Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Importanza della diagnostica molecolare per la cura delle leucemie acute


Leucemia linfatica cronica, come cambia la terapia con ibrutinib e venetoclax


Il ruolo del farmacista ospedaliero nella gestione delle terapie onco-ematologiche


Leucemie mieloidi acute: i nuovi scenari terapeutici


Linfoma follicolare, le prospettive di cura attuali e future


Mieloma multiplo, cosa si sta facendo in Lombardia per migliorare cura e assistenza


Leucemie mieloidi acute a buona prognosi, come si curano?


Sindromi mielodisplastiche, le evoluzioni della terapia e il ruolo della diagnostica molecolare


Trapianto di cellule staminali emopoietiche, le ultime novità


Mieloma multiplo, quali sono i primi sintomi e come si arriva alla diagnosi?


Mieloma multiplo, cosa significa convivere con la malattia?


Non mollare mai, la metafora della scherma per spiegare il duello quotidiano contro il mieloma multiplo


Tumore ovarico, al via la 32a riunione del gruppo MITO


Tumore ovarico, gli studi più importanti del gruppo MITO


L’impatto delle terapie a bersaglio molecolare sulla chirurgia del carcinoma ovarico


Tumore ovarico, al via lo studio italiano MITO 30


Tumore ovarico, il ruolo della chirurgia nella recidiva platino-sensibile


Il ruolo della chirurgia e del test BRCA nel carcinoma ovarico


Il ruolo del patologo nella diagnosi e nel monitoraggio del tumore ovarico


Tumore ovarico, cronicizzare la malattia è un obiettivo raggiungibile?


L'immunoterapia per i tumori dell'endometrio e della cervice uterina


Le ultime novità nel trattamento di prima linea del tumore ovarico


ARTICOLI

Eribulina non supera capecitabina nel tumore alla mammella avanzato

Eisai ha annunciato i risultati preliminari di uno studio di fase III condotto per valutare l'efficacia e la sicurezza di eribulina mesilato, rispetto a capecitabina per il trattamento delle donne con carcinoma mammario localmente avanzato o metastat[...]

Tumori: Siena sperimentazione su vaccino contro cancro colon e polmone

Sono positivi i risultati della sperimentazione di fase I di un nuovo vaccino antitumorale, chiamato TSPP, testato per il cancro al colon e al polmone. Lo studio è stato svolto al policlinico universitario delle Scotte di Siena.

Scoperto come il melanoma disarma il sistema immunitario

Uno studio pubblicato da ricercatori genovesi su Cancer Research, una rivista di grandissimo prestigio, ha suscitato notevole interesse nella comunità scientifica internazionale. Infatti gli autori rivelano come il melanoma, tumore maligno molto aggr[...]

Tumore al colon-retto, capecitabina più celecoxib contro le staminali tumorali

La Gateway for Cancer Research, un'organizzazione internazionale non profit che finanzia la ricerca su nuovi trattamenti per la cura del cancro, ha annunciato l'inizio di un nuovo studio di fase II condotto per valutare l'efficacia della combinazion[...]

Emofilia A, al via fase III per nuovo Fattore VIII ricombinante long acting

Bayer HealthCare ha comunicato di aver iniziato l'arruolamento dei pazienti in uno studio internazionale di Fase III con lo scopo di valutare la molecola BAY94-9027 per il trattamento dell'Emofilia A. La molecola BAY94-9027 è stata progettata per g[...]

Farmaci per la fertilità, effetti diversi sul rischio oncologico

I farmaci per la fertilità sembrano avere effetti diversi sul rischio di sviluppare precocemente un tumore al seno (cioè a un'età inferiore ai 50 anni al momento della diagnosi) da parte delle donne che ne fanno uso, stando ai risultati di uno studio[...]

Eltrombopag promettente nell'anemia aplastica grave

L'agonista orale dei recettori della trombopoietina eltrombopag può aumentare i livelli delle cellule del sangue in alcuni pazienti con anemia aplastica grave nei quali tutte le terapie standard non hanno funzionato, stando ai risultati di uno studio[...]

