Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Radioterapia nel tumore della prostata, sviluppi e collaborazione con altre specialità


Tumore della prostata, come riconoscerlo e diagnosticarlo precocemente


PDTA come gestione del rischio clinico nel tumore della prostata


Tumore della prostata, la best practice dell'Ospedale Buccheri La Ferla di Palermo


PDTA del tumore della prostata, i risultati ad un anno dall'attivazione all'Ospedale Buccheri La Ferla


Tumore della prostata, all'Ospedale Buccheri La Ferla di Palermo è attivo un PDTA certificato


B-SIDE, il primo spettacolo teatrale che porta in scena l'emofilia


Sindromi mielodisplastiche, terapia ferro-chelante con deferasirox allunga la sopravvivenza senza eventi


Emofilia A: sbarca in Italia emicizumab, si apre una nuova era per i pazienti con inibitori


Emofilia A e inibitori del fattore VIII, cosa sono e come gestire il problema


Qual è la spesa farmaceutica al netto di rimborsi condizionati e pay back?


Il costo del mieloma multiplo nella real life italiana


Il percorso di assistenza e di cura del paziente con mieloma multiplo


Evoluzione nella cura del mieloma multiplo. Il problema delle recidive


Quali sono i problemi che devono affrontare i pazienti guariti da un tumore?


Quale sarà l'impatto dei biosimilari nella realtà italiana? Ce lo rivela uno studio del CEIS


Oncologia italiana a livelli di eccellenza. Aspetti positivi del modello del nostro Paese


Linfoma follicolare ritrattato, lenalidomide aggiunta a rituximab allontana la progressione


Beta-talassemia, luspatercept riduce il bisogno di trasfusioni nei pazienti anemici


Sindromi mielodisplastiche, con luspatercept servono meno trasfusioni nei pazienti anemici


Linfoma follicolare, obinutuzumab si conferma meglio di rituximab nel ritardare la progressione


Linfoma diffuso a grandi cellule B, aggiunta di polatuzumab può raddoppiare la sopravvivenza nei casi non idonei al trapianto


ARTICOLI

Ca al seno triplo negativo, enzalutamide allunga la vita nelle pazienti AR+

Un'analisi esplorativa aggiornata dello studio di fase II MDV3100–11, su un gruppo di pazienti colpite da un cancro al seno triplo negativo avanzato e trattate con l'antiandrogeno enzalutamide, mostra che le donne risultate positive a un nuovo test d[...]

Melanoma, sopravvivenza superiore ai due anni con dabrafenib + trametinib

Novartis ha annunciato oggi i dati aggiornati dello studio di Fase III COMBI-v, i quali dimostrano un significativo beneficio di sopravvivenza globale nei pazienti con melanoma metastatico positivo per la mutazione BRAF V600E/K quando sono trattati c[...]

Il Chmp raccomanda l'approvazione nell'UE del primo trattamento neoadiuvante del carcinoma mammario

Ogni anno in Europa viene diagnosticato a circa 100.000 donne un carcinoma mammario HER2-positivo, la forma più aggressiva di neoplasia che tende a progredire più rapidamente rispetto al tumore HER2 negativo. La maggior parte dei casi di tumore mamma[...]

Melanoma: confermati i dati di efficacia in fase III per vemurafenib più cobimetinib

Presentati al congresso europeo di oncologia (ECC) i risultati dello studio registrativo di fase III, CoBRIM che hanno confermato il beneficio clinico della combinazione di farmaci target, vemurafenib più cobimetinib, in tutti i sottogruppi di pazien[...]

Tumori neuroendocrini di origine gastrointestinale e polmonare, everolimus migliora la sopravvivenza libera da progressione

Novartis ha annunciato oggi i risultati di uno studio registrativo di Fase III il quale dimostra che (everolimus) compresse ha ridotto il rischio di progressione del 52% (hazard ratio [HR] = 0,48; intervallo di confidenza 95% [IC], 0,35 -0,67; p

Tumore del polmone: con nivolumab il 39% dei pazienti è vivo a 18 mesi

Il 39% dei pazienti con tumore del polmone in fase avanzata è vivo a 18 mesi. Il trattamento con un farmaco immuno-oncologico, nivolumab, garantisce un vantaggio netto nella sopravvivenza rispetto ai pazienti trattati con la chemioterapia (23%). Si t[...]

Tumore del rene:nivolumab aumenta del 27% la sopravvivenza nei casi avanzati. Studio sul NEJM

Più del 50% dei casi di tumore del rene viene scoperto in maniera occasionale, in seguito a un semplice controllo per altri motivi. Una casualità che presenta conseguenze positive perché in questo modo la malattia è spesso individuata in fase precoce[...]

