Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Radioterapia nel tumore della prostata, sviluppi e collaborazione con altre specialità


Tumore della prostata, come riconoscerlo e diagnosticarlo precocemente


PDTA come gestione del rischio clinico nel tumore della prostata


Tumore della prostata, la best practice dell'Ospedale Buccheri La Ferla di Palermo


PDTA del tumore della prostata, i risultati ad un anno dall'attivazione all'Ospedale Buccheri La Ferla


Tumore della prostata, all'Ospedale Buccheri La Ferla di Palermo è attivo un PDTA certificato


B-SIDE, il primo spettacolo teatrale che porta in scena l'emofilia


Sindromi mielodisplastiche, terapia ferro-chelante con deferasirox allunga la sopravvivenza senza eventi


Emofilia A: sbarca in Italia emicizumab, si apre una nuova era per i pazienti con inibitori


Emofilia A e inibitori del fattore VIII, cosa sono e come gestire il problema


Qual è la spesa farmaceutica al netto di rimborsi condizionati e pay back?


Il costo del mieloma multiplo nella real life italiana


Il percorso di assistenza e di cura del paziente con mieloma multiplo


Evoluzione nella cura del mieloma multiplo. Il problema delle recidive


Quali sono i problemi che devono affrontare i pazienti guariti da un tumore?


Quale sarà l'impatto dei biosimilari nella realtà italiana? Ce lo rivela uno studio del CEIS


Oncologia italiana a livelli di eccellenza. Aspetti positivi del modello del nostro Paese


Linfoma follicolare ritrattato, lenalidomide aggiunta a rituximab allontana la progressione


Beta-talassemia, luspatercept riduce il bisogno di trasfusioni nei pazienti anemici


Sindromi mielodisplastiche, con luspatercept servono meno trasfusioni nei pazienti anemici


Linfoma follicolare, obinutuzumab si conferma meglio di rituximab nel ritardare la progressione


Linfoma diffuso a grandi cellule B, aggiunta di polatuzumab può raddoppiare la sopravvivenza nei casi non idonei al trapianto


ARTICOLI

Ca al polmone resistente, incoraggianti i primi dati su rociletinib

Rociletinib, un inibitore della tirosin-chinasi dell'EGFR di terza generazione diretto contro le mutazioni che causano resistenza al trattamento, ha mostrato un'attività antitumorale sostenuta contro il tumore al polmone non a piccole cellule resiste[...]

Sarcoma dei tessuti molli, trabectedina non frena la progressione

In uno studio di fase IIb pubblicato di recente online sullo European Journal of Cancer, trabectedina non è riuscita a migliorare la sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto a doxorubicina come terapia di prima linea per il sarcoma dei tes[...]

Leucemia linfoblastica acuta, inotuzumab ozogamicin meglio dello standard in termini di remissione

Il trattamento con il coniugato farmaco-anticorpo inotuzumab ozogamicin ha migliorato in modo significativo le percentuali di remissione ematologica completa rispetto alla chemioterapia standard in pazienti adulti con leucemia linfoblastica acuta rec[...]

Omega-3 non meglio del placebo contro il dolore muscolo-scheletrico da inibitori dell'aromatasi

L'assunzione di acidi grassi omega-3 in capsule ha migliorato in modo sostanziale e duraturo l'artralgia indotta dagli inibitori dell'aromatasi, ma non in modo significativamente superiore al placebo, in uno studio pubblicato di recente sul Journal o[...]

Ca al polmone, possibile legame tra uso di statine e minor rischio di decesso

Uno studio di popolazione pubblicato di recente sulla rivista Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention fornisce alcune prove del fatto che l'uso di statine è legato a tassi inferiori di mortalità dovuta specificamente al cancro tra i pazienti aff[...]

Ca neuroendocrino a grandi cellule polmonare, chemio adiuvante pare ridurre la sopravvivenza

I pazienti sottoposti a chemioterapia adiuvante per un carcinoma neuroendocrino a grandi cellule polmonare hanno mostrato una sopravvivenza a 3 anni inferiore rispetto a quelli che non sono stati sottoposti al trattamento adiuvante in uno studio mult[...]

Vaccino quadrivalente anti-HPV, primi benefici già nelle adolescenti

La vaccinazione con il vaccino quadrivalente anti-papillomavirus umano (HPV) è in grado di ridurre la displasia cervicale e le verruche (o condlomi) genitali già nelle adolescenti tra i 14 e i 17 anni di età. Lo evidenzia uno studio uscito di recente[...]

