Oncologia ed Ematologia

VIDEO

XX edizione del congresso del GOIM, gli oncologi dell'Italia centro meridionale


Cancro della mammella endocrino responsivo: cosa cambia in terapia con gli inibitori delle cicline


Biospsia liquida: cosa è e quando trova impiego in oncologia


Cancro del pancreas avanzato: quali sono i due standard di cura


Cancro al colon metastatico in fase avanzata: chemioterapia più terapie a bersaglio molecolare


Tumore della mammella HER2 positivo: quali sono gli attuali standard di cura


Terapia del cancro del colon retto metastatico: ruolo degli anticorpi monoclonali


Tumore della mammella triplo negativo: quali sono le attuali possibilità di cura


Chemioterapia neoadiuvante nel cancro della mammella: quando serve?


Tumore della mammella: utilità della soppressione degli estrogeni nella donna in pre menopausa


Metastasi epatiche a seguito di tumore del colon retto: quali sono stati i progressi?


Immunocompromissione, complicanze infettive delle terapie innovative in oncoematologia


Leucemie acute: nuove terapie e gestione delle infezioni fungine


Malattie linfoproliferative: epidemia delle infezioni e nuovi protocolli per ridurne l'impatto


Il progetto PERIPLO: la rete delle reti oncologiche


La Rete oncologica di Piemonte e Valle d'Aosta: un bilancio di 20 anni di lavoro


La Rete oncologica della Toscana: un bilancio di 20 anni di lavoro


Sardegna: cosa è cambiato in Sanità e il lavoro sulla Rete oncologica regionale


La rete oncologica del Lazio: primi risultati del progetto


La rete oncologica pugliese: obiettivi del progetto


La rete oncologica del Veneto: vantaggi per l'assistenza clinica e per la ricerca


La Rete oncologica della Toscana: obiettivi raggiunti e sfide per il futuro


ARTICOLI

Ca al pancreas, possibile aumento del rischio con gli incretino-mimetici, ma solo nel breve termine

l pazienti affetti da diabete di tipo 2 che hanno iniziato da poco ad assumere ipoglicemizzanti appartenenti alla classe degli incretino-mimetici, di cui fanno parte gli agonisti del GLP-1 e gli inibitori della DPP4, potrebbero essere a maggior risch[...]

Leucemia mieloide cronica, trapianto di staminali offre outcome simili agli inibitori delle tirosin chinasi

Nei pazienti affetti da leucemia mieloide cronica, con il trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche si sono ottenuti risultati di sopravvivenza a 10 anni simili a quelli ottenuti con la terapia farmacologica.

Tumore del seno: -30% di mortalità in 23 anni

693mila donne vivono grazie a diagnosi precoce e nuove terapie. Più di 400mila si sono lasciate la malattia alle spalle. Il prof. Francesco Cognetti: “Va potenziata la ricerca sui marcatori biologici, così potremo selezionare al meglio le pazienti e [...]

Linfoma mantellare, promettente in prima linea la combinazione lenalidomide più rituximab

La combinazione dell'immunomodulatore lenalidomide e dell'anticorpo monoclonale anti-CD20 rituximab come terapia di prima linea in pazienti colpiti da linfoma mantellare in stadio 3-4ha portato a una percentuale complessiva di risposta dell' 87% in u[...]

Leucemia mieloide acuta, condizionamento pre-trapianto di intensità ridotta prolunga la remissione nell'anziano

Il ricorso al trapianto di cellule staminali ematopoietiche con un condizionamento di intensità ridotta si è dimostrato un metodo efficace per mantenere la remissione in un gruppo selezionato di pazienti anziani con leucemia mieloide acuta e si è tra[...]

Ca renale metastatico, studio ‘real-life': efficacia simile per sunitinib e pazopanib in prima linea

Sunitinib e pazopanib hanno mostrato un'efficacia simile come trattamento di prima linea di pazienti con un carcinoma renale metastatico in uno studio osservazionale presentato da poco a Miami, al Kidney International Cancer Symposium.

Tumore del seno, +27% di casi nelle donne under 50 dal 2000

“La mammografia va estesa alle 45enni e alle over 70” Il prof. Francesco Cognetti: “Così potremo salvare più vite. Finora solo Emilia-Romagna e Piemonte hanno ampliato la fascia d'età da coinvolgere. L'innovazione prodotta dalla ricerca ha permesso d[...]

