Oncologia ed Ematologia

VIDEO

XX edizione del congresso del GOIM, gli oncologi dell'Italia centro meridionale


Cancro della mammella endocrino responsivo: cosa cambia in terapia con gli inibitori delle cicline


Biospsia liquida: cosa è e quando trova impiego in oncologia


Cancro del pancreas avanzato: quali sono i due standard di cura


Cancro al colon metastatico in fase avanzata: chemioterapia più terapie a bersaglio molecolare


Tumore della mammella HER2 positivo: quali sono gli attuali standard di cura


Terapia del cancro del colon retto metastatico: ruolo degli anticorpi monoclonali


Tumore della mammella triplo negativo: quali sono le attuali possibilità di cura


Chemioterapia neoadiuvante nel cancro della mammella: quando serve?


Tumore della mammella: utilità della soppressione degli estrogeni nella donna in pre menopausa


Metastasi epatiche a seguito di tumore del colon retto: quali sono stati i progressi?


Immunocompromissione, complicanze infettive delle terapie innovative in oncoematologia


Leucemie acute: nuove terapie e gestione delle infezioni fungine


Malattie linfoproliferative: epidemia delle infezioni e nuovi protocolli per ridurne l'impatto


Il progetto PERIPLO: la rete delle reti oncologiche


La Rete oncologica di Piemonte e Valle d'Aosta: un bilancio di 20 anni di lavoro


La Rete oncologica della Toscana: un bilancio di 20 anni di lavoro


Sardegna: cosa è cambiato in Sanità e il lavoro sulla Rete oncologica regionale


La rete oncologica del Lazio: primi risultati del progetto


La rete oncologica pugliese: obiettivi del progetto


La rete oncologica del Veneto: vantaggi per l'assistenza clinica e per la ricerca


La Rete oncologica della Toscana: obiettivi raggiunti e sfide per il futuro


ARTICOLI

Ca del colon-retto metastatico, panitumumab più FOLFOX6 offre un beneficio

I pazienti con un carcinoma colorettale metastatico RAS wild-type trattati con l'anti-EGFR panitumumab più il regime FOLFOX6 modificato hanno risposto più velocemente e in modo più duraturo rispetto a quelli trattati con l'anti-VEGF bevacizumab più F[...]

Ca al polmone con EGFR mutato, afatinib in prima linea migliora la sopravvivenza

I pazienti colpiti da un adenocarcinoma polmonare e portatori nel tumore di delezioni dell'esone 19 del gene dell'EGFR trattati in prima linea con afatinib hanno mostrato una sopravvivenza globale (OS) significativamente maggiore rispetto a quelli tr[...]

Tumore della mammella, Fda approva palbociclib con procedura di urgenza

Finalmente una buona notizia per la ricerca di Pfizer. Con procedura accelerata e due mesi prima del previsto, l'Fda ha approvato il nuovo anticancro palbociclib per la terapia del tumore della mammella in combinazione con letrozolo. Il farmaco è ind[...]

Ca al colon-retto metastatico, aggiunta di ramucirumab in seconda linea allunga la vita

L'aggiunta dell’inibitore dell’angiogenesi ramucirumab alla chemioterapia standard di seconda linea (FOLFIRI) ha ritardato in modo significativo la progressione della malattia e prolungato la sopravvivenza in pazienti con un tumore del colon-retto av[...]

Ca al colon-retto metastatico, sopravvivenza aumentata con FOLFIRI/ramucirumab in seconda linea

La combinazione di ramucirumab e FOLFIRI ha mostrato di migliorare la sopravvivenza globale (OS) rispetto al trattamento standard di seconda linea, rappresentato dal solo regime FOLFIRI, nei pazienti con carcinoma del colon-retto metastatico, la cui [...]

Oncologia, breaktrough designation per anti PD-1 di Roche nel ca polmonare

Anche Roche è in lizza per lo sviluppo dei farmaci anti PD-1, la classe di farmaci che costituisce la nuova frontiera dell'immunoterapia del cancro. Sebbene indietro rispetto a Msd e a Bms, l'azienda di Basilea intende giocare un ruolo da protagonist[...]

Ca al colon-retto metastatico, FOLFOXIRI/bevacizumab in prima linea migliora gli outcome

Nei pazienti con un carcinoma del colon-retto metastatico, il regime FOLFOXIRI in combinazione con bevacizumab è superiore al regime FOLFIRI più bevacizumab.

