Oncologia ed Ematologia

VIDEO

XX edizione del congresso del GOIM, gli oncologi dell'Italia centro meridionale


Cancro della mammella endocrino responsivo: cosa cambia in terapia con gli inibitori delle cicline


Biospsia liquida: cosa è e quando trova impiego in oncologia


Cancro del pancreas avanzato: quali sono i due standard di cura


Cancro al colon metastatico in fase avanzata: chemioterapia più terapie a bersaglio molecolare


Tumore della mammella HER2 positivo: quali sono gli attuali standard di cura


Terapia del cancro del colon retto metastatico: ruolo degli anticorpi monoclonali


Tumore della mammella triplo negativo: quali sono le attuali possibilità di cura


Chemioterapia neoadiuvante nel cancro della mammella: quando serve?


Tumore della mammella: utilità della soppressione degli estrogeni nella donna in pre menopausa


Metastasi epatiche a seguito di tumore del colon retto: quali sono stati i progressi?


Immunocompromissione, complicanze infettive delle terapie innovative in oncoematologia


Leucemie acute: nuove terapie e gestione delle infezioni fungine


Malattie linfoproliferative: epidemia delle infezioni e nuovi protocolli per ridurne l'impatto


Il progetto PERIPLO: la rete delle reti oncologiche


La Rete oncologica di Piemonte e Valle d'Aosta: un bilancio di 20 anni di lavoro


La Rete oncologica della Toscana: un bilancio di 20 anni di lavoro


Sardegna: cosa è cambiato in Sanità e il lavoro sulla Rete oncologica regionale


La rete oncologica del Lazio: primi risultati del progetto


La rete oncologica pugliese: obiettivi del progetto


La rete oncologica del Veneto: vantaggi per l'assistenza clinica e per la ricerca


La Rete oncologica della Toscana: obiettivi raggiunti e sfide per il futuro


ARTICOLI

Ca al polmone metastatico, continuare afatinib dopo la progressione migliora la PFS

Continuare a inibire l'EGFR anche dopo la progressione dopo il trattamento con afatinib più paclitaxel migliora in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) e la percentuale di risposta obiettiva (ORR) rispetto alla sola chemio[...]

Tumore alla prostata: «Uomini, prima di decidere cosa fare pensateci e informatevi»

La cura migliore per il tumore alla prostata? Impossibile dare una risposta univoca ai quasi 43mila italiani che ogni anno si trovano a dover fare i conti con questa diagnosi. «Non esiste il trattamento giusto in assoluto - spiegano gli specialisti d[...]

Trastuzumab, conferme anche long term di una buona sicurezza cardiovascolare

I risultati di uno studio a lungo termine pubblicati sul Journal of Clinical Oncology hanno confermato che l'impiego di trastuzumab è associato a una bassa incidenza di eventi quando somministrato in sequenza dopo la chemioterapia e la radioterapia. [...]

Ca al seno metastatico, fattibile senza rischi un'assunzione meno frequente di bifosfonati

Le donne con un tumore al seno con metastasi ossee possono ridurre la frequenza di somministrazione dei bifosfonati dopo il primo anno di terapia, nel quale i bifosfonati sono assunti una volta al mese e in questo modo, si può anche ridurre il rischi[...]

Rabdomiosarcoma, promettente temsirolimus aggiunto alla chemio

L'aggiunto di temsirolimus alla chemioterapia permette di prolungare la sopravvivenza libera da eventi (EFS) nei bambini affetti da rabdomiosarcoma (RMS), il sarcoma dei tessuti molli più comune nella popolazione pediatrica. A suggerirlo è uno studio[...]

Ca al polmone avanzato; aggiunta di ramucirumab a docetaxel in seconda linea allunga la vita

L'aggiunta dell'anticorpo monoclonale anti-VEGF2 ramucirumab a docetaxel in seconda linea permette di migliorare in modo significativo rispetto al solo docetaxel la sopravvivenza globale (OS) e altri outcome, tra cui la sopravvivenza libera da progre[...]

Ca al polmone: flop di onartuzumab in fase III, forse sbagliata la selezione dei pazienti

L'aggiunta del nuovo anticorpo monoclonale anti-MET onartuzumab (MetMAb) all'anti-EGFR erlotinib non ha migliorato gli outcome nei pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) MET-positivi nello studio pivotal METLung (OAM4971g), pres[...]