Mieloma multiplo: il 42% dei pazienti italiani è vivo a 5 anni

Nel nostro Paese la sopravvivenza è più alta rispetto al resto d'Europa (39%). Il prof. Fabrizio Pane, presidente Società Italiana di Ematologia (SIE): “Il livello delle cure è eccellente. Già efficace nei tumori solidi, questa nuova arma apre prospe[...]

Steroide riduce il dolore dopo radioterapia per metastasi ossee

La radioterapia palliativa è un trattamento efficace per alleviare il dolore causato da metastasi ossee.

Linfoma di Hodgkin, immunoterapie combinate con anti PD-1 possibile nuova frontiera di cura

La prospettiva di combinare gli inibitori del checkpoint immunitario PD-1 con le terapie esistenti, in particolare brentuximab vedotin, sta emergendo come lo sviluppo forse più promettente per il trattamento dei pazienti con linfoma di Hodgkin.

Immunoterapie cellulari contro leucemia e linfoma, sfide anche economiche e produttive

L'immunoterapia cellulare con linfociti T ingegnerizzati in modo da esprimere un recettore chimerico capace di riconoscere un antigene tumorale (CAR) rappresenta una delle nuove frontiere per il trattamento della leucemia e di altre neoplasie ematolo[...]

Ca al seno avanzato, beneficio di everolimus poco influenzato dalla presenza di mutazioni

Mutazioni genetiche a carico dell'enzima fosfatidilinositolo 3-chinasi (PI3K), del recettore HER2 e dei pathway associati a questi recettori influenzano solo in minima parte l'efficacia di everolimus nelle pazienti con un cancro al seno con recettori[...]

Radioimmunoterapia con ipilimumab promettente nel melanoma metastatico

La combinazione dell'inibitore del checkpoint immunitario ipilimumab con una radioterapia palliativa non è risultata associata ad alcuna tossicità inaspettata in pazienti con è melanoma metastatico e si è anche dimostrata efficace in uno studio di fa[...]

GIST, terapia adiuvante con imatinib: si conferma che 3 anni sono meglio di uno

Dopo l'intervento chirurgico di asportazione di un tumore ad alto rischio gastrointestinale stromale (GIST), i pazienti sottoposti a terapia adiuvante con l'inibitore delle tirosin chinasi imatinib per 3 anni hanno una sopravvivenza libera da recidiv[...]

Ca al pancreas metastatico, vismodegib aggiunto a gemcitabina non migliora gli outcome

L'aggiunta dell'inibitore del pathway di Hedgehog vismodegib a gemcitabina in una coorte non selezionata di pazienti con carcinoma pancreatico metastatico non ha migliorato la percentuale di risposta globale, la sopravvivenza libera da progressione ([...]

Emofilia, la terapia biotech colpisce di più il sistema immunitario nei primi mesi di terapia

Chi soffre di emofilia ha un difetto della coagulazione del sangue: il suo organismo non riesce a controllare il sanguinamento, e anche una minima ferita può diventare una grave emorragia. I pazienti devono sottoporsi a cure costanti, sin dalla nasci[...]

Ca al seno metastatico, vaccino PANVAC aggiunto a docetaxel potrebbe dare un beneficio

L'aggiunta di un vaccino antitumorale derivato da un poxvirus geneticamente modificato (PANVAC) a docetaxel può conferire un beneficio clinico alle pazienti con un carcinoma mammario metastatico. A suggerirlo è uno studio randomizzato di fase II, in [...]

Leucemia linfatica cronica, sopravvivenza libera da malattia prolungata in alcuni pazienti con il regime FCR

I pazienti con leucemia linfatica cronica con il gene IGHV mutato trattati con il regime fludarabina, ciclofosfamide e rituximab (FCR) ottengono una sopravvivenza libera da malattia prolungata. Lo evidenzia un’analisi dei dati dello studio di fase II[...]

Tumore del polmone, Pfizer e Merck iniziano nuovo studio con avelumab

Merck e Pfizer hanno annunciato l’avvio di uno studio clinico internazionale di fase 3 per la valutazione dell’anti PD-L1 avelumab (MSB0010718C) rispetto alla chemioterapia a base di platino nel tumore del polmone non a piccole cellule (Nsclc) avanz[...]

Trapianti, micofenolato mofetile può aumentare il rischio di linfoma primitivo del sistema nervoso centrale

Nei pazienti che sono stati sottoposti a un trapianto di organi solidi, l’immunosoppressore micofenolato mofetile potrebbe essere collegato a un aumentato del rischio di linfoma primitivo del sistema nervoso centrale (SNC). A suggerirlo è un nuovo st[...]