Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Oncologia, la rivoluzione dei farmaci immunoterapici


L'impegno di Bristol-Myers Squibb nella cura del cancro con l'immunoterapia


Ruolo diagnostico della medicina nucleare. Il caso dei tumori neuroendocrini


Novità in medicina nucleare: teragnostica, radiofarmaco per la terapia dei NET


Tumori neuroendocrini, disponibile in Italia un nuovo radiofarmaco a base di lutezio


Tumori neuroendocrini, cosa sono, come si diagnosticano e come si curano


Tumori neuroendocrini: ITA-NET, una rete italiana per curare i pazienti con un team di esperti


Quando il nucleare è buono, il ruolo dei medici nucleari per la diagnosi e la cura


Nuovi percorsi clinico-organizzativi nell'emofilia A


Le malattie neurometaboliche: cosa succede se l'esordio è nell'età adulta?


In Europa quali sono i sistemi di rimborso dei farmaci per le malattie rare?


Screening neonatale per le malattie lisosomiali: a cosa serve ed esperienze di applicazione


Come si stabilisce l'innovatività di un farmaco per le malattie rare?


L'accesso al mercato dei farmaci per le malattie rare


Ematologia, AIL celebra i 50 anni e guarda alle nuove generazioni di volontari


50 anni di impegno dei volontari AIL, la motivazione di una scelta di vita


La scelta volontaria, perchè e come occuparsi dei pazienti ematologici


I biosimilari in Europa: opportunità da cogliere e sfide da superare


La ricerca e lo sviluppo dei nuovi farmaci biosimilari: l'impegno di Mylan


Tumore prostatico, obiettivi e importanza del PDTA certificato della ASST Valle Olona


Ruolo del radioterapista nella gestione interdisciplinare del carcinoma della prostata. Esperienza dell’ASST Valle Olona


Ruolo dell’oncologo nella gestione interdisciplinare del carcinoma della prostata. Esperienza dell’ASST Valle Olona


ARTICOLI

Ca al polmone, nuova immunoterapia mostra benefici in alcuni pazienti

Belagenpumatucel-L, un nuovo vaccino terapeutico contro il carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) sviluppato dalla biotech NovaRx, non ha centrato l'endpoint primario, cioè il miglioramento della sopravvivenza globale (OS) in seconda linea[...]

Glioblastoma, chemio intensiva con temozolomide non allunga la vita

La chemoradioterapia intensificata con temozolomide per il trattamento del glioblastoma di nuova diagnosi non ha migliorato la sopravvivenza complessiva né frenato la progressione della malattia in uno studio randomizzato internazionale di fase III, [...]

Ca del pancreas, chemio adiuvante con gemcitabina prolunga la sopravvivenza

Una chemioterapia adiuvante per 6 mesi con gemcitabina ha aumentato in modo significativo sia la sopravvivenza globale (OS) sia la sopravvivenza libera da malattia (DFS) in un gruppo di pazienti che avevano subito una resezione completa di un tumore [...]

Ca al polmone, promettente in un sottogruppo aggiunta di onartuzumab a erlotinib

Onartuzumab, un nuovo anticorpo monoclonale sviluppato da Genentech, che blocca l'attivazione di MET e, di conseguenza, la trasduzione del segnale mediata da questa tirosin chinasi, promette bene come arma contro il tumore al polmone non a piccole ce[...]

Ca al polmone, tivantinib aggiunto a erlotinib delude in fase III, ma non nei pazienti MET+

Sono nel complesso negativi, ma offrono indicazioni interessanti, i risultati dello studio di fase III MARQUEE, nel quale si è valutato l'effetto dell'aggiunta dell'inibitore di MET tivantinib all'anti-EGFR erlotinib in seconda o terza linea nei pazi[...]

Ca al seno, possibile legame tra integratori multivitaminici e riduzione della mortalità

Le donne in postmenopausa con un cancro al seno hanno un rischio significativamente più basso di morire a causa della malattia se assumono integratori di sali minerali e multivitaminici. A suggerirlo è un'analisi dei dati del celeberrimo studio Women[...]

Ca renale metastatico, pazopanib bene come sunitinib sulla sopravvivenza e meglio tollerato

Con pazopanib l'oncologo ha disposizione un'opzione in più per la terapia di prima linea del carcinoma a cellule renali metastatico (mRCC), un agente con efficacia simile a quella di sunitinib, attuale standard of care, ma con un profilo di tollerabi[...]

