Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Mieloma multiplo, quali sono i primi sintomi e come si arriva alla diagnosi?


Mieloma multiplo, cosa significa convivere con la malattia?


Non mollare mai, la metafora della scherma per spiegare il duello quotidiano contro il mieloma multiplo


Tumore ovarico, al via la 32a riunione del gruppo MITO


Tumore ovarico, gli studi più importanti del gruppo MITO


L’impatto delle terapie a bersaglio molecolare sulla chirurgia del carcinoma ovarico


Tumore ovarico, al via lo studio italiano MITO 30


Tumore ovarico, il ruolo della chirurgia nella recidiva platino-sensibile


Il ruolo della chirurgia e del test BRCA nel carcinoma ovarico


Il ruolo del patologo nella diagnosi e nel monitoraggio del tumore ovarico


Tumore ovarico, cronicizzare la malattia è un obiettivo raggiungibile?


L'immunoterapia per i tumori dell'endometrio e della cervice uterina


Le ultime novità nel trattamento di prima linea del tumore ovarico


Vaccinazione anti-HPV, a che punto siamo?


Sarcomi uterini, quali sono le nuove prospettive per la terapia medica?


Tumore ovarico, le opzioni di terapia medica per il trattamento della recidiva platino-sensibile


L’Immunoterapia nel tumore dell’ovaio: mito o realtà?


I tumori rari dell’ovaio: quali sono e come si curano?


Carcinoma ovarico, l'importanza del test del BRCA sul tessuto tumorale


Qual è l'importanza dei dati clinici di vita reale


Il ruolo degli studi clinici di vita reale nella prospettiva dell’Agenzia Europea per i Medicinali


Ruolo del farmacologo nella gestione e nella interpretazione dei dati clinici di vita reale


ARTICOLI

Terapia ormonale breve efficace nel ca alla prostata

Sei mesi di terapia di deprivazione androgenica prima di effettuare la chemioterapia sono stati sufficienti, in pazienti con cancro alla prostata localmente avanzato, per ottenere una riduzione del 40-50% del rischio di progressione, metastasi e mort[...]

Ipilimumab aumenta la sopravvivenza nel melanoma avanzato

In un trial di Fase III denominato studio 024, ipilimumab, anticorpo monoclonale di nuova generazione sviluppato da Bristol-Myers Squibb, somministrato in combinazione con la chemioterapia ha dimostrato di migliorare la sopravvivenza generale di paz[...]

Chemioterapia combinata negli anziani con NSCLC

La chemioterapia a base di carboplatino e paclitaxel rappresenta un nuovo paradigma per il trattamento di pazienti anziani con carcinoma polmonare avanzato non a piccole cellule (NSCLC). E' quanto affermato in occasione del Congresso sulle prospettiv[...]

Capecitabina nei tumori cutanei nei trapiantati

La capecitabina orale, ampiamente usata per la terapia del tumore del colon retto e quello della mammella metastatico, promette bene anche come strumento di prevenzione secondaria dei tumori cutanei non melanomi (NMSC) nei trapiantati o in altri pazi[...]

Tamoxifene costo-efficace nel ca mammario

La chemioprofilassi con tamoxifene riduce il rischio di cancro al seno e aumenta l'aspettativa di vita con un rapporto costo-efficacia favorevole se diretta a donne in post-menopausa al di sotto dei 55 anni. Rispetto al non trattamento, ogni 1.000 do[...]

Risultati positivi per vaccino contro il tumore al pancres

BioSante Pharmaceutical ha annunciato i risultati di uno studio disegnato per valutare l'efficacia di un vaccino sperimentale contro il tumore al pancreas. Nello studio, il farmaco sperimentale ha aumentato la sopravvivenza dei pazienti con cancro al[...]

Aflibercept non aumenta la sopravvivenza nel ca polmonare

Sanofi-aventis e Regeneron Pharmaceuticals hanno annunciato che in uno studio di fase III, l'aggiunta del farmaco sperimentale aflibercept a docetaxel per il trattamento di seconda linea di pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCL[...]

