Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Linfoma follicolare ritrattato, lenalidomide aggiunta a rituximab allontana la progressione


Beta-talassemia, luspatercept riduce il bisogno di trasfusioni nei pazienti anemici


Sindromi mielodisplastiche, con luspatercept servono meno trasfusioni nei pazienti anemici


Linfoma follicolare, obinutuzumab si conferma meglio di rituximab nel ritardare la progressione


Linfoma diffuso a grandi cellule B, aggiunta di polatuzumab può raddoppiare la sopravvivenza nei casi non idonei al trapianto


Nuovi dati dal congresso ASH sugli anticorpi bispecifici


Novità dal congresso ASH sul trattamento del mieloma multiplo


Leucemia mieloide acuta ricaduta/refrattaria, quali novità dal congresso ASH 2018?


CAR T cells, quali novità dal congresso ASH?


Sindromi mielodisplastiche, terapia ferro-chelante con deferasirox allunga la sopravvivenza senza eventi


Emofilia in a Day, un giorno normale ma anche un po' speciale raccontato in un video


Malattia emolitica del neonato, 50 anni dalla scoperta dell'immunoprofilassi. Cosa resta da fare


Tumore al seno HER2+, rischio recidiva dimezzato con TDM-1 adiuvante


Tumore al polmone avanzato, presente e futuro delle terapie di combinazione


Cancro al seno iniziale, con il test Oncotype DX chemio evitabile nella maggior parte dei casi


Oncologia di precisione: una rivoluzione nella cura dei tumori


Biopsia liquida, che cos’è e a cosa serve


Terapia neoadiuvante del tumore della mammella, il presente e il futuro


Tumore al fegato avanzato, come si cura?


Tumore al fegato avanzato, l’Ema approva cabozantinib


Il ruolo delle nanotecnologie nel trattamento del tumore al seno


Il ruolo delle nanotecnologie nel trattamento del tumore al seno


ARTICOLI

Vatalanib delude in fase III nel ca al colon metastatico

Aggiungere l’anti-angiogenesi vatalanib alla chemioterapia con il regime FOLFOX nei pazienti con adenocarcinoma del colon-retto metastatico non serve a migliorare la sopravvivenza globale (OS) e aumenta solo di poco la sopravvivenza libera da progres[...]

Trastuzumab emtansine promettente nel tumore al seno HER2+

Roche ha annunciato i risultati preliminari di uno studio di fase II, denominato TDM4450g, condotto sul farmaco sperimentale trastuzumab emtansine (T-DM1) in pazienti con carcinoma mammario metastatico HER2-positivo. Trastuzumab emtansine è un nuovo [...]

Ca gastroesofageo, chemio perioperatoria allunga la vita

I pazienti con adenocarcinoma gastroesofageo sottoposti a chemioterapia prima e dopo la resezione del tumore mostrano una sopravvivenza significativamente migliore rispetto a quelli sottoposti alla sola chirurgia. A metterlo in evidenza è uno studio [...]

Alt a studio di fase III su nilotinib nei GIST

Novartis ha reso noto di aver interrotto uno studio di fase III condotto per valutare l'efficacia di nilotinib e imatinib quali prima linea di trattamento in pazienti affetti da tumori stromali gastrointestinali (GIST). La decisione di interrompere i[...]

Talidomide può frenare la progressione nel ca epatico

Dopo essersi ‘riscattata' come trattamento per il mieloma multiplo, la talidomide potrebbe rivelarsi un'arma utile anche contro il tumore al fegato. E' quanto emerge da un piccolo studio pilota, randomizzato e controllato con placebo, appena presenta[...]

Motesanib delude in fase III nel Nsclc

Bersaglio mancato per l’inibitore dell’angiogenesi sperimentale motesanib, sviluppato congiuntamente da Takeda e Amgen. Nello studio di fase III MONET-1, infatti, questo agente non si è dimostrato in grado di migliorare la sopravvivenza globale rispe[...]

Ca seno, consensus conferma utilità chemioprevenzione

Nelle donne a rischio molto elevato di cancro al seno, fino a una su 10 potrebbe trarre vantaggio da una terapia farmacologia preventiva. A sostenerlo è un articolo, appena uscito online su The Lancet Oncology, che riporta le conclusioni di una confe[...]

