Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Emofilia in a Day, un giorno normale ma anche un po' speciale raccontato in un video


Malattia emolitica del neonato, 50 anni dalla scoperta dell'immunoprofilassi. Cosa resta da fare


Tumore al seno HER2+, rischio recidiva dimezzato con TDM-1 adiuvante


Tumore al polmone avanzato, presente e futuro delle terapie di combinazione


Cancro al seno iniziale, con il test Oncotype DX chemio evitabile nella maggior parte dei casi


Oncologia di precisione: una rivoluzione nella cura dei tumori


Biopsia liquida, che cos’è e a cosa serve


Terapia neoadiuvante del tumore della mammella, il presente e il futuro


Tumore al fegato avanzato, come si cura?


Tumore al fegato avanzato, l’Ema approva cabozantinib


Il ruolo delle nanotecnologie nel trattamento del tumore al seno


Il ruolo delle nanotecnologie nel trattamento del tumore al seno


Tumore al polmone ALK+, migliorare l'accesso ai test molecolari con il progetto CENTROperCENTO


Tumore al polmone, test molecolari: cosa sono, a cosa servono, chi li deve fare


Carcinoma uroteliale metastatico, l'importanza del team multidisciplinare


Accesso ai farmaci oncologici innovativi: a che punto siamo?


Carcinoma uroteliale metastatico, cambio di marcia con l’immunoterapia


Il presente e il futuro del trattamento del carcinoma uroteliale


Mieloma multiplo, in 15 anni sopravvivenza quadruplicata. La sfida si vince con la ricerca


La terapia del mieloma multiplo: una strategia di combinazione per tenere la malattia sotto controllo


Mieloma multiplo, come vivere una vita piena nonostante la malattia


L'emofilia in scena a teatro, per andare oltre la malattia


ARTICOLI

Gemcitabina o fluorouracile nel Ca al pancreas

Nei pazienti con tumore al pancreas, l'impiego della gemictabina non porta a un miglioramento della sopravvivenza globale dopo l'asportazione del tumore rispetto ai pazienti trattati con flurouracile e acido folinico.

Sunitinib non migliora la sopravvivenza di pazienti con NSCLC

Uno studio appena completato ha evidenziato che sunitinib, somministrato in combinazione con erlotinib, non ha migliorato la sopravvivenza generale mentre ha aumentato la sopravvivenza libera da progressione rispetto al solo erlotinib in pazienti con[...]

Nuovo anti BRAF, efficacia dell'81% nel melanoma

Un farmaco sperimentale sviluppato da Roche e dalla biotech californiana Plexxikon è stato in grado di ridurre le dimensioni del tumore nell'81% dei pazienti affetti da melanoma, un risultato senza precedenti specie per un tumore così aggressivo.

Imatinib intermittente efficace nella leucemia linfoblastica acuta

La somministrazione intermittente di imatinib in aggiunta alla chemioterapia standard aumenta la sopravvivenza dei pazienti con leucemia linfoblastica acuta Philadelphia positiva.

Panitumumab delude nel tumore testa-collo

Panitumumab non ha raggiunto l'endpoint primario di uno studio in pazienti con tumore della testa e del collo nei quali veniva valutato l'aumento della sopravvivenza rispetto alla sola chemioterapia.

Afatinib efficace nei tumori solidi avanzati

Oltre il 20% dei pazienti con tumori solidi avanzati ha ottenuto una risposta duratura o una stabilizzazione della malattia dopo l'utilizzo di afatinib (BIBW 2992), un inibitore irreversibile della famiglia di recettori tirosin kinasici ErbB incluso[...]

Sipuleucel-T, 4 mesi di vita in più nel tumore alla prostata

Uno studio appena pubblicato sul NEJM, dimostra che il vaccino sipuleucel-T (Provenge, Dendreon) aumenta la sopravvivenza di 4,1 mesi rispetto al placebo in pazienti con tumore della prostata metastatico che non rispondono alla terapia ormonale anti [...]

Nuovo vaccino sperimentale per il glioblastoma puntiforme

Northwest Biotherapeutics, ha recentemente annunciato i risultati positivi di follow-up degli studi di fase I/II condotti per valutare l'efficacia dell'immunoterapia personalizzata DCVax NWBT's ®-Brain in pazienti con glioblastoma puntiforme (GBM), i[...]