Tumori: aumenta la sopravvivenza in Europa, Italia nella media UE

A 5 anni dalla diagnosi, la sopravvivenza per tumore in Europa aumenta costantemente. Lo rivela il programma di ricerca EUROCARE 5, coordinato dall'Istituto Superiore di Sanità e dalla Fondazione IRCSS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. I risu[...]

Ca al pancreas avanzato, nab-paclitaxel più gemcitabina pare efficace dopo il flop di FOLFIRINOX

La combinazione di nab-paclitaxel e gemcitabina sembra essere efficace, con un profilo di tossicità gestibile, dopo il fallimento di FOLFIRINOX (fluorouracile, leucovorina, irinotecan e oxaliplatino) nei pazienti con adenocarcinoma pancreatico metast[...]

Leucemia linfatica cronica, aggiunta di ibrutinib aumenta la sopravvivenza senza compromettere la sicurezza

L'aggiunta dell'inibitore orale della tirosin chinasi di Bruton (BTK) ibrutinib a bendamustina e rituximab migliora gli outcome senza ridurre in modo significativo la sicurezza nei pazienti con leucemia cronica linfatica o piccolo linfoma linfocitico[...]

Mieloma multiplo, parere UE positivo per carfilzomib

Il Comitato dei Medicinali per Uso Umano (CHMP) dell'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha espresso parere favorevole all'Autorizzazione all'Immissione in Commercio carfilzomib (Kyprolis) in associazione a lenalidomide e desametasone per il trattam[...]

Leucemia linfoblastica acuta, parere UE positivo per blinatumomab

Il Comitato dei Medicinali per Uso Umano (CHMP) dell'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha espresso parere favorevole all'Autorizzazione all'Immissione in Commercio di blinatumomab (Blincyto) per il trattamento degli adulti con leucemia linfoblasti[...]

Biosimilare di bevacizumab raggiunge gli endpoint in fase III nel Ca polmonare

Il farmaco ABP 215, una versione biosimilare dell'anticorpo monoclonale bevacizumab, sviluppata da Amgen e Allergan, ha raggiunto gli endopoint principali di uno studio di fase III dimostrando l'equivalenza clinica intermini di risposte oggettive (OR[...]

Ca al polmone, possibile beneficio in alcuni pazienti aggiungendo cetuximab alla chemio

L'aggiunta di cetuximab alla chemioterapia standard non ha migliorato gli outcome nella popolazione complessiva dei pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) dello studio SWOG S0819 un trial randomizzato di fase III presentato a De[...]

Mieloma multiplo avanzato/refrattario, bene nel primo paziente l'immunoterapia anti CD19 CTL019

Il primo paziente con mieloma multiplo avanzato e refrattario sottoposto a un'infusione dell'immunoterapia cellulare CTL019 ha ottenuto una risposta completa duratura senza sviluppare sindrome da rilascio di citochine. Il caso è descritto in un artic[...]

Ca al polmone squamoso, nivolumab si conferma meglio di docetaxel dopo la prima linea

L'inibitore del checkpoint immunitario nivolumab continua a superare docetaxel nel trattamento dei pazienti con un tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) squamoso avanzato. Lo dimostrano i risultati aggiornati dello studio Checkmate 017 tri[...]

Melanoma avanzato, GM-CSF e vaccino peptidico non allungano la vita

Né un vaccino peptidico né un trattamento con GM-CSF hanno migliorato la sopravvivenza in pazienti con melanoma localmente avanzato o in stadio IV dopo l'intervento chirurgico in uno studio di fase III dell'Eastern Cooperative Oncology Group (ECOG), [...]

Ca al polmone, bevacizumab adiuvante non migliora la sopravvivenza

L'aggiunta di bevacizumab alla chemioterapia adiuvante non ha migliorato gli outcome nei pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) in stadio iniziale, resecato, nello studio di fase III E1505, di cui sono stati presentati alcuni ri[...]

Linfoma indolente recidivato, obinutuzumab verso rituximab: risposta migliore, ma benefici ancora incerti

L'anticorpo anti-CD20 obinutuzumab ha migliorato le percentuali di risposta e ha mostrato un profilo di sicurezza accettabile rispetto a rituximab in pazienti con linfoma non Hodgkin indolente recidivato nello studio GAUSS, pubblicato di recente sul [...]

Ca ovarico platino-resistente, primi dati incoraggianti per nivolumab

L'anticorpo anti-PD-1 nivolumab ha dimostrato un'efficacia clinica e una tollerabilità incoraggianti in pazienti con un carcinoma ovarico avanzato o recidivato resistenti al platino in un trial di fase II pubblicato di recente sul Journal of Clinical[...]