Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Tumore del rene, i segnali da cogliere per riconoscerlo


Tumore del rene, quali sono le terapie più recenti


Ca prostatico, le attuali sfide terapeutiche e l'importanza della multidiciplinarietà


Ca prostatico, la sfida della gestione dei pazienti politrattati


Ca prostatico e terapie ormonali, quanto contano sicurezza e qualità di vita?


Ca prostatico,l'importanza della maneggevolezza nella scelta delle terapie


Ca prostatico, il ruolo del radioterapista e della radioterapia nell'utilizzo dei farmaci ormonali


Al Prof. Giampaolo Merlini il prestigioso riconoscimento dell’American Society of Hematology


Talassemia: terapia genica, nuovi farmaci e trapianto


Mieloma multiplo: trapianto, doppio trapianto e CAR-T cell


Mieloma multiplo, nuove conferme per lenalidomide come terapia di mantenimento


Linfomi non Hodgkin: farmaci biologici, immunoterapia e CAR-T cell


Linfoma di Hodgkin avanzato, brentuximab vedotin in prima linea batte la terapia standard


Prevenzione del tromboembolismo venoso nei pazienti oncologici, gli agenti orali sono efficaci?


Leucemia linfatica cronica: nuove combinazioni di farmaci e immunoterapia


Tumore al seno, conferme per ribociclib anche in premenopausa (studio MONALEESA-7)


Emofilia A: terapia genica e nuovi farmaci


Ca mammario precoce, nab-paclitaxel più efficace di paclitaxel anche a lungo termine


Importanza e impatto della target therapy nella leucemia linfatica cronica


Quali sono, nel 2017, gli algoritmi terapeutici per i pazienti con leucemia linfatica cronica?


Leucemia linfatica cronica, esperienze a lungo termine con gli inibitori del B-cell receptor


Leucemia linfatica cronica, qual è la migliore sequenza con i nuovi farmaci mirati?


ARTICOLI

Ca del colon retto avanzato, in prima linea cetuximab meglio dell'anti VEGF

Il trattamento di prima linea con cetuximab più la chemioterapia FOLFIRI offre un vantaggio di sopravvivenza di circa 4 mesi ai pazienti con carcinoma del colon-retto metastatico rispetto a bevacizumab più FOLFIRI. A evidenziarlo sono i risultati del[...]

Ca al seno, paclitaxel settimanale ugualmente efficace e meno tossico che ogni 15 gg

Alcuni risultati dello studio S0221, un trial randomizzato di fase III del Southwest Oncology Group (SWOG), presentati in occasione dell'ASCO mostrano che nelle pazienti colpite da un cancro al seno si può ottenere lo stesso controllo della malattia,[...]

Leucemia linfatica cronica, aggiunta di obinutuzumab alla chemio migliora gli outcome

L'aggiunta di obinutuzumab, nuovo anticorpo monoclonale sperimentale anti-CD20, alla chemioterapia standard migliora gli outcome nei pazienti con leucemia linfatica cronica (LLC) anziani e più malati, forse più che l'aggiunta di rituximab. È questo i[...]

Ca al polmone, aggiunta di ganetespib a docetaxel migliora gli outcome

L'aggiunta a docetaxel di ganetespib, un inibitore della heat shock protein 90 (Hsp90) sviluppato da Synta Pharmaceuticals, ha migliorato la sopravvivenza rispetto al solo docetaxel in pazienti con adenocarcinoma polmonare nello studio GALAXY-2, un t[...]

Ca al pancreas avanzato, aggiunta del vaccino GV1001 alla chemio non allunga la vita

Non tutte le immunoterapie antitumorali di cui si è parlato al congresso annuale dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO) hanno brillato per efficacia. È il caso del vaccino GV1001, un vaccino peptidico anti-telomerasi sviluppato da GemVax, [...]

Ca ovarico avanzato, chemio più frequente migliora la qualità di vita e non mina l'efficacia

Accorciare l'intervallo tra le sedute di chemioterapia può migliorare la qualità di vita nelle donne colpite da un tumore ovarico avanzato senza minarne l'efficacia. È quanto è successo nello studio MITO-7, un trial randomizzato internazionale di fas[...]

Nintedanib più chemio allunga la vita dei pazienti con adenocarcinoma polmonare

I risultati dello studio clinico registrativo, di Fase III LUME-Lung 1 mostrano che nintedanib, un farmaco sperimentale triplo inibitore dell'angiochinasi, somministrato in aggiunta a docetaxel, ha allungato la vita dei pazienti con adenocarcinoma po[...]

