Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Leucemia mieloide acuta, arriva in Italia midostaurina


Leucemia mieloide acuta, diagnosi precoce e standardizzata oggi possibile grazie a LabNet


Tumori testa-collo: cosa sono e come riconoscerli precocemente


Una campagna europea di sensibilizzazione sui tumori testa-collo


Cancro, terapie mirate: 100 domande e 100 risposte in un libro AIOM


XX edizione del congresso del GOIM, gli oncologi dell'Italia centro meridionale


Cancro della mammella endocrino responsivo: cosa cambia in terapia con gli inibitori delle cicline


Biospsia liquida: cosa è e quando trova impiego in oncologia


Cancro del pancreas avanzato: quali sono i due standard di cura


Cancro al colon metastatico in fase avanzata: chemioterapia più terapie a bersaglio molecolare


Tumore della mammella HER2 positivo: quali sono gli attuali standard di cura


Terapia del cancro del colon retto metastatico: ruolo degli anticorpi monoclonali


Tumore della mammella triplo negativo: quali sono le attuali possibilità di cura


Chemioterapia neoadiuvante nel cancro della mammella: quando serve?


Tumore della mammella: utilità della soppressione degli estrogeni nella donna in pre menopausa


Metastasi epatiche a seguito di tumore del colon retto: quali sono stati i progressi?


Immunocompromissione, complicanze infettive delle terapie innovative in oncoematologia


Leucemie acute: nuove terapie e gestione delle infezioni fungine


Malattie linfoproliferative: epidemia delle infezioni e nuovi protocolli per ridurne l'impatto


Il progetto PERIPLO: la rete delle reti oncologiche


La Rete oncologica di Piemonte e Valle d'Aosta: un bilancio di 20 anni di lavoro


La Rete oncologica della Toscana: un bilancio di 20 anni di lavoro


ARTICOLI

Antiacidi proteggono da rischio cancro dovuto ad iperacidità

I comuni antiacidi potrebbero aiutare a proteggere i pazienti che hanno bruciori di stomaco dallo sviluppo di tumori squamosi della faringe e della laringe, stando ai dati di un ampio studio osservazionale che ha valutato l'associazione tra il reflus[...]

Possibile riduzione del rischio di ca alla vescica con la cannabis

Il consumo di cannabis pare essere collegato a una riduzione significativa del rischio di cancro alla vescica, stando ai risultati di uno studio epidemiologico del Kaiser Permanente, presentato al recente congresso dell'American Urological Associatio[...]

Radioterapia palliativa migliora la vita nell'anziano con metastasi ossee

La radioterapia palliativa è uno strumento efficace per alleviare il dolore e migliorare la qualità complessiva della vita nei pazienti anziani con metastasi ossee, stando ai risultati di uno studio olandese presentati al secondo forum della European[...]

Carcinoma nasofaringeo avanzato, benefici duraturi dall'aggiunta di oxaliplatino alla radioterapia

I risultati di uno studio di Fase III pubblicato online ahead of print sulla rivista Annals of Oncology avrebbero dimostrato come l'aggiunta di oxaliplatino alla radioterapia (RT) nel trattamento del carcinoma nasofaringeo avanzato a livello loco-reg[...]

Mielofibrosi, con l'arrivo di ruxolitinib si aprono nuove prospettive di cura

Da poche settimane in Europa è stato approvato il primo farmaco per la terapia della mielofibrosi, una grave patologia ematologia di difficile trattamento e per la quale sino ad oggi non esisteva un farmaco specifico. Facciamo il punto sulla malatt[...]

Melanoma, con farmaco prodotto in Italia nuove speranze per la forma metastatica

Presto disponibile anche nel nostro Paese una nuova arma terapeutica contro la forma avanzata di melanoma: vemurafenib, la prima terapia personalizzata, è prodotta in Italia per tutto il mondo nello stabilimento Roche di Segrate (Milano).

Italiani e il sole, un rapporto difficile

Dall'indagine “Gli italiani, l'ossessione abbronzatura e il melanoma” emerge anche come più del 20% dei connazionali non conosca il melanoma o lo confonda con altre malattie della pelle e il 64% non abbia mai fatto il controllo dei nei. Il piacere de[...]

Tracciato l'identikit genetico del glioblastoma multiforme

Ricercatori della Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli” dell'Università Cattolica di Roma hanno tracciato l'identikit biomolecolare del più aggressivo tumore cerebrale, il glioblastoma multiforme e del tessuto che si trova intorno al tumore (p[...]

