Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Linfoma cutaneo: descrizione, sottotipi e diagnosi


Linfoma cutaneo, dalla ricerca nuove possibilità di cura


Tromboembolismo venoso e cancro, ruolo dei nuovi anticoagulanti orali


Mieloma multiplo, terapie attuali e prospettive


Mieloma multiplo, dove va la ricerca?


Mieloma multiplo, il ruolo del trapianto di cellule staminali


Mieloma multiplo: riflessioni sull'oggi con uno sguardo al domani


Cancro al polmone, al via il progetto per migliorare accesso al test di ALK


Il cancro al polmone non a piccole cellule ALK+, che cos'è e come si cura


I riarrangiamenti di ALK nel cancro al polmone, cosa sono e come si scoprono


Tumore prostata resistente alla castrazione, apalutamide ritarda le metastasi di 2 anni


Tumore prostata metastatico ormono-sensibile, nuovi dati dello studio LATITUDE su abiraterone


Novità nella terapia del tumore alla prostata resistente alla castrazione non metastatico


Cos'è il tumore alla prostata resistente alla castrazione non metastatico


Carcinoma uroteliale avanzato, 6 fattori clinici predicono sopravvivenza con atezolizumab


Tumore prostata ricorrente, PET con fluciclovina aiuta nelle decisioni terapeutiche


Tumore alla prostata ad alto rischio: docetaxel migliora la qualità di vita (studio STAMPEDE)


Carcinoma renale avanzato: combinazione axitinib e pembrolizumab migliora la sopravvivenza


Tumori tratto urinario superiore, chemio adiuvante migliora sopravvivenza libera da malattia


Tumore prostata resistente alla castrazione, enzalutamide raddoppia sopravvivenza senza metastasi


Palbociclib, una nuova arma terapeutica per il tumore al seno metastatico


Tumore al seno metastatico, caratteristiche della forma HR+/HRE2-


ARTICOLI

NSCLC, aggiunta di cetuximab alle chemio in seconda linea non offre vantaggi

L'aggiunta dell'anti EGFR cetuximab alla chemioterapia non può più essere considerata un'opzione valida di terapia di seconda linea per i pazienti che hanno un cancro al polmone non a piccole cellule (NSCLC) in stadio avanzato. È questa la conclusion[...]

Positivi i dati ad interim di nuovo farmaco di Gilead per la leucemia linfocitica cronica già trattata

Gilead Sciences ha annunciato i risultati ad interim derivati da uno studio in aperto e a braccio singolo di Fase 2 per la valutazione di GS-9973, un inibitore orale sperimentale della tirosin-chinasi della milza (spleen tyrosine kinase, Syk), per il[...]

Emofilia B, profilassi con nuovo fattore IX ricombinante altamente efficace contro le emorragie

Il trattamento di profilassi con un nuovo fattore IX della coagulazione ricombinante a lunga durata d'azione, che permette di ridurre la frequenza delle infusioni, si è dimostrato sicuro ed efficace nel prevenire e ridurre gli eventi emorragici nei p[...]

Ca al seno, meno G-CSF per contenere i costi fa impennare la neutropenia febbrile

La riduzione dell'uso del G-CSF come profilassi per contrastare la neutropenia febbrile nelle donne sottoposte a una chemioterapia per il cancro al seno ha portato a aumento di oltre cinque volte del rischio di episodi di questa complicanza in uno st[...]

Leucemia linfatica cronica, ibrutinib efficace anche nel lungo periodo

Uno studio appena presentato al Congresso dell'American Society of Hematology (ASH) di New Orleans mostra che il farmaco sperimentale ibrutinib, sviluppato da Johnson & Johnson e Pharmacyclics, è efficace anche nel lungo periodo nel controllare la pr[...]

Leucemia linfatica cronica, fase I positiva per inibitore di BCL-2 di AbbVie

Un farmaco sperimentale di AbbVie, conosciuto con la sigla ABT-199 e sviluppato per la terapia di vari tipi di tumori ematologici, è in grado di controllare o eliminare i segni della leucemia linfatica cronica in più dell'80% dei pazienti affetti dal[...]

Leucemia linfatica cronica, un anno di sopravvivenza in più con obinutuzumab

Presentati oggi nella Sessione Scientifica Plenaria del Congresso Annuale della Società Americana di Ematologia (ASH) (Abstract n. 60276) i dati dello studio CLL11. Questo studio di fase III, condotto in collaborazione con il German CLL Study Group, [...]

