Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Radioterapia nel tumore della prostata, sviluppi e collaborazione con altre specialità


Tumore della prostata, come riconoscerlo e diagnosticarlo precocemente


PDTA come gestione del rischio clinico nel tumore della prostata


Tumore della prostata, la best practice dell'Ospedale Buccheri La Ferla di Palermo


PDTA del tumore della prostata, i risultati ad un anno dall'attivazione all'Ospedale Buccheri La Ferla


Tumore della prostata, all'Ospedale Buccheri La Ferla di Palermo è attivo un PDTA certificato


B-SIDE, il primo spettacolo teatrale che porta in scena l'emofilia


Sindromi mielodisplastiche, terapia ferro-chelante con deferasirox allunga la sopravvivenza senza eventi


Emofilia A: sbarca in Italia emicizumab, si apre una nuova era per i pazienti con inibitori


Emofilia A e inibitori del fattore VIII, cosa sono e come gestire il problema


Qual è la spesa farmaceutica al netto di rimborsi condizionati e pay back?


Il costo del mieloma multiplo nella real life italiana


Il percorso di assistenza e di cura del paziente con mieloma multiplo


Evoluzione nella cura del mieloma multiplo. Il problema delle recidive


Quali sono i problemi che devono affrontare i pazienti guariti da un tumore?


Quale sarà l'impatto dei biosimilari nella realtà italiana? Ce lo rivela uno studio del CEIS


Oncologia italiana a livelli di eccellenza. Aspetti positivi del modello del nostro Paese


Linfoma follicolare ritrattato, lenalidomide aggiunta a rituximab allontana la progressione


Beta-talassemia, luspatercept riduce il bisogno di trasfusioni nei pazienti anemici


Sindromi mielodisplastiche, con luspatercept servono meno trasfusioni nei pazienti anemici


Linfoma follicolare, obinutuzumab si conferma meglio di rituximab nel ritardare la progressione


Linfoma diffuso a grandi cellule B, aggiunta di polatuzumab può raddoppiare la sopravvivenza nei casi non idonei al trapianto


ARTICOLI

Cancro al polmone, studio italiano: biopsia liquida utile per predire il beneficio di chemio e immunoterapia. #ESMO18

La biopsia liquida può essere uno strumento valido per prevedere e monitorare il beneficio clinico nei pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule avanzato trattati con la chemioterapia e con l'immunoterapia? A questa domanda ha cercato di[...]

Sarcomi: in arrivo nuovi farmaci molecolari e immunoterapia

La ricerca va avanti e offre importanti novità anche per i sarcomi, tumori rari con circa 5 diagnosi ogni 100 mila abitanti in Italia ogni anno, non più ‘orfani' di possibilità terapeutiche. Questi e altri temi saranno affrontati al meeting annuale [...]

Cancro al seno avanzato con PIK3CA mutato, alpelisib ritarda la progressione. #ESMO18

L'aggiunta di alpelisib al farmaco ormonale fulvestrant prolunga in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS), quasi raddoppiandola, in pazienti affette da carcinoma mammario avanzato con recettori ormonali positivi (HR+) e neg[...]

Carcinoma epatocellulare pretrattato, efficacia di cabozantinib confermata in diversi sottogruppi. #ESMO18

Nei pazienti con carcinoma epatocellulare avanzato trattati con l'inibitore multichinasico cabozantinib in seconda e terza linea, il beneficio di sopravvivenza, sia globale (OS) sia libera da progressione (PFS), si ottiene indipendentemente dai livel[...]

Mieloma multiplo, mai abbassare la guardia. Si vince con la ricerca

I due campioni olimpici di scherma Elisa Di Francisca e Aldo Montano testimonial della campagna di sensibilizzazione promossa da AIL in collaborazione con Lampada di Aladino con il contributo non condizionante di Celgene con l'obiettivo di far conosc[...]

Melanoma avanzato BRAF+, beneficio di sopravvivenza di dabrafenib/trametinib adiuvante confermato anche a 4 anni. #ESMO18

I pazienti con melanoma in stadio III BRAF-mutato sottoposti al trattamento adiuvante per 12 mesi con l’inibitore di BRAF dabrafenib più l’inibitore di MEK trametinib continuano a mostrare nel tempo un beneficio significativo in termini di sopravvive[...]

Cancro al seno triplo negativo, atezolizumab migliora la sopravvivenza nelle pazienti PD-L1 positive. #ESMO2018

Per la prima volta un farmaco immunoterapico mostra un chiaro beneficio nel cancro al seno e la cosa più importante è che questo vantaggio si ottiene nella forma più difficile da trattare, il cancro al seno triplo negativo, che non risponde alla tera[...]

