Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Importanza della diagnostica molecolare per la cura delle leucemie acute


Leucemia linfatica cronica, come cambia la terapia con ibrutinib e venetoclax


Il ruolo del farmacista ospedaliero nella gestione delle terapie onco-ematologiche


Leucemie mieloidi acute: i nuovi scenari terapeutici


Linfoma follicolare, le prospettive di cura attuali e future


Mieloma multiplo, cosa si sta facendo in Lombardia per migliorare cura e assistenza


Leucemie mieloidi acute a buona prognosi, come si curano?


Sindromi mielodisplastiche, le evoluzioni della terapia e il ruolo della diagnostica molecolare


Trapianto di cellule staminali emopoietiche, le ultime novità


Mieloma multiplo, quali sono i primi sintomi e come si arriva alla diagnosi?


Mieloma multiplo, cosa significa convivere con la malattia?


Non mollare mai, la metafora della scherma per spiegare il duello quotidiano contro il mieloma multiplo


Tumore ovarico, al via la 32a riunione del gruppo MITO


Tumore ovarico, gli studi più importanti del gruppo MITO


L’impatto delle terapie a bersaglio molecolare sulla chirurgia del carcinoma ovarico


Tumore ovarico, al via lo studio italiano MITO 30


Tumore ovarico, il ruolo della chirurgia nella recidiva platino-sensibile


Il ruolo della chirurgia e del test BRCA nel carcinoma ovarico


Il ruolo del patologo nella diagnosi e nel monitoraggio del tumore ovarico


Tumore ovarico, cronicizzare la malattia è un obiettivo raggiungibile?


L'immunoterapia per i tumori dell'endometrio e della cervice uterina


Le ultime novità nel trattamento di prima linea del tumore ovarico


ARTICOLI

Carcinoma epatico, utile una terapia combinata

I pazienti con carcinoma epatico in stadio avanzato, trattati con la combinazione dei farmaci doxorubicina e sorafenib, mostrano una sopravvivenza doppia rispetto a quelli trattati con la sola doxorubicina. E' il risultato di uno studio di fase II pu[...]

Gefitinb e erlotinib riducono le metastasi cerebrali

Gli inibitori delle tirosin kinasi gefitinib ed erlotinib sembrano rallentare lo sviluppo delle metastasi cerebrali di pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) che presentano la mutazione del gene EGFR. Questi provengono da uno [...]

Terapia antiandrogenica e tumore al colon

Gli uomini affetti da tumore alla prostata e sottoposti per questo a una terapia di deprivazione androgenica (ADT) potrebbero essere esposti a un aumento del rischio di tumore del colon-retto compreso tra il 30-40%. L'impatto maggiore si avrebbe con [...]

Denosumab previene le fratture da Ca mammario metastatico

L'anticorpo monoclonale denosumab si è dimostrato più efficace dell'acido zoledronico, attuale standard terapeutico, nel ritardare o prevenire la comparsa di fratture e complicanze scheletriche in pazienti con tumore al seno e metastasi ossee in un a[...]

Alt allo sviluppo di nuovo anticancro di Novartis

Novartis e la biotech americana Antisoma hanno reso noto che il nuovo anticancro noto con la sigla ASA404 non ha raggiunto l'end point primario. I risultati provengono da uno studio di fase III condotto nel tumore al polmone non a piccole cellule (N[...]

L'antigotta allupurinolo riduce i marker di cancro del colon

I livelli dei biomarker associati al tumore del colon diminuiscono significativamente a seguito del trattamento con il farmaco anti-gotta allupurinolo. E' quanto annunciato recentemente dall'oncologo Andrea. DeCensi dell'Ospedale Galliera di Genova, [...]

Conferme per crizotinib nel NSCLC ALK-positivo

Il tumore al polmone non a piccole cellule (NSCL) e altri tipi di tumore che presentano la mutazione del gene ALK (chinasi del linfoma anaplastico) rispondono al trattamento con crizotinib, un nuovo farmaco antitumorale attualmente sviluppato da Pfiz[...]

Aspirina dimezza la mortalità dei pazienti con ca prostatico

L'uso regolare di aspirina o farmaci anticoagulanti riduce significativamente la mortalità in pazienti con carcinoma prostatico localizzato. E' il risultato di uno studio recentemente presentato in occasione del meeting annuale dell'American Society [...]