Mieloma, primi dati di fase III positivi per nuovo inibitore dell'istone deacetilasi di Novartis

Novartis ha annunciato i risultati preliminari di uno studio di fase III denominato PANORAMA-1, condotto sul farmaco sperimentale LBH589 (panobinostat) in combinazione con bortezomib e desametasone in pazienti con mieloma multiplo recidivante o recid[...]

Leucemia mieloide cronica, risposta molecolare profonda a imatinib predittiva di aumento della sopravvivenza

Uno studio randomizzato appena pubblicato online sul Journal of Clinical Oncology mostra che la maggioranza dei pazienti con leucemia mieloide cronica (LMC) trattati con una terapia a base di imatinib ha raggiunto una risposta molecolare profonda, e [...]

Astellas avvia fase III per enzalutamide nel carcinoma alla prostate non metastatico

Le società Medivation e Astellas Pharma hanno annunciato che è stato arruolato il primo paziente di uno studio di fase III denominato PROSPER, che valuterà la sicurezza e l’efficacia di enzalutamide in pazienti con tumore alla prostata non in fase m[...]

Il fumo aumenta del 70% il rischio del tumore del Pancreas

Nasce l'alleanza oncologi-medici di famiglia per la prevenzione Il prof. Cascinu: “Vogliamo aumentare le diagnosi precoci e cambiare la storia della malattia: rafforziamo la collaborazione con il territorio”. Al via il tour ‘PanCrea' per sensibilizza[...]

Tumore del seno: conferme italiane per la radioterapia intraoperatoria

Uno studio dell'Istituto Europeo di Oncologia e dell'University College London pubblicati su Lancet confermano l'efficacia della radioterapia durante l'intervento chirurgico.

Ca renale metastatico, axitinib in prima linea non frena la progressione più di sorafenib

Nei pazienti con carcinoma a cellule renali (CCR) metastatico, il trattamento di prima linea con l'inibitore delle tirosin chinasi di seconda generazione axitinib non migliora in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispet[...]

Melanoma avanzato, combinazione dabrafenib e trametinib migliora di 3 mesi la sopravvivenza

Un gruppo di pazienti con melanoma metastatico trattati con una combinazione dell'inibitore di BRAF dabrafenib e dell'inibitore di MEK trametinib (entrambi sviluppati da GlaxoSmithKline) ha raggiunto una sopravvivenza globale (OS) mediana di 23,8 mes[...]

Carcinoma pancreatico, per ora Aifa dice ‘no' al Nab paclitaxel. Bisogna aspettare l'Ema.

Quando il carcinoma pancreatico arriva in fase metastatica o quando il paziente non può essere sottoposto a chemioterapia, è un nemico davvero difficile da sconfiggere: solo il 2% dei pazienti sopravvive a 5 anni. Si tratta di un tumore raro, in Ital[...]

Ca al seno, rash a lapatinib possibile marker di risposta migliore al farmaco

Un'analisi dello studio di fase III NeoALTTO, appena pubblicata sul Journal of Clinical Oncology, mostra che lo sviluppo di rash cutaneo come effetto collaterale del trattamento con lapatinib nelle donne anziane con un cancro al seno HER2-positivo è [...]

Melanoma metastatico, lambrolizumab ancora più efficace in fase I prolungando il follow-up

Il trattamento con l'anticorpo sperimentale anti-PD-1 lambrolizumab (noto anche come MK-3475, sviluppato da Merck) ha permesso di arrivare a una percentuale di sopravvivenza globale a un anno (OS) dell'81% nei pazienti con melanoma avanzato, stando a[...]

Melanoma, immunoterapia virale oncolitica promettente sulla sopravvivenza globale

Il trattamento con talimogene laherparepvec (T-vec, un'immunoterapia virale oncolitica contro il melanoma, sviluppata da Amgen e basata su particolare tipo di herpesvirus ‘riconvertito' in modo da per uccidere le cellule tumorali) sembra prolungare d[...]

Tumore del polmone, è sempre emergenza.

Identificate le sequenze di DNA difettoso, scovata con un test la mutazione specifica, non resta che “disegnare” in laboratorio il farmaco mirato, capace di colpire l’anomalia molecolare che fa impazzire le cellule, facendole moltiplicare all’infinit[...]

Exemestane, possibili ulteriori benefici oltre all'inibizione dell'aromatasi

L'exemestane, un inibitore dell'aromatasi ampiamente usato per il trattamento delle donne in post- menopausa colpite da un tumore al seno positivo al recettore per gli estrogeni (ER), potrebbe avere anche altri benefici oltre a quello comprovato di i[...]