Risposte molto incoraggianti con entrectinib in diversi tipi di tumori NTRK-positivi. #ESMO18

Più della metà dei pazienti con tumori solidi che presentano fusioni dei geni NTRK 1/2/3 ha risposto al trattamento con entrectinib, un farmaco frutto anche della ricerca italiana, in tre studi di cui è stata presentata un’analisi aggregata durante i[...]

Nuova era nella cura del tumore ovarico avanzato, mantenimento con olaparib ritarda di 3 anni la progressione. #ESMO18

Se nelle scorse due edizioni del congresso della European Society for Medical Oncology (ESMO) a far la parte del leone era stato il tumore del polmone, quest’anno protagonista assoluto è stato senza dubbio il tumore ovarico, con i risultati dello stu[...]

Carcinoma della vescica non muscolo-invasivo, pembrolizumab promettente per chi non risponde alla cura standard. #ESMO2018

Nei pazienti con carcinoma della vescica non muscolo invasivo ad alto rischio che non rispondono al trattamento standard con il bacillo di Calmette-Guérin (BCG), l'immunoterapia sembra essere una strada percorribile e molto promettente. A suggerirlo [...]

Cancro al seno HR+/HER2- avanzato, palbociclib allunga la vita nelle donne già trattate. #ESMO18

Il trattamento con la combinazione dell’inibitore delle chinasi ciclina-dipendenti 4 e 6 (CDK4/6) palbociclib permette di ottenere un miglioramento clinicamente significativo della sopravvivenza globale (OS) nelle pazienti con carcinoma mammario avan[...]

Tumore al polmone: verso migliori standard di cura grazie al progetto CentroPerCento

Sono stati annunciati i dati preliminari del progetto CENTROPERCENTO nato per sensibilizzare sull’importanza di una corretta diagnosi molecolare e abbattere le barriere tra diagnosi e trattamento nel carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC).[...]

Cinque anni di uso regolare di aspirina aiutano a prevenire il cancro al fegato

I dati di un nuovo studio presentato questa settimana al Liver Meeting, il congresso annuale dell'American Association for the Study of Liver Diseases in corso a San Francisco, hanno messo in luce come l'assunzione regolare di aspirina è associata a [...]

Carcinoma mammario HER2-positivo, trastuzumab anche per sole 9 settimane in pazienti selezionate #ESMO18

Nelle donne con carcinoma mammario HER2-positivo (HER2+) in stadio iniziale, e con tumore di piccole dimensioni, un ciclo di trattamento adiuvante con trastuzumab per 9 settimane anziché 12 mesi (la durata standard), si è associato una sopravvivenza [...]

Nutrizione clinica aumenta la sopravvivenza dei pazienti oncologici fin dai primi stadi della malattia. #ESMO18

Una corretta nutrizione clinica, avviata precocemente, migliora lo stato di salute e la sopravvivenza dei pazienti oncologici. A dimostrarlo sono i risultati di uno studio presentato a Monaco di Baviera, al meeting annuale della European Society for [...]

Malnutrizione: a rischio il 40% dei malati di cancro. #ESMO18

La malnutrizione è sicuramente un problema di enorme impatto in ambito oncologico. L'efficacia delle cure, anche con i farmaci più innovativi, è infatti vanificata o ridotta a causa di uno stato generale di malnutrizione a cui è soggetto mediamente i[...]

Cancro al polmone avanzato ALK+, alectinib supera ancora crizotinib in prima linea. #ESMO18

I pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule ALK-positivo (ALK+), in stadio avanzato, non trattati in precedenza, sopravvivono significativamente più a lungo senza che la malattia progredisca se vengono trattati in prima battuta con l’ini[...]

Immunoterapia sicura anche nei pazienti con cancro e infezione da Hiv. #ESMO18

L'avvento dell'immunoterapia ha rappresentato una svolta importante nel trattamento dei tumori, e oggi ci sono diversi farmaci approvati per un numero sempre crescente di neoplasie. Ma questo approccio, che stimola il sistema immunitario a combattere[...]

Linfoma di Hodgkin: inibitori del checkpoint primario pd-1 efficaci nella terapia di salvataggio. Documento italiano di consenso

Circa il 25% dei pazienti affetti da linfoma di Hodgkin non riesce a guarire con la chemioterapia standard e viene pertanto avviato a terapia di salvataggio e consolidamento con trapianto autologo. Di questi pazienti, circa il 50% risulterà chemioref[...]

Cancro prostatico metastatico, concetto rivoluzionario: radioterapia locale del tumore primario. #ESMO2018

La radioterapia (RT) alla prostata migliora del 32% la sopravvivenza globale (OS) negli uomini con carcinoma della prostata metastatico di nuova diagnosi (mPCa) che hanno un basso carico di malattia metastatica ma non in quelli che hanno un carico ma[...]