La combinazione della deprivazione androgenica (ADT) con una terapia a base di acido zoledronico per il massimo blocco androgenico fornisce un prolungamento significativo del tempo alla comparsa del  primo scheletrico-correlato (SRE) in pazienti con cancro alla prostata ormonale naïve al trattamento che presentavano metastasi ossee. Tuttavia, la sopravvivenza globale non è stata significativamente migliorata.

E’ quanto emerge da uno studio giapponese presentato a Madrid al congresso annuale della European Association of Urology (EAU).

L'acido zoledronico si è dimostrato utile per la prevenzione degli SRE in pazienti con carcinoma della prostata resistente alla castrazione e con metastasi ossee, anche se la sua combinazione iniziale con ADT per i pazienti naïve al trattamento rimane controversa, ha spiegato l'autore principale dello studio, il giapponese Tomomi Kamba, dell’Università di Kyoto.

Per questo studio, il dottor Kamba e colleghi hanno randomizzato 227 pazienti naïve alla ADT senza (n = 110) o con acido zoledronico 4 mg IV ogni 4 settimane (n = 109), per un massimo di 2 