Oncologia ed Ematologia

VIDEO

L'emofilia in scena a teatro, per andare oltre la malattia


La terapia del mieloma multiplo: una strategia di combinazione per tenere la malattia sotto controllo


Mieloma multiplo, in 15 anni sopravvivenza quadruplicata. La sfida si vince con la ricerca


Mostra d'arte New Perspective, anche il mieloma multiplo può essere visto da un'altra prospettiva


Tumore del polmone: qual è la situazione dell'accesso alle cure e ai test diagnostici in Europa?


Tumore del polmone: in Italia i farmaci innovativi e i test diagnostici molecolari sono sempre disponibili?


Carcinoma ovarico BRCA+, mantenimento con olaparib in prima linea abbatte del 70% il rischio di morte o progressione


La terapia del carcinoma polmonare a piccole cellule


Tumore testa-collo: pembrolizumab in prima linea migliora la sopravvivenza


Tumore orofaringeo nei pazienti HPV positivi. la chemioradioterapia rimane lo standard


Tumore al seno metastatico HR+/ HER2-, palbociclib aumenta la sopravvivenza


Cancro al seno triplo negativo, nuove possibilità di cura con la immunoterapia associata alla chemio


La chemioterapia metronomica, un modo nuovo e meglio tollerato per somministrare i chemioterapici


Tumore del rene avanzato, efficacia di pazopanib nella prima linea metastatica. Studio di real world


Tumore del rene: novità dal congresso europeo ESMO


Applicazioni della biopsia liquida nel tumore del polmone: studio italiano


Possono bastare 9 settimane di terapia con trastuzumab nella terapia del tumore al seno HER2 positivo?


Carcinoma polmonare a piccole cellule: definizione, sintomi e diagnosi


Nutrizione clinica nel paziente oncologico, quando si fa e quali sono i benefici


Malnutrizione nel paziente oncologico, che cos'è e perchè è importante contrastarla


Premio letterario Roche #afiancodelcoraggio. Protagonisti caregiver di pazienti con emofilia


Tumore prostata: poca la prevenzione, torna in Italia il movimento globale “Movember”


ARTICOLI

Leucemia mieloide cronica, in certi casi si può interrompere la terapia con imatinib

Interrompere il trattamento con imatinib sembra essere abbastanza sicuro nei pazienti con leucemia mieloide cronica in fase cronica. E' quanto emerso da uno studio pubblicato su European Journal of Cancer.

HIV, raltegravir scelta migliore per i pazienti colpiti da tumori

L' inibitore dell'integrasi raltegravir (Isentress) potrebbe essere una scelta ottimale per molti pazienti sieropositivi colpiti anche da un cancro e che perciò devono fare la chemioterapia, in quanto è molto efficace e ben tollerato in questa popola[...]

Ca prostatico avanzato ormono-resistente, ipilimumab in seconda linea non allunga la vita

Ipilimumab non ha migliorato in modo significativo la sopravvivenza globale (OS) rispetto al placebo, dopo la radioterapia, nello studio 043 (CA-184-043), un trial di fase III, randomizzato, controllato e in doppio cieco, condotto su pazienti con un [...]

Linfomi, al via sperimentazione con farmaco made in Italy

Un chemioterapico di nuova generazione, frutto della ricerca italiana, associato a un anticorpo monoclonale: è partita da poco la sperimentazione di una terapia a base di pixantrone e retuximab per verificare la disponibilità di un'arma in più contro[...]

Tumori, alimentazione sbagliata causa del 30% dei casi

In Puglia quasi 15.000 nuovi casi ogni anno. Il prof. Cinieri: “Anche al Sud ci dimentichiamo troppo spesso le proprietà e i benefici dei cibi della nostra terra sull'organismo”

Al via primi test su pazienti nuovo vaccino contro melanoma

Al via i primi test su pazienti di un innovativo vaccino contro il melanoma, il tumore della pelle più feroce: il vaccino consiste di piccole ''spugnette'' rotonde che si applicano sotto la cute del paziente e, lì, riprogrammano il suo sistema immuni[...]

Farmaco anti-citomegalovirus potrebbe migliorare la sopravvivenza nel glioblastoma

In uno studio monocentrico appena pubblicato sul New England Journal of Medicine, la terapia antivirale contro il citomegalovirus (CMV), ritenuto tipicamente solo una minaccia per i pazienti immunodepressi, si è associata a un drastico miglioramento [...]