Cetuximab delude in studio di fase III nel tumore gastrico avanzato

Non sono positivi i dati di uno studio di fase III condotto con cetuximab associato alla chemioterapia utilizzato in prima linea in pazienti con tumore gastrico avanzato. Il farmaco non ha raggiunto l'end point primario costituito da un aumento della[...]

Caffeina riduce il rischio di cancro alla pelle

Secondo una ricerca della Harvard Medical School di Boston la caffeina può ridurre il rischio di sviluppare una delle forme più diffuse di cancro alla pelle, il carcinoma basocellulare o basalioma (BCC). La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Ca[...]

Profilassi anticoagulante ok nei tumori del tratto gastrointestinale superiore

Sebbene il cancro di per sé aumenti il rischio di tromboembolismo venoso (TEV) e la chemioterapia lo accresca ulteriormente, vi è consenso generale tra gli esperti sul fatto che non ci sono abbastanza evidenze per raccomandare la profilassi anticoagu[...]

Farmaci anti-piastrinici per prevenire il tumore del fegato, studio italiano

Uno studio preclinico del San Raffaele di Milano rivela come l'aspirina e il clopidogrel prevengano l'insorgenza del tumore del fegato associato a epatite virale cronica. Lo studio dell'IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, condotto sui topi e reali[...]

Osteosarcoma, inutile aggiungere ifosamide alla chemio neoadiuvante

Nei pazienti con osteosarcoma non metastatico delle estremità, l'aggiunta di ifosamide alla chemioterapia neoadiuvante con metotrexate, cisplatino e doxorubicina non migliora il risultato in termini di risposta e di tossicità ematologica. È questo il[...]

Ca pancreas, FOLFIRINOX nuovo gold standard?

La gemcitabina è lo standard di cura per il trattamento del tumore al pancreas da oltre 15 anni, e nonostante i molti studi fatti per trovare alternative più efficaci, pochissimi hanno dato risultati superiori. Ma ora c'è stata una "svolta" nella ric[...]

Diagnosi precoce della resistenza ai farmaci per il cancro colorettale, studio italiano

Secondo le nuove scoperte di ricercatori italiani finanziati dall'UE e di loro colleghi negli Stati Uniti, mutazioni in un gene chiamato KRAS sono associate con un ruolo causale alla resistenza acquisita a terapie mirate per i cancri colorettali (CRC[...]

Deferasirox riduce sovraccarico di ferro nella sindrome mielodisplastica

Il trattamento con il chelante del ferro deferasirox riduce il sovraccarico di ferro e migliora i parametri ematologici nei pazienti con sindrome mielodisplastica (SMD) dipendenti da trasfusione. E' quanto emerso da uno studio pubblicato sul Journal [...]

Cancro, ginseng e desametasone efficaci contro la fatigue

Secondo due lavori presentati all'ultimo congresso dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO) a Chicago, il ginseng e il desametasone possono offrire una nuova speranza ai pazienti che hanno il cancro per combattere l'affaticamento e la spossa[...]

Studio Tailor: confronto docetaxel erlotinib nel Nsclc con EGFR wild type

Nei pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (Nsclc) avanzato e senza alcuna mutazione nel gene dell'EGFR, docetaxel in seconda linea ha migliorato in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto a erlotinib[...]

Terapia combinata con carfilzomib bene in fase II nel mieloma multiplo

Il trattamento con l’inibitore del proteasoma sperimentale carfilzomib, in combinazione con lenalidomide più desametasone, ha permesso di ottenere una risposta completa stringente dopo 8 cicli nel 61% dei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagno[...]

Linfoma non Hodgkin, con chemioterapia più interferone due terzi vivi dopo 20 anni

Nei pazienti con linfoma non Hodgkin indolente (NHL), sei cicli di chemioterapia più interferone, somministrati per un periodo di 12 settimane, hanno portato a una sopravvivenza senza la malattia pari al 54% e a una sopravvivenza generale del 64% dop[...]

Tumore al seno, possibile beneficio da bifosfonati dopo i 50 anni

La terapia con bifosfonati, farmaci in grado di preservare la massa ossea, potrebbe offrire un beneficio alle donne di età superiore ai 50 anni con tumore al seno. E' quanto emerso dallo studio NSABP B-34 (The National Surgical Breast and Bowel Proje[...]