NSCLC, con bevacizumab 4 mesi di sopravvivenza in più

L'uso di bevacizumab nei pazienti con tumore NSCLC ha determinato un aumento della sopravvivenza di 3,9 mesi, portandola dai 10,3 mesi del gruppo trattato con la sola chemioterapia ai 14,2 mesi del gruppo in chemioterapia più bevacizumab (OR = 0,69[...]

Mieloma multiplo, risultati positivi con carfilzomib

Onyx Pharmaceutical ha recentemente annunciato i risultati positivi di uno studio di fase IIb su carfilzomib, un inibitore del proteosoma di nuova generazione studiato nel trattamento del mieloma multiplo.

Nella vita reale bevacizumab efficace nel NSCLC

Nuovi dati dimostrano che il trattamento con bevacizumab offre una sopravvivenza globale mediana (OS) di 14,6 mesi in combinazione con diversi farmaci chemioterapici usati regolarmente nella pratica clinica in un'ampia popolazione di pazienti con car[...]

Somministrazione precoce di filgrastim nel neuroblastoma pediatrico

La somministrazione precoce di filgrastim in bambini con neuroblastoma ad alto rischio riduce l'incidenza di effetti collaterali che si possono sviluppare a seguito della chemioterapia stessa. E' quanto emerge da uno studio stato condotto dal Dr. R[...]

Merck KGaA inizia i test su nuovo vaccino anticancro

Vaximm Holding AG, una joint venture formata dalla farmaceutica tedesca Merck KGaA (28%) e dal fondo di investimento BB Biotech Ventures III (65%; più il 7% posseduto dagli stessi manager) inizieranno un programma di sviluppo clinico per il vaccino a[...]

Sunitinib, non supera bevacizumab nel ca colon rettale

I risultati di due studi clinici condotti con l'impiego in prima linea di sunitinib in combinazione con FOLFOX6 5-fluorouracil, leucovorin, oxaliplatin) o FOLFIRI(5-fluorouracil, leucovorin, irinotecan), non hanno evidenziato un miglioramento della r[...]

Olaparib promettente in alcune forme di ca ovarico o mammario

Il nuovo farmaco oncologico olaparib ha mostrato di avere attività antitumorale nelle donne con carcinoma ovarico o mammario avanzato e portatrici di mutazioni dei geni BRCA1 o BRCA2, nell'ambito di due studi proof-of-concept, di fase II, appena pubb[...]

I bisfosfonati possono ridurre il rischio di cancro al seno

Il rischio di sviluppare un carcinoma invasivo della mammella si riduce del 30-40% in donne in età post-menopausa che assumano bisfosfonati, farmaci in grado di preservare la massa ossea. A suggerirlo sono i risultati di due ampi studi di coorte: uno[...]

Decitabina in pazienti con leucemia mieloide acuta

Eisai ha annunciato i primi risultati di uno studio clinico randomizzato di fase III, relativo al confronto tra il farmaco decitabina per via iniettiva verso un chemioterapico a basso dosaggio oppure un trattamento di sostegno in pazienti con leucemi[...]

Everolimus, buoni risultati nei pazienti con tumore pancreatico

Nei pazienti con tumore neuroendocrino pancreatico in fase avanzata, everolimus somministrato in associazione alla miglior terapia di supporto (BSC), incrementa di oltre due volte la sopravvivenza libera da progressione della malattia, ovvero il peri[...]

Bene il follow-up a lungo termine di cilengitide nel glioblastoma

In occasione del congresso annuale dell'American Society of Clinical Oncology, conclusosi poche settimane fa, sono stati presentati i risultati incoraggianti di follow-up a lungo termine di uno studio di Fase II randomizzato relativo a 2 dosaggi di c[...]

Gefitinib batte chemioterapia nel Nsclc con Egfr mutato

Nuove conferme dal Nejm per gefitinib. Il farmaco risulta più efficace della chemioterapia standard nel migliorare la sopravvivenza senza progressione di malattia in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (Nsclc) avanzato e caratteriz[...]