Ca gastrico, identificato nuovo sottotipo che risponde meglio al 5-FU

Con uno studio pubblicato nel numero di settembre di Gastroenterology, uno gruppo di ricercatori ha identificato tre diversi sottotipi di adenocarcinoma gastrico, uno dei quali, chiamato sottotipo metabolico, èrisultato più sensibile al 5-fluorouraci[...]

Epatocarcinoma, ridotta la dose tivantinib per aumento neutropenia

Daiichi Sankyo e il partner ArQule hanno annunciato che un comitato di monitoraggio indipendente dello studio di fase III METIV-HCC ha raccomandato di ridurre la dose di tivantinib a causa dell'aumento dell'incidenza di leucopenia tra i pazienti trat[...]

Cancro all'ovaio, un test genetico per selezionare i pazienti che rispondono a olaparib

Myriad Genetics ha annunciato di aver siglato un accordo con AstraZeneca per lo sviluppo di strumenti diagnostici di accompagnamento da utilizzarsi negli studi clinici condotti sul farmaco olaparib per il trattamento di diverse forme di tumore, inclu[...]

Smascherare le cellule tumorali mimetizzate per predire l'evoluzione del tumore del colon

Travestendosi da cellule di rivestimento della parete intestinale per sfuggire alle difese dell'organismo, le cellule tumorali migrano in organi distanti causando metastasi. Lo dimostra per la prima volta uno studio di Humanitas pubblicato su Gastroe[...]

Cancro al colon retto, approvazione europea per regorafenib

La Commissione Europea ha approvato il nuovo anticancro regorafenib per la terapia del cancro al colon retto metastatico già trattati, o non eligibili, con le attuali terapie. Sviluppato da Bayer e Onyx Pharmceuticals sarà messo in commercio da Baye[...]

Tumore alla prostata, metformina riduce la mortalità

I pazienti diabetici con tumore alla prostata vivono più a lungo e presentano un rischio ridotto di morire a causa del carcinoma prostatico se trattati con l'antidiabetico metformina. Lo dimostrano i risultati di un ampio studio retrospettivo pubblic[...]

Ruxolitinib brilla nel cancro al pancreas, azioni Incyte alle stelle

Le azioni della biofarmaceutica americana Incyte sono salite di oltre il 30% alla notizia dei favorevoli risultati di ruloxitinib in uno studio di fase II condotto in pazienti con cancro al pancreas. Utilizzato in associazione con capecitabina, il fa[...]

Everolimus delude nel cancro al fegato

Novartis ha reso noto che in uno studio di fase III everolimus non ha aumentato la sopravvivenza globale in pazienti con carcinoma epatocellulare. In pochi giorni si tratta del seconda delusione per le aspettative di Novartis su questo farmaco. Prima[...]

Mieloma smoldering, con lenalidomide si ritarda l'insorgenza della malattia

Il farmaco anti mieloma lenalidomide è in grado di ridurre la mortalità e la progressione della malattia in pazienti con mieloma non sintomatico di prima diagnosi, le forme cosiddette smoldering, nelle quali l'approccio attuale è quello dell'osservaz[...]

Afatinib, conferme nel carcinoma polmonare non a piccole cellule EGFR+

I risultati del programma di studi clinici LUX-Lung che valuta afatinib in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) avanzato sono stati pubblicati sul Journal of Clinical Oncology. Tra questi, i risultati dello studio registrati[...]

Mieloma multiplo di nuova diagnosi, prime conferme per lenalidomide

Celgene ha annunciato che nello studio di fase III (MM-020/IFM 07-01) condotto su pazienti con nuova diagnosi di mieloma multiplo, trattati con lenalidomide in associazione a desametasone, è stato raggiunto l'endpoint primario (significativo migliora[...]

Tumore al polmone, crizotinib aumenta la sopravvivenza senza progressione

Il trattamento con l'inibitore di ALK crizotinib migliora la sopravvivenza senza progressione (PFS) rispetto alla chemioterapia nei pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) ALK positivo. Lo dimostrano i risultati di uno studio di [...]

Linfomi HIV-associati, la mortalità non è cambiata con la terapia antiretrovirale

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of the National Cancer Institute, la sopravvivenza dei pazienti con linfoma associato all'HIV non è migliorata da quando è disponibile la terapia antiretrovirale, ma è rimasta costante.