Leucemia mieloide, con imatinib mortalità uguale alle persone sane

I pazienti affetti da leucemia mieloide cronica (LMC) trattati per due anni con imatinib hanno un tasso di mortalità simile a quello della popolazione sana. Lo ha dimostrato una ricerca, tutta italiana, denominata ILTE (imatinib long time effects), i[...]

XELOX in adiuvante migliora la sopravvivenza nel ca al colon avanzato

La combinazione capecitabina più oxaliplatino (XELOX) dovrebbe essere considerata il gold standard come chemioterapia adiuvante dopo l’asportazione di un tumore al colon di stadio III. A sostenerlo sono gli autori di uno studio multicentrico e random[...]

Sequenziato il gene del mieloma multiplo: nuove prospettive di cura

Potrebbero esserci nuove carte da giocare contro il mieloma multiplo. A scoprirle è uno studio internazionale, appena pubblicato sull'ultimo numero di Nature, che riporta i risultati del sequenziamento del genoma tumorale di campioni tissutali di mie[...]

Terapia ormonale breve efficace nel ca alla prostata

Sei mesi di terapia di deprivazione androgenica prima di effettuare la chemioterapia sono stati sufficienti, in pazienti con cancro alla prostata localmente avanzato, per ottenere una riduzione del 40-50% del rischio di progressione, metastasi e mort[...]

Ipilimumab aumenta la sopravvivenza nel melanoma avanzato

In un trial di Fase III denominato studio 024, ipilimumab, anticorpo monoclonale di nuova generazione sviluppato da Bristol-Myers Squibb, somministrato in combinazione con la chemioterapia ha dimostrato di migliorare la sopravvivenza generale di paz[...]

Chemioterapia combinata negli anziani con NSCLC

La chemioterapia a base di carboplatino e paclitaxel rappresenta un nuovo paradigma per il trattamento di pazienti anziani con carcinoma polmonare avanzato non a piccole cellule (NSCLC). E' quanto affermato in occasione del Congresso sulle prospettiv[...]

Capecitabina nei tumori cutanei nei trapiantati

La capecitabina orale, ampiamente usata per la terapia del tumore del colon retto e quello della mammella metastatico, promette bene anche come strumento di prevenzione secondaria dei tumori cutanei non melanomi (NMSC) nei trapiantati o in altri pazi[...]

Tamoxifene costo-efficace nel ca mammario

La chemioprofilassi con tamoxifene riduce il rischio di cancro al seno e aumenta l'aspettativa di vita con un rapporto costo-efficacia favorevole se diretta a donne in post-menopausa al di sotto dei 55 anni. Rispetto al non trattamento, ogni 1.000 do[...]

Risultati positivi per vaccino contro il tumore al pancres

BioSante Pharmaceutical ha annunciato i risultati di uno studio disegnato per valutare l'efficacia di un vaccino sperimentale contro il tumore al pancreas. Nello studio, il farmaco sperimentale ha aumentato la sopravvivenza dei pazienti con cancro al[...]

Aflibercept non aumenta la sopravvivenza nel ca polmonare

Sanofi-aventis e Regeneron Pharmaceuticals hanno annunciato che in uno studio di fase III, l'aggiunta del farmaco sperimentale aflibercept a docetaxel per il trattamento di seconda linea di pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCL[...]

Zalutumumab rallenta la progressione nel ca testa-collo

Zalutumumab ha dimostrato di poter ritardare la progressione del tumore in pazienti con carcinoma a cellule squamose della testa e del collo in seconda linea, dopo il fallimento della chemioterapia standard a base di platino. Il farmaco non migliora [...]

Ca vulvare, utile cisplatino più radioterapia

In uno studio di fase II, denominato GOG 205, le analisi ad interim hanno evidenziato che due terzi delle pazienti con carcinoma della vulva avanzato, trattate con radioterapia e in concomitanza con cisplatino, hanno ottenuto una risposta clinica com[...]

Bevacizumab frena il ca mammario metastatico

Aggiunto alla chemioterapia standard di prima linea, bevacizumab ha dimostrato di rallentare, seppur di poco, la progressione tumorale nel carcinoma metastatico della mammella nell'ambito di uno studio di fase III, appena pubblicato sul sito del Jour[...]