Ca epatocellulare, sorafenib allunga la vita in presenza di diffusione extraepatica

Una monoterapia con l'inibitore delle tirosin chinasi sorafenib può prolungare la sopravvivenza dei pazienti affetti da un carcinoma epatocellulare con diffusione extraepatica nei quali la malattia è sotto controllo. Lo evidenzia uno studio di autori[...]

Ca al seno, MM-302 promettente nel tumore HER2+ pesantemente pretrattato

MM-302, un agente formato da doxorubicina liposomiale coniugata con un anticorpo, diretto contro il recettore del fattore di crescita epidermico umano di tipo 2 (HER2), in monoterapia o in combinazione con trastuzumab oppure con trastuzumab e ciclofo[...]

Melanoma avanzato, risposte durature a T-VEC e GM-CSF legate a sopravvivenza più lunga

I pazienti con un melanoma non resecato in stadio IIIB, IIIC o IV che hanno raggiunto una risposta duratura a talimogene laherparepvec (T-VEC) o il fattore stimolante le colonie di granulociti-macrofagi hanno dimostrato una sopravvivenza globale (OS)[...]

Vismodegib non centra il bersaglio nel carcinoma basocellulare

L'inibitore del pathway di Hedgehog vismodegib non ha centrato l'endpoint primario di efficacia, (rappresentato da percentuali di celarance istologica predefinite) in pazienti con carcinoma basocellulare trattati con il farmaco prima dell'escissione [...]

Immunoterapia IMCgp100 attiva contro il melanoma avanzato, anche oculare

L'immunoterapia sperimentale IMCgp100, sviluppata dalla biotech inglese Immunocore, si è dimostrata attiva come trattamento del melanoma in fase avanzata, in particolare del melanoma oculare, in uno studio di fase I/II tuttora in corso. Alcuni dati d[...]

CIPOMO, nuovo presidente e manifesto per la green oncology

Importanti novità dal CIPOMO, il Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri, che tiene a Milano il suo XIX Congresso Nazionale.

ASCO 2015: da Bms primi dati di fase III per nivolumab nel polmone ed elotuzumab nel mieloma multiplo

Si scaldano i motori in attesa dell'ASCO, il più importante congresso al mondo in oncologia che si terrà a Chicago il prossimo 29 maggio – 2 giugno. Con un comunicato, Bristol-Myers Squibb ha anticipato che all'ASCO saranno presentati nuovi important[...]

Favo: “servono 1.070 giorni per accedere ai nuovi farmaci anti-cancro"

Servono circa tre anni, 1.070 giorni, perché un farmaco anti-cancro sia disponibile per i pazienti italiani. In particolare sono richiesti 400 giorni per l’approvazione da parte dell’agenzia regolatoria europea (EMA, comprensivi di “clock-stop”) e ci[...]

Cancro del polmone, bene in fase II l'anti PD-L1 di Roche

Roche ha reso noto che i dati ad interim di uno studio di fase II che sarà presentato in esteso all'ASCO dimostrano come l'anti PD-L1 della società di Basilea noto come MPDL3280A rispetto a docetaxel ha raddoppiato la sopravvivenza (overall survival [...]

Ca al polmone avanzato, monoterapia con nivolumab efficace nei pazienti già trattati

Il trattamento con l'inibitore del checkpoint immunitario PD-1 nivolumab in monoterapia ha portato a percentuali di risposta e di sopravvivenza globale (OS) decisamente incoraggianti in un gruppo di pazienti un tumore al polmone non a piccole cellule[...]

Immunoterapia cellulare anti-HER2 promettente contro il sarcoma

Cellule T ingegnerizzate in modo da esprimere un recettore chimerico specifico per l'antigene HER2 si sono dimostrate promettenti come trattamento per il sarcoma HER-2 positivo in un piccolo studio di fase I/II uscito da poco sul Journal of Clinical [...]

Melanoma avanzato, trametinib più dabrafenib migliora la qualità della vita e riduce il dolore

L'aggiunta di trametinib a dabrafenib migliora la qualità di vita correlata alla salute e riduce il dolore nei pazienti con melanoma metastatico con la mutazione BRAF V600. Lo dimostrano i risultati di uno studio randomizzato di fase III, pubblicati [...]

Lenvatinib promette bene contro il ca tiroideo avanzato refrattario al radioiodio

L'inibitore multi-target delle tirosin-chinasi lenvatinib si è dimostrato promettente in uno studio di fase II su pazienti con un carcinoma della tiroide differenziato, refrattario al radioiodio e avanzato. Il lavoro è stato da poco pubblicato online[...]