Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Emofilia in a Day, un giorno normale ma anche un po' speciale raccontato in un video


Malattia emolitica del neonato, 50 anni dalla scoperta dell'immunoprofilassi. Cosa resta da fare


Tumore al seno HER2+, rischio recidiva dimezzato con TDM-1 adiuvante


Tumore al polmone avanzato, presente e futuro delle terapie di combinazione


Cancro al seno iniziale, con il test Oncotype DX chemio evitabile nella maggior parte dei casi


Oncologia di precisione: una rivoluzione nella cura dei tumori


Biopsia liquida, che cos’è e a cosa serve


Terapia neoadiuvante del tumore della mammella, il presente e il futuro


Tumore al fegato avanzato, come si cura?


Tumore al fegato avanzato, l’Ema approva cabozantinib


Il ruolo delle nanotecnologie nel trattamento del tumore al seno


Il ruolo delle nanotecnologie nel trattamento del tumore al seno


Tumore al polmone ALK+, migliorare l'accesso ai test molecolari con il progetto CENTROperCENTO


Tumore al polmone, test molecolari: cosa sono, a cosa servono, chi li deve fare


Carcinoma uroteliale metastatico, l'importanza del team multidisciplinare


Accesso ai farmaci oncologici innovativi: a che punto siamo?


Carcinoma uroteliale metastatico, cambio di marcia con l’immunoterapia


Il presente e il futuro del trattamento del carcinoma uroteliale


Mieloma multiplo, in 15 anni sopravvivenza quadruplicata. La sfida si vince con la ricerca


La terapia del mieloma multiplo: una strategia di combinazione per tenere la malattia sotto controllo


Mieloma multiplo, come vivere una vita piena nonostante la malattia


L'emofilia in scena a teatro, per andare oltre la malattia


ARTICOLI

Nsclc, chiarito chi può giovarsi dell’aggiunta di cetuximab alla chemio

Un’analisi dello studio FLEX, appena pubblicata sul sito di The Lancet Oncology e già anticipata all’inizio dell’anno in occasione della World Conference on Lung Cancer, ha identificato un approccio per individuare quali pazienti con tumore al polmon[...]

Ca prostata localmente avanzato, meglio combinare radio e terapia ormonale

Secondo uno studio di fase III sponsorizzato dal NCIC Clinical Trials Group e appena pubblicato in anteprima online su The Lancet, gli uomini con cancro alla prostata localmente avanzato che vengono sottoposti anche alla radioterapia in aggiunta alla[...]

Metformina, un nuovo anticancro?

Diversi studi mostrano che i pazienti diabetici presentano un rischio superiore di sviluppare un tumore a un certo punto della loro vita. Un nuovo studio presentato al Congresso annuale della Canadian Diabetes Association di Toronto mostra che l'uso [...]

Vaccino HPV quadrivalente efficace contro il cancro anale

Secondo uno studio americano appena pubblicato sul Nejm, il vaccino quadrivalente anti-Hpv già approvato e raccomandato per proteggere le adolescenti e le giovani donne contro i principali tipi di Hpv che causano il cancro cervicale, può proteggere [...]

Fans e statine potenzialmente utili nell'esofago di Barrett

L'utilizzo di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) e/o statine riduce il rischio di progressione neoplastica in pazienti affetti da esofago di Barrett. È il risultato dello studio presentato a Stoccolma da Florine Kastelein quale rappresent[...]

Tumore al polmone si cura meglio con la rete italiana “EGFR-FASTNET”

Oltre 3mila test eseguiti in tutta Italia, 100 strutture ospedaliere registrate, 25 laboratori e 585 operatori sanitari coinvolti. Ecco i numeri dei primi nove mesi di attività del network “EGFR-Fastnet”, un rete di centri clinici e di analisi labora[...]

Cancro ai polmoni: promettente attività di nuovo vaccino francese

L'associazione della chemioterapia tradizionale basata sul platino con il nuovo vaccino TG4010 aumenta l'effetto della chemioterapia e rallenta la progressione del carcinoma polmonare avanzato non a piccole cellule (NSCLC). Questi sono i risultati di[...]