Ca polmonare EGFR +, nuove conferme in fase III per afatinib

I risultati dello studio LUX-Lung 6, presentati in occasione del Congresso della Società Americana di Oncologia Clinica – ASCO 2013, mostrano che i pazienti trattati con il farmaco sperimentale innovativo afatinib hanno avuto una sopravvivenza liber[...]

Selumetinib promettente in fase II contro il melanoma uveale

Per la prima volta, una terapia sistemica dimostra di essere efficace in una forma rara di melanoma che colpisce l'occhio, il melanoma uveale. Uno studio di fase II appena presentato al congresso dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO), a C[...]

Ca ovarico avanzato, pazopanib dopo la chemio frena la progressione

L'aggiunta di pazopanib alla terapia standard ha aumentato la sopravvivenza libera da progressione (PFS) in un gruppo di donne con carcinoma ovarico avanzato nello studio AGO-OVAR16, un trial internazionale di fase III presentato in occasione dell'ul[...]

Melanoma metastatico, aggiunta di GM-CSF a ipilimumab può allungare la vita

L'aggiunta di un fattore di crescita all'anticorpo monolonale ipilimumab può migliorare in modo significativo la sopravvivenza globale (OS) nei pazienti con melanoma metastatico. È quanto emerge da uno studio randomizzato proof-of-concept di fase II,[...]

Sorafenib, dati positivi nel ca alla tiroide

Presentati al congresso ASCO di Chicago i dati positivi dello studio di fase III DECISION che ha valutato l'uso di sorafenib in pazienti affetti da tumore differenziato della tiroide localmente avanzato o metastatico, refrattario al radio-iodio. So[...]

Ca al seno, 10 anni di tamoxifene meglio di 5 per prevenire decessi e ricadute

Sono appena stati presentati al congresso dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO) i risultati dello studio randomizzato aTTom (adjuvant Tamoxifen Treatment offers more?), un ampio trial inglese da cui emerge che 10 anni di trattamento adiuv[...]

Lambrolizumab promettente in fase I contro il melanoma metastatico

Il trattamento con nuovo anticorpo sperimentale anti-PD-1 lambrolizumab (noto anche come MK-3475, sviluppato da MSD) ha mostrato percentuali di risposta incoraggianti in pazienti con melanoma avanzato, compresi quelli andati in progressione durante l[...]

Melanoma, all'Asco il primo studio che combina nivolumab e ipilimumab

Bristol-Myers Squibb annuncia oggi i risultati dello Studio 004, studio di fase 1 'dose-ranging' (n = 86) che ha valutato la sicurezza e l'attività anti-tumorale del suo bloccante del recettore PD-1, nivolumab, combinato con ipilimumab sia in sommini[...]

Virus dell'herpes “riconvertito” diventa un'arma contro il melanoma

Un particolare tipo di virus dell'Herpes, re-ingegnerizzato per uccidere le cellule tumorali, può ridurre i tumori e prolungare la vita dei pazienti affetti da melanoma. Lo dimostrano i dati di uno studio di fase III condotto da Amgen presentato al c[...]

Leucemia: presentati all'ASCO i risultati di obinutuzumab, anti-CD20 di seconda generazione

I risultati dello studio CLL 11 di fase III condotto su 781 pazienti con Leucemia Linfatica Cronica (CLL), presentati al meeting annuale dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO), hanno dimostrato che GA101 in associazione a clorambucil (chem[...]

Oncologia, all'ASCO presentati i dati sull'anticorpo immunoterapico sperimentale anti-PDL1

Roche presenterà nuovi importanti dati sull’anticorpo anti-PDL1 MPDL3280A (noto anche come RG7446) al 49° meeting annuale dell’American Society of Clinical Oncology. Il MPDL3280A è un farmaco sperimentale progettato per rendere le cellule tumorali pi[...]

Antiacidi proteggono da rischio cancro dovuto ad iperacidità

I comuni antiacidi potrebbero aiutare a proteggere i pazienti che hanno bruciori di stomaco dallo sviluppo di tumori squamosi della faringe e della laringe, stando ai dati di un ampio studio osservazionale che ha valutato l'associazione tra il reflus[...]

Possibile riduzione del rischio di ca alla vescica con la cannabis

Il consumo di cannabis pare essere collegato a una riduzione significativa del rischio di cancro alla vescica, stando ai risultati di uno studio epidemiologico del Kaiser Permanente, presentato al recente congresso dell'American Urological Associatio[...]