Zalutumumab rallenta la progressione nel ca testa-collo

Zalutumumab ha dimostrato di poter ritardare la progressione del tumore in pazienti con carcinoma a cellule squamose della testa e del collo in seconda linea, dopo il fallimento della chemioterapia standard a base di platino. Il farmaco non migliora [...]

Ca vulvare, utile cisplatino più radioterapia

In uno studio di fase II, denominato GOG 205, le analisi ad interim hanno evidenziato che due terzi delle pazienti con carcinoma della vulva avanzato, trattate con radioterapia e in concomitanza con cisplatino, hanno ottenuto una risposta clinica com[...]

Bevacizumab frena il ca mammario metastatico

Aggiunto alla chemioterapia standard di prima linea, bevacizumab ha dimostrato di rallentare, seppur di poco, la progressione tumorale nel carcinoma metastatico della mammella nell'ambito di uno studio di fase III, appena pubblicato sul sito del Jour[...]

Linfoma ALK-positivo, primi risultati dello studio italiano con crizotinib

Sono appena stati pubblicati sul New England Journal of Medicine, la più autorevole rivista di medicina del mondo, i risultati sul trattamento di pazienti affetti da linfoma ALK-positivo (conosciuto anche col nome di linfoma anaplastico a grandi cell[...]

Eribulina aumenta la sopravvivenza nel tumore alla mammella avanzato

Un gruppo di pazienti con tumore alla mammella in fase molto avanzata e refrattarie ai trattamenti precedenti ha aumentato la sopravvivenza di circa 3 mesi, rispetto alla terapia standard, se trattati con eribulina (Halaven), un nuovo farmaco oncolo[...]

Trastuzumab, conferme a 4 anni nel tumore alla mammella iniziale HER+

Le pazienti con tumore alla mammella HER2 positivo in fase inziale che ricevono per un anno il trattamento con trastuzumab dopo chemioterapia standard presentano un rischio minore di ricorrenza della patologia, con effetti a lungo termine che perdura[...]

Denosumab previene e ritarda le metastasi ossee nel ca prostatico

L'anticorpo monoclonale denosumab si è dimostrato più efficace dell'acido zoledronico nel ritardare o prevenire la comparsa di fratture e complicanze scheletriche in pazienti con cancro alla prostata resistente alla castrazione. E' il risultato di un[...]

Vandetanib delude in seconda linea nel ca uroteliale

I pazienti con carcinoma uroteliale metastatico non mostrano alcun beneficio dal trattamento con l'inibitore multichinasi, vandetanib, aggiunto a docetaxel come seconda linea di trattamento. E' il risultato di uno studio presentato in occasione del G[...]

Paclitaxel in nano particelle, bene nel carcinoma uroteliale

Paclitaxel in nanoparticelle legate all'albumina (nab-paclitaxel), sembra promettere bene anche contro il carcinoma uroteliale (uno dei carcinomi della vescica) metastatico. Infatti, più del 30% dei pazienti affetti da questa neoplasia hanno mostrato[...]

Cabozantinib, promettente contro le metastasi ossee nel ca prostatico

Il trattamento con cabozantinib (XL184), un nuovo inibitore ad ampio spettro delle tirosin chinasi, ha portato a una notevole risoluzione delle metastasi ossee nell'85% dei pazienti con carcinoma della prostata resistente alla castrazione chimica. Il[...]

Docetaxel riduce livelli di PSA nel ca prostatico metastatico

L'aggiunta di docetaxel alla terapia di deprivazione androgenica in pazienti con carcinoma prostatico metastatico naive al trattamento ormonale sembra ridurre il rischio di aumento dei livelli di PSA. E' quanto riportato in occasione del Gastrourinar[...]

Switch a degarelix rallenta la progressione del PSA

I pazienti con carcinoma prostatico che dopo 12 mesi di trattamento con un analogo dell' LHRH effettuano lo switch a degarelix, mostrano un rallentamento della progressione del PSA. E' il risultato di uno studio di estensione di un trial pivotal di f[...]

Zibotentan non aumenta la sopravvivenza nel ca prostatico

Il trattamento di pazienti con carcinoma prostatico resistente alla castrazione con il farmaco sperimentale zibotentan non migliora la sopravvivenza generale, rispetto alla terapia standard. E' quanto riportato in occasione del Gastrourinary Cancers [...]