Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Mieloma multiplo, quali sono i primi sintomi e come si arriva alla diagnosi?


Mieloma multiplo, cosa significa convivere con la malattia?


Non mollare mai, la metafora della scherma per spiegare il duello quotidiano contro il mieloma multiplo


Tumore ovarico, al via la 32a riunione del gruppo MITO


Tumore ovarico, gli studi più importanti del gruppo MITO


L’impatto delle terapie a bersaglio molecolare sulla chirurgia del carcinoma ovarico


Tumore ovarico, al via lo studio italiano MITO 30


Tumore ovarico, il ruolo della chirurgia nella recidiva platino-sensibile


Il ruolo della chirurgia e del test BRCA nel carcinoma ovarico


Il ruolo del patologo nella diagnosi e nel monitoraggio del tumore ovarico


Tumore ovarico, cronicizzare la malattia è un obiettivo raggiungibile?


L'immunoterapia per i tumori dell'endometrio e della cervice uterina


Le ultime novità nel trattamento di prima linea del tumore ovarico


Vaccinazione anti-HPV, a che punto siamo?


Sarcomi uterini, quali sono le nuove prospettive per la terapia medica?


Tumore ovarico, le opzioni di terapia medica per il trattamento della recidiva platino-sensibile


L’Immunoterapia nel tumore dell’ovaio: mito o realtà?


I tumori rari dell’ovaio: quali sono e come si curano?


Carcinoma ovarico, l'importanza del test del BRCA sul tessuto tumorale


Qual è l'importanza dei dati clinici di vita reale


Il ruolo degli studi clinici di vita reale nella prospettiva dell’Agenzia Europea per i Medicinali


Ruolo del farmacologo nella gestione e nella interpretazione dei dati clinici di vita reale


ARTICOLI

Erlotinib in prima linea efficace nei pazienti con NSCLC

Dati recenti dimostrano che il trattamento con erlotinib, un inibitore delle tirosin-kinasi, in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC), aumenta significativamente la sopravvivenza rispetto alla chemioterapia standard. E' il ri[...]

Tumore alla mammella, dopo 10 anni conferme per anastrazolo

Nel follow-up a 10 anni, l'inibitore dell'aromatasi anastrazolo ha dimostrato una superiorità nei confronti di tamoxifene nel prevenire le recidive del tumore alla mammella. E' quanto riportato da Aman Buzard e colleghi del Cancer Center di Houston d[...]

Pemetrexed delude nel tumore testa collo

Tramontano le speranze di Eli Lilly di poter richiedere l'indicazione per pemetrexed nel tumore della testa e del collo ricorrente o metastatico a cellule squamose (SCCHN). I dati di uno studio presentato al congresso ESMO non lasciano dubbi perché i[...]

Iniparib promettente nel ca mammario metastatico triplo negativo

Sono stati recentemente presentati i risultati di uno studio di fase II su iniparib, nuovo farmaco sviluppato da sanofi-aventis, che in aggiunta alla chemioterapia standard a base di gemcitabina e carboplatino, aumenta la sopravvivenza globale di paz[...]

Triplice terapia nel carcinoma mammario metastatico HER2+

La combinazione di trastuzumab, bevacizumab e docetaxel sembrerebbe migliorare o stabilizzare le condizioni di pazienti con carcinoma mammario metastatico HER2 positivo. E' il risultato preliminare di uno studio presentato recentemente all'American S[...]

Terapie anti-cancro, danni cognitivi non solo con la chemio

"Chemobrain" è un termine gergale utilizzato per definire le variazioni della memoria, dell'attenzione e di altre abilità cognitive che possono manifestarsi dopo la chemioterapia. In realtà, secondo uno studio dell'Università di Miami, tali deficit c[...]

Rituximab aumenta la sopravvivenza nella LLC

L'aggiunta dell'anticorpo monoclonale rituximab alla chemioterapia standard aumenta la sopravvivenza globale e la sopravvivenza libera da progressione di pazienti con leucemia linfatica cronica (LLC).