Cetuximab efficace anche quando il KRAS non è wild type

Pazienti con cancro colorettale metastatico che presentano una specifica mutazione del gene KRAS potrebbero beneficiare del trattamento con l'anticorpo monoclonale inibitore dell' EGFR, cetuximab. E' il risultato di uno studio osservazionale condott[...]

Bene la fase II per ridaforolimus nel tumore dell'endometrio

In occasione del meeting annuale dell'International Cancer Society svoltosi recentemente a Praga, sono stati presentati i risultati di uno studio di fase II condotto sul nuovo antitumorale sperimentale ridaforolimus studiato in pazienti con tumore de[...]

Imatinib, possibile cura definitiva per alcuni pazienti con LMC

Secondo i risultati ad interim di un trial multicentrico francese, lo studio STIM, alcuni pazienti affetti da leucemia mieloide cronica (LMC) sono riusciti a sopravvivere fino a due anni senza ricadute dopo aver interrotto il trattamento con imatinib[...]

Male la fase III per clofarabina nella leucemia mieloide acuta recidivante remittente

Genzyme ha annunciato i risultati di uno studio di fase III denominato CLASSIC I che ha dimostrato che il farmaco clofarabina, utilizzato in combinazione con citarabina non aumenta la sopravvivenza globale di pazienti con leucemia mieloide acuta (AML[...]

Conferme del legame Tos-tumore al seno

La terapia ormonale sostitutiva (Tos) combinata estroprogestinica pare aumentare la mortalità per cancro al seno e l'incidenza globale di questo tumore. Il dato non è nuovo, ma una conferma autorevole arriva dall'ultimo aggiornamento dello studio Wom[...]

Mieloma multiplo, l'aggiunta di talidomide migliora l'outcome

Uno studio made in Italy ha evidenziato che l'aggiunta di talidomide al regime bortezomib-melfalan-prednisone (VMP), il tutto seguito da una terapia di mantenimento con la doppietta bortezomib-talidomide (VT) rallenta la progressione della malattia r[...]

Ca ovarico, negativi vari studi presentati all'ESMO

Diversi insuccessi hanno segnato quest'anno la sessione dedicata ai tumori ginecologici al congresso della della European Society of Medical Oncology (ESMO), conclusosi da poco a Milano. Infatti, hanno deluso le attese alimentate dagli esiti positivi[...]

FOLFIRI meglio di ECX nel carcinoma gastrico

Il trattamento chemioterapico FOLFIRI (5-fluorouracile, leucovorina, irinotecan) ha mostrato una minore tossicità e una maggiore durata dell'efficacia, rispetto all'associazione di epirubicina, cisplatino e capecitabina (ECX) in pazienti con tumore a[...]

Cediranib aumenta la PFS nel ca colorettale metastatico

L'aggiunta di cediranib ai regimi chemioterapici FOLFOX/XELOX, sembra apportare alcuni benefici ai pazienti con carcinoma colorettale metastatico (mCRC) non sottoposti a precedenti terapie chemioterapiche. E' il risultato di uno studio recentemente p[...]

Antitumorale di Takeda promettente nel ca ovarico avanzato

Buone notizie dall'ultimo congresso dell'ESMO su MLN8237, un inibitore della chinasi Aurora A sviluppato da Millennium Pharmaceuticals, azienda che nel 2008 è stata acquisita da Takeda e della quale costituisce la divisione oncologica.

Olaparib, promessa non mantenuta nel tumore ovarico

Risultato deludente per olaparib, un nuovo antitumorale sperimentale sviluppato da AstraZeneca appartenente alla classe dei PARP-inibitori. In un piccolo studio randomizzato di fase II, presentato a Milano in occasione dell'ultimo congresso annuale d[...]

Gefitinib, presentati i dati finali dello studio IPASS

In occasione del meeting annuale della European Society for Medical Oncology (ESMO) che si è appena concluso a Milano, sono stati presentati i risultati finale di uno studio denominato IPASS (IRESSA Pan Asia Study) condotto in pazienti con carcinoma [...]