CALOR, da poco pubblicata sul Journ[...]

Mieloma multiplo, pomalidomide efficace nei pazienti con insufficienza renale

Il trattamento con pomalidomide in combinazione con desametasone a basso dosaggio si è associato a un tasso di risposta globale (ORR) fino al 39% in pazienti con mieloma multiplo recidivato/refrattario e insufficienza renale, nello studio multicentri[...]

Inibitori dei checkpoint immunitari, pubblicate le linee guida ASCO sulla gestione delle tossicità

Gli inibitori del checkpoint immunitari hanno rivoluzionato il trattamento di diversi tipi di tumori, ma i pazienti che li assumono possono manifestare una gamma del tutto nuova di effetti avversi, che i medici devono imparare a gestire.

Leucemia linfatica cronica, venetoclax attivo nei pazienti progrediti dopo ibrutinib

L'inibitore della proteina anti-apoptotica BCL-2 venetoclax ha mostrato di avere un'attività clinica duratura e un profilo di tollerabilità favorevole in pazienti con leucemia linfatica cronica recidivata o refrattaria, nei quali la malattia è progre[...]

Ca alla prostata metastatico, chemio aggiunta all’ADT allunga la vita nei tumori ad alto volume

La terapia chemio-ormonale con docetaxel aggiunto alla terapia di deprivazione androgenica (ADT) prolunga la sopravvivenza globale (OS) rispetto alla sola ADT negli uomini che hanno un tumore alla prostata metastatico ormono-sensibile ad alto volume,[...]

Letrozolo promettente contro il carcinoma ovarico sieroso di alto grado

Una terapia di mantenimento con un inibitore dell'aromatasi potrebbe migliorare la sopravvivenza libera da progressione (PFS) in donne con tumori ovarici sierosi di alto grado, positivi per il recettore degli estrogeni (ER+). A suggerirlo sono i risu[...]

Fibromi uterini, conferme in Fase III per elagolix, primo di una nuova classe

Elagolix, un antagonista orale dell’ormone ipofisario di rilascio della gonadotropina (GnRH) ha brillato nel primo di due studi cardine condotti nei fibromi uterini. Lo ha reso noto AbbVie con una nota.

Ca al seno triplo negativo AR+, dati promettenti con enzalutamide

L'anti-androgeno enzalutamide ha mostrato i primi segni di efficacia in pazienti con un carcinoma mammario triplo negativo (TNBC), ma positivo per il recettore degli androgeni (AR+), nello studio di fase II MDV3100-11, appena pubblicato online sul Jo[...]

Combinazione nivolumab-ipilimumab efficace nel ca del colon-retto metastatico con alta instabilità dei microsatelliti

L'immunoterapia combinata con nivolumab è efficace nel trattamento del carcinoma del colon-retto metastatico con deficit della riparazione dei mismatch (dMMR), che dà luogo a un'alta instabilità dei microsatelliti (MSI-H). Lo dimostrano i risultati d[...]

Ca alla prostata, dieta mediterranea il top per ridurre il rischio di tumore aggressivo

Secondo uno studio di recente pubblicazione sul Journal of Urology, l'MCC-Spain Study, gli uomini che seguono da vicino la dieta mediterranea hanno un rischio più basso di cancro alla prostata aggressivo rispetto a quelli che seguono altri due tipi d[...]

Ca al seno metastatico, aggiunta di palbociclib alla terapia ormonale non mina la qualità di vita

L'aggiunta dell'inibitore delle clicline palbociclib all'inibitore dell'aromatasi letrozolo offre una qualità della vita correlata alla salute simile e si associa a punteggi del dolore migliori rispetto al solo letrozolo nelle donne in postmenopausa [...]

Trapianto allogenico di staminali mieloablativo associato a declino cognitivo significativo

I pazienti che vengono sottoposti a un trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche mieloablativo vanno incontro a un declino significativo della funzione cognitiva, mentre quelli sottoposti a una terapia meno intensiva mostrano un declin[...]

Linfoma diffuso a grandi cellule B, allo studio in prima linea l’anti-CD79b polotuzumab vedotin

Un nuovo farmaco sperimentale è oggetto di studio come terapia di prima linea per i pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B a rischio intermedio o elevato. Si tratta di polatuzumab vedotin (RG7596, sviluppato da Hoffmann-La Roche), un anticor[...]

Ca del colon-retto metastatico, mantenimento con bevacizumab non migliora gli outcome

Una terapia di mantenimento con l’anti-VEGF bevacizumab non ha migliorato i risultati rispetto al non fare alcun trattamento se somministrata durante gli intervalli liberi da chemioterapia (CFI), dopo la chemioterapia di induzione con il regime FOLFI[...]

Leucemia linfatica cronica, venetoclax attivo nei pazienti progrediti dopo idealalisib

L’inibitore della proteina anti-apoptotica BCL-2 venetoclax ha mostrato una promettente attività clinica, con un’alta percentuale di risposta obiettiva (ORR), in pazienti con leucemia linfatica cronica recidivata o refrattaria (LLC) trattati in prece[...]

Linfoma di Hodgkin avanzato, terapia adattata in base alla PET fattibile ed efficace

Nei pazienti con linfoma di Hodgkin in stadio avanzato (da IIB a IVB) si possono utilizzare i risultati della PET per stabilire se i pazienti debbano passare dal regime ABVD al regime BEACOPP. A dimostrarlo sono i risultati aggiornati dello studio in[...]

Ca prostatico resistente alla castrazione, con enzalutamide sopravvivenza senza metastasi più che raddoppiata

Il trattamento con la combinazione dell'antiandrogeno enzalutamide e la terapia di deprivazione androgenica (ADT) ha mostrato di poter ridurre il rischio di metastasi o decesso del 71% rispetto alla sola ADT nei pazienti con carcinoma prostatico resi[...]