Cabazitaxel, conferme nel tumore alla prostata avanzato

Il farmaco sperimentale cabazitaxel associato a prednisone migliora significativamente la sopravvivenza di pazienti con tumore della prostata metastatico, refrattario alla terapia ormonale e in progressione dopo un trattamento con chemioterapia a bas[...]

Denosumab, possibile protezione anche nel tumore al seno

Oltre che per combattere l'osteoporosi, denosumab, potrebbe essere utilizzato anche per proteggere dal tumore al seno. In particolare, potrebbe ridurre il rischio di cancro al seno nelle donne che assumono la terapia ormonale sostitutiva (Tos) o la p[...]

Sunitinib delude nel carcinoma prostatico avanzato

Interrotto uno studio di fase IIIa che ha valutato l'efficacia di sunitinib in combinazione con prednisone in pazienti con carcinoma prostatico resistente alla castrazione in progressione nonostante il trattamento con un regime chemioterapico a base [...]

Zibotentan delude nel carcinoma prostatico avanzato

AstraZeneca oggi ha annunciato i risultati negativi di uno studio di fase III su zibotentan, un nuovo farmaco antagonista del recettore dell'endotelina-1 studiato nel trattamento del carcinoma prostatico resistente alla castrazione (CRPC). Lo studio [...]

Pazopanib promette bene anche per il cancro alla tiroide

Pazopanib, un inibitore delle tirosin chinasi approvato sia in Europa sia negli Usa per il tumore al rene, potrebbe essere utile anche per il cancro della tiroide differenziato e in progressione, refrattario allo iodio radioattivo. Il dato, prelimina[...]

Mielofibrosi, promette bene il nuovo anti JAK2

Più vicina la target therapy anche per la mielofibrosi. Uno studio di fase I/II ha dimostrato che il JAK-inibitore sperimentale INC424, sviluppato da Incyte e Novartis, è in grado di offrire benefici clinici marcati e duraturi ai pazienti affetti da [...]

Bevacizumab in adiuvante nel tumore al colon iniziale

I benefici di bevacizumab, ampiamente dimostrati nel cancro al colon in fase metastatica, finora non sono stati confermati nel tumore in fase iniziale. Sono appena stati resi noti i dati di uno studio di fase III su bevacizumab in combinazione con la[...]

Ca al colon, ASA a basso dosaggio riduce il rischio

L'uso regolare di aspirina a basso dosaggio può ridurre di un terzo il rischio di cancro del colon-retto e i benefici della terapia si manifestano precocemente. Lo ha messo in luce un grosso studio caso-controllo scozzese, appena pubblicato online su[...]

Melanoma, ricerca italiana d'avanguardia su nuovo biologico

Ha appena preso il via uno studio, tutto italiano, denominato NIBIT M1 che per la prima volta al mondo valuterà l'efficacia di una terapia con ipilimumab associato al chemioterapico fotemustina impiegati per la cura del melanoma avanzato.

Cancro alla prostata avanzato, bene la fase III con abiraterone

Abiraterone ha aumentato la sopravvivenza globale di pazienti con carcinoma alla prostata in fase avanzata. I dati definitivi dello studio, il primo di fase III di cui sono disponibili i risultati, verranno presentati in occasione del congresso ESMO [...]

Gemcitabina o fluorouracile nel Ca al pancreas

Nei pazienti con tumore al pancreas, l'impiego della gemictabina non porta a un miglioramento della sopravvivenza globale dopo l'asportazione del tumore rispetto ai pazienti trattati con flurouracile e acido folinico.

Sunitinib non migliora la sopravvivenza di pazienti con NSCLC

Uno studio appena completato ha evidenziato che sunitinib, somministrato in combinazione con erlotinib, non ha migliorato la sopravvivenza generale mentre ha aumentato la sopravvivenza libera da progressione rispetto al solo erlotinib in pazienti con[...]

Nuovo anti BRAF, efficacia dell'81% nel melanoma

Un farmaco sperimentale sviluppato da Roche e dalla biotech californiana Plexxikon è stato in grado di ridurre le dimensioni del tumore nell'81% dei pazienti affetti da melanoma, un risultato senza precedenti specie per un tumore così aggressivo.