Everolimus, conferme nel carcinoma mammario avanzato HER2 positivo

I risultati di studio di Fase III condotto in donne con carcinoma mammario avanzato HER2 positivo (HER2 +) hanno mostrato che everolimus in combinazione con trastuzumab e vinorelbina hanno significativamente esteso la sopravvivenza libera da progres[...]

Ca renale, uso di statine associato a un aumento della sopravvivenza post-nefrectomia

In un nuovo studio retrospettivo appena presentato al congresso dell'American Urological Association, a San Diego, in California, il consumo di statine è risultato associato in modo indipendente a un miglioramento sia della sopravvivenza globale sia [...]

Test HPV più efficace del Pap test

Il test HPV effettuato prima del Pap test nelle donne oltre i 30 anni migliora la prevenzione dal tumore del collo dell’utero, che ancora oggi colpisce circa 3.500 italiane ogni anno, nonostante sia ormai chiara la sua relazione con l’infezione da Pa[...]

Leucemia linfatica cronica, idelalisib bene in fase II nei pazienti naive

Sono positivi i risultati dello studio 101-08, un trial di fase II che ha valutato l'antitumorale sperimentale idelalisib, un inibitore orale dell'enzima PI3K-delta, in combinazione con rituximab in un gruppo di pazienti anziani colpiti da leucemia l[...]

Leucemia linfatica cronica dell'anziano, obinutuzumab in aggiunta alla chemio bene in fase III

Il nuovo anticorpo monoclonale sperimentale obinutuzumab (noto anche con la sigla GA101) in combinazione con la chemioterapia, ha dimostrato di ridurre in modo significativo, dell'86%, il rischio di progressione della malattia, recidiva o decesso nei[...]

Accoppiata ipilimumab-nivolumab promettente nel melanoma metastatico

Un'immunoterapia combinata che vede associati ipilimumab e l'anticorpo sperimentale nivolumab (entrambi sviluppati da Bristol-Myers Squibb) si è dimostrata più efficace rispetto a ciascuno dei due agenti in monoterapia in uno studio di fase I e sembr[...]

Nuovo anticorpo anti-PD-L1 promettente contro diversi tumori avanzati

L'anticorpo monoclonale sperimentale MPDL3280A, diretto contro la proteina PD-L1 (e sviluppato da Genentech) si è dimostrato ben tollerato ed efficace in diversi tipi di tumori avanzati in uno studio preliminare di autori francesi e americani, presen[...]

Idelalisib promettente contro la leucemia linfatica cronica refrattaria o ricaduta

Idelalisib, una piccola molecola capostipite di una potenziale nuova classe di farmaci, quella degli inibitori dell'isoforma delta della fosfoinositide-3 chinasi (PI3K), si è dimostrato promettente contro la leucemia linfatica cronica (LLC) in un gru[...]

Vitamine riducono 8% rischio di ammalarsi di tumore

Gli integratori multivitaminici aiutano a prevenire il cancro, riducendo il rischio dell'8%. A dirlo è il 'Physicians' Health Study II' (Phs II), uno studio promosso dall'Istituto Nazionale di Sanità americano, presentato questa mattina nel corso di [...]

Ca al polmone, isoforma 3 della tubulina beta non predice la risposta a ixabepilone o paclitaxel

Nel carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC), un nuovo studio sembra confermare che l'espressione dell'isoforma 3 della tubulina beta (beta-3T) è un fattore prognostico sfavorevole, ma la presenza di tale isoforma non ha mostrato alcun valor[...]

Ca mammario, mantenimento con trastuzumab per un anno: stessi benefici nella forma duttale invasiva e in quella lobulare invasiva

Le pazienti con un carcinoma mammario invasivo lobulare che hanno partecipato allo studio HERA (Herceptin Adjuvant) hanno ottenuto benefici analoghi dal trattamento di mantenimento per un anno con l'anticorpo monoclonale trastuzumab alle pazienti con[...]

Cancro al polmone ALK+, con crizotinib un deciso passo avanti terapeutico

L'Aifa ha deciso di accogliere la domanda dell'AIOT e ha inserito il crizotinib nell'elenco dei medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale, ai sensi della legge 23 dicembre 1996, n. 648, per il trattamento di pazienti affet[...]