Ca al seno HER2+, basso rischio di recidiva dopo chemio adiuvante con paclitaxel e trastuzumab

Stando a i risultati di uno studio multicentrico di fase II appena pubblicato sul New England Journal of Medicine, nelle donne con un cancro al seno in stadio I HER-2-positivo, quelle che vanno incontro a una recidiva precoce dopo essere state sottop[...]

Ca alla vescica, chemio immediata post-intervento non allunga la vita

I pazienti con un carcinoma uroteliale della vescica sottoposti alla chemioterapia immediatamente dopo la cistectomia radicale o la linfoadenectomia bilaterale hanno mostrato una sopravvivenza globale (OS) non significativamente superiore a quella de[...]

Ecco perché il tumore del pancreas non risponde alla chemioterapia

Il tumore del pancreas è una delle neoplasie più letali. Recenti stime dell'American Cancer Society, rivelano che nel 2014 più di 46mila persone hanno ricevuto la diagnosi di questa malattia e di queste, più di 39mila sono decedute a causa del tumore[...]

Metformina potrebbe ridurre il rischio di tumore al polmone nei non fumatori

Da anni si parla del ruolo della metformina, farmaco usato per curare il diabete, nella prevenzione del cancro, ma finora gli studi avevano dato risultati contrastanti. Ora, una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Cancer Prevention Reaserch, spieg[...]

Ca al seno HER2+, linfociti infiltranti possibile biomerker per scegliere la terapia

Il livello di linfociti infiltranti il tumore (TIL) stromali può influire su quale sia trattamento più efficace nelle donne con un tumore al seno HER2-positivo, stando ai dati di uno studio presentato di recente al San Antonio Breast Cancer Symposium[...]

Ca ovarico platino-sensibile, aggiunta di olaparib alla chemio ritarda la progressione

L'aggiunta di olaparib alla chemioterapia a base di paclitaxel e carboplatino, seguita da una terapia di mantenimento con olaparib, ha prolungato in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto alla sola chemioterapia nel[...]

Ca al pancreas, aggiunta di TH-302 migliora la risposta e ritarda la progressione

L'aggiunta a gemcitabina di TH-302, un agente alchilante che viene attivato in condizioni di ipossia (presenti nella maggior parte dei tumori), ha migliorato notevolmente la sopravvivenza libera da progressione (PFS), la risposta tumorale e la rispos[...]

Ca al polmone, linifanib aggiunto alla chemio ritarda la progressione

L'aggiunta dell’inibitore tirosinchinasico linifanib a un regime chemioterapico a base di carboplatino e paclitaxel ha migliorato in modo significativo rispetto al placebo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) in un studio randomizzato di fas[...]

Leucemia linfoblastica acuta, regime pediatrico ok anche per i giovani adulti

Un ampio studio statunitense presentato a San Francisco all’ultimo congresso dell’American Society of Hematology (ASH), lo U.S. Intergroup Trial C10403, ha dimostrato che gli adolescenti e i adulti giovani con leucemia linfoblastica acuta trattati co[...]

Ca al seno triplo negativo avanzato, risposte durature con pembrolizumab

L’anticorpo monoclonale anti PD-1/PD-L1 pembrolizumab inizia a far parlare di sé, con dati interessanti, anche come possibile trattamento per il cancro al seno. In occasione del recente San Antonio Breast Cancer Symposium (SABCS), è stato presentato [...]

Nuovi agenti all’orizzonte per trattare il melanoma resistente agli inibitori di BRAF

Una nuovissima generazione di inibitori potrebbe fare il suo ingresso sulla scena nel trattamento del melanoma con BRAF mutante che sono diventati resistenti agli inibitori di BRAF. Un team di ricercatori inglesi, infatti, ha identificato due nuovi a[...]

Pictilisib attivo nel ca al seno ER-positivo

I risultati dello studio di fase II FERGI, presentato di recente al San Antonio Breast Cancer Symposium (SABCS), mostrano che l'aggiunta del PI3K-inibitore pictilisib a fulvestrant ha migliorato di 1,5 mesi la sopravvivenza libera da progressione (PF[...]

Ca al seno iniziale, soppressione ovarica riduce il rischio di recidiva prima della menopausa

Le pazienti in premenopausa con un carcinoma mammario in stadio iniziale e positivo al recettore degli estrogeni (ER) già sottoposte alla chemioterapia hanno mostrato di beneficiare dalla soppressione ovarica combinata con lo standard di cura, rappre[...]