Ca al polmone, ceritinib riduce estensione nei pazienti ALK+

Nuovi dati presentati all’ASCO dimostrano che ceritinib (precedentemente noto come LDK378) ha ridotto l’estensione dei tumori nei pazienti con NSCLC ALK+ (carcinoma polmonare non a piccole cellule positivo per ALK [chinasi del linfoma anaplastico]), [...]

Leucemia linfocitica cronica recidivante, farmaco di Gilead promettente in fase II

In occasione della 50ma edizione della riunione annuale della Società americana di oncologia clinica (American Society of Clinical Oncology, ASCO) a Chicago sono stati presentatati i risultati ad interim aggiornati derivati da uno studio di Fase II ([...]

Ca alla prostata metastatico, si vive un anno in più con docetaxel aggiunto alla terapia ormonale

L'aggiunta di docetaxel alla terapia di deprivazione androgenica (ADT) ha migliorato di più di un anno la sopravvivenza globale (OS) in pazienti con un carcinoma della prostata metastatico nello studio CHAARTED, un trial randomizzato e controllato pr[...]

Ca ovarico, promette bene la combinazione olaparib-cediranib

Uno studio multicentrico di fase II appena presentato al congresso dell'American Society of Clinical Oncology lascia intravedere la possibilità di curare il caricinoma ovarico solo con farmaci mirati e senza la chemioterapia.

AstraZeneca, buoni dati dall'ASCO per la pipeline oncologica

AstraZeneca presenta oggi al congresso annuale 2014 dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO) i risultati ottenuti dai suoi nuovi farmaci immunoterapici sperimentali, con focus su MEDI4736. In generale, gli studi hanno dimostrato un'attività [...]

Tumori solidi: inibitore delle tirosin chinasi studiato in Italia, promettenti dati presentati all'ASCO

Nuove speranze nella lotta ai tumori solidi. Sono stati presentati al 50 ° Meeting Annuale della American Society of Clinical Oncology (ASCO ) a Chicago i risultati parziali della sperimentazione clinica di fase 1 della nuova molecola ad attività far[...]

Tumore del polmone: afatinib migliora la sopravvivenza del 19%

Un'analisi, che ha combinato i dati di due studi di Fase III (LUX-Lung 3 e LUX-Lung 6), dimostra che il trattamento con afatinib in prima linea riduce il rischio di mortalità del 19% in pazienti colpiti da carcinoma polmonare non a piccole cellule (N[...]

Melanoma, conferme per associazione nivolumab e ipilimumab

Presentati al 50° Congresso annuale della Società Americana di Oncologia Clinica (ASCO) i risultati del follow-up dallo Studio 004, trial di fase 1b a bracci multipli ‘dose-ranging' che ha valutato la sicurezza e l'attività del regime di combinazione[...]

Melanoma e tumore del polmone, dall' ASCO conferme per l'immunoterapia sperimentale pembrolizumab

Si aprono nuove prospettive nel trattamento di forme tumorali particolarmente aggressive e con limitate opzioni terapeutiche, come il melanoma in fase avanzata e il tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC), grazie a una molecola innovativa, i[...]

Linfoma cutaneo, combinazione di rituximab e polichemioterapia migliora la sopravvivenza

L'impiego di una combinazione di rituximab e polichemioterapia ha migliorato le percentuali di sopravvivenza nei pazienti con linfoma cutaneo primitivo diffuso a grandi cellule B delle gambe (PCDLBCL-LT), in uno studio multicentrico retrospettivo app[...]

Linfoma indolente a cellule B correlato all'HCV, outcome migliori con la terapia antivirale

I pazienti affetti da un linfoma non-Hodgkin (LNH) a cellule B correlato all'epatite C sottoposti alla terapia antivirale mostrano una regressione del tumore e un miglioramento della sopravvivenza globale (OS). A suggerirlo sono i risultati di uno st[...]

Ipilimumab delude nel ca alla prostata metastatico con metastasi ossee

Ipilimumab non ha aumentato in modo significativo rispetto al placebo la sopravvivenza globale (OS) nei pazienti con un cancro alla prostata metastatico resistente alla castrazione chimica e con metastasi ossee. A evidenziarlo è lo studio di fase III[...]

Carcinoma mammario in stadio avanzato, analisi aggregata di due studi di fase III indica che eribulina migliora la sopravvivenza

I dati di un'analisi aggregata presentata al 50mo congresso annuale dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO) confermano ulteriormente che eribulina migliora la sopravvivenza globale (OS) di pazienti affette da carcinoma mammario in stadio av[...]