Regorafenib, studio interrotto per eccesso di dati positivi

Bayer ha interrotto in anticipo uno studio di fase III denominato CORRECT condotto sul farmaco oncologico sperimentale regorafenib, in quanto i risultati di un'analisi ad interim pre-pianificata hanno dimostrato che il medicinale è in grado di aument[...]

Bassa conta piastrinica non protegge malati di cancro dalla TVP

Contrariamente alle aspettative, avere una bassa conta piastrinica non sembra proteggere i pazienti gravemente malati con cancro che vengono ricoverati nelle unità di terapia intensiva (UTI) dalla trombosi venosa profonda (TVP) stando ai risultati di[...]

Ca mammario iniziale, letrozolo superiore a tamoxifene

Le donne in post-menopausa con cancro al seno ormono-sensibile in fase iniziale hanno mostrato un miglioramento significativo della probabilità di sopravvivenza se trattate con letrozolo piuttosto che con tamoxifene o la combinazione dei due agenti,[...]

Sarcoma tessuti molli avanzato, perfusione con melfalan risparmia l'amputazione

Secondo un nuovo studio europeo appena pubblicato online sul Journal of Clinical Oncology, una perfusione locoregionale degli arti a base di melfalan può evitare a quattro volte su cinque l'amputazione degli arti nei pazienti con sarcoma dei tessuti [...]

Ca mammario, la radio dopo chirurgia conservativa dimezza le recidive a 10 anni

Nelle donne colpite da un cancro al seno, fare la radioterapia dopo un intervento di chirurgia conservativa (BCT) dimezza le percentuali di recidiva nei 10 anni successivi e nei 15 anni successivi riduce di un sesto la mortalità dovuta al tumore.

Ca pancreas, gemcitabina più radio migliora la sopravvivenza, ma di poco

In un piccolo studio randomizzato appena uscito sul Journal of Clinical Oncology, la combinazione di chemioterapia con gemcitabina e radioterapia ha permesso di ottenere un miglioramento statisticamente significativo, ma modesto, della sopravvivenza [...]

Tos, maggior rischio di ca mammario se il seno duole

Le donne in post-menopausa che iniziano ad avere dolenzia mammaria dopo aver iniziato la terapia ormonale sostitutiva potrebbero essere a maggior rischio di cancro al seno rispetto a quelle che non manifestano questo disturbo.

Ormonoterapia neoadiuvante ok nel ca mammario con recettori ormonali positivi

La terapia endocrina neoadiuvante è una potenziale alternativa all'approccio standard che prevede una chemioterapia citotossica prima della resezione chirurgica nelle pazienti con tumore al seno positivo ai recettori per gli estrogeni (ER).

Aggiunta di alemtuzumab allunga la vita nella LLC

In uno studio randomizzato appena uscito su Lancet Oncology, l'aggiunta del biologico alemtuzumab a fludarabina ha dimostrato di prolungare significativamente la sopravvivenza rispetto alla sola fludarabina in pazienti con leucemia linfatica cronica [...]

Tumori, deficit vitamina D potenzialmente predittivo di fase avanzata

Oltre il 75% dei pazienti oncologici potrebbero avere livelli insufficienti di vitamina D (25-idrossi-vitamina D); inoltre, i più bassi livelli di questa vitamina potrebbero essere associati con la malattia in stadio più avanzato, stando ai risultati[...]

Ca prostata, terapia ormonale aggiunta alla radio non nuoce al cuore

L'aggiunta della terapia di deprivazione androgenica alla radioterapia negli uomini colpiti da carcinoma prostatico clinicamente localizzato non risulta associata a un aumento della mortalità cardiovascolare, secondo i risultati di un lavoro presenta[...]

Tumore del seno, mammografia e farmaci riducono del 45% la mortalità

Vincere il cancro del seno è una questione di tempo: al Sud Italia, dove viene diagnosticato mediamente più tardi, il rischio di morire per questa neoplasia è del 50% più alto rispetto al Centro-Nord. La differenza fondamentale è l'accesso o meno all[...]

Sarcoma tessuti molli, buon controllo con chemio più radio

Uno studio presentato al congresso della American Society for Radiation Oncology (ASTRO), a Miami, ha evidenziato che in pazienti colpiti da sarcoma dei tessuti molli ad alto rischio un regime combinato chemio più radioterapia sembra essere efficace [...]