Ca prostatico ormono-resistente, denosumab protegge maggiormente l'osso nei pazienti ad alto rischio

L'anticorpo anti-ligando di RANK denosumab è più efficace per prevenire le metastasi ossee negli uomini con un cancro alla prostata resistente alla castrazione chimica (CRPC) ad alto rischio rispetto a quelli a basso rischio. È quanto emerge da uno s[...]

Ca prostatico ormonoresistente, più risposte con enzalutamide più abiraterone

Sferrare un doppio attacco al tumore alla prostata resistente alla castrazione chimica metastatico ( mCRPC ) con la combinazione di enzalutamide più abiraterone acetato potrebbe aiutare a eludere i meccanismi di compensazione osservati con ciascuno d[...]

Nuovo anti- PD-1 di Merck promettente nel tumore al polmone

In uno studio di fase Ib che sarà presentato il 29 ottobre alla World Conference on Lung Cancer, a Sidney, l'immunoterapia sperimentale MK-3475 (noto in precedenza come lambrolizumab) ha portato a una percentuale di risposta obiettiva (ORR) fino al 2[...]

Nuovo PARP-inibitore promettente nel ca al seno e ovarico con mutazioni di BRCA

Il trattamento con BMN 673, un inibitore potente e specifico dell'enzima poly-ADP ribosio polimerasi (PARP), ha portato a percentuali elevate di risposta e di beneficio clinico in un gruppo di pazienti con un cancro al seno o alle ovaie con i geni BR[...]

Vemurafenib promettente nel carcinoma papillare della tiroide con BRAF mutato

L’anti-melanoma vemurafenib potrebbe rappresentare una nuova opzione terapeutica per un sottogruppo di pazienti con carcinoma papillare della tiroide metastatico o non operabile, resistente alla terapia con iodio radioattivo.

Everolimus promettente contro il ca renale papillare avanzato

L’inibitore di mTOR everolimus si è dimostrato efficace come trattamento iniziale del carcinoma renale papillare metastatico nel rallentare o prevenire la diffusione della malattia nello studio RAPTOR (RAD001 in Advanced Papillary Tumor Program in Eu[...]

Sarcoma dei tessuti molli metastatico, delude palifosfamide in aggiunta a doxorubicina

Nonostante i dati promettenti emersi nella fase II, sono deludenti i risultati dello studio di fase III PICASSO 3 che ha valutato l'effetto dell'aggiunta di palifosfamide a doxorubicina nel trattamento di prima linea di pazienti con un sarcoma dei te[...]

Ca renale metastatico, dovitinib bene come sorafenib

Finisce pari il confronto testa a testa tra dovitinib e sorafenib nei pazienti con carcinoma renale metastatico in cui la malattia ha progredito nonostante le terapie con inibitori del VEGFR e di mTOR. La partita si è giocata nell'ambito dello studio[...]

Ca del colon retto, mutazioni di PI3KCA predittive della risposta all'aspirina

Una nuova analisi retrospettiva dello studio VICTOR (Vioxx in Colorectal Cancer Therapy: Definition of Optimal Regime), appena pubblicata online sul Journal of Clinical Oncology, suggerisce che i pazienti con tumore del colon-retto con mutazioni del [...]

Adenocarcinoma polmonare, nintedanib prolunga la sopravvivenza a oltre un anno

Nuove analisi dei dati dello studio clinico registrativo di Fase III, LUME-Lung 1, mostrano che il farmaco sperimentale nintedanib, triplo inibitore dell'angiochinasi, che agisce sui tre recettori che svolgono un ruolo cruciale nell'angiogenesi e nel[...]

Pronta la mappa dei virus collegati ai tumori

È pronta la più grande mappa mai realizzata dei virus collegati ai tumori. L'ha messa a punto il gruppo di ricerca coordinato da Erik Larsson dell'università svedese di Gothenburg che ha pubblicato il risultato sulla rivista Nature Communications. Si[...]

Tumori: verso epidemia mondiale, nel 2030 17 mln morti

La maggior longevità, unita al grande aumento della popolazione e all'adozione di stili di vita occidentali, avverte il rapporto 'State of Oncology 2013', rischiano di creare una vera e propria epidemia di cancro che le fragili istituzioni sanitarie [...]

Ca ovarico ricorrente, aggiunta di cediranib alla chemio migliora la sopravvivenza

L'aggiunta dell'anti-angiogenesi sperimentale cediranib alla chemioterapia ha aumentato di circa 3 mesi la sopravvivenza libera da progressione (PFS) in un gruppo di donne con un carcinoma ovarico recidivato dopo la chemioterapia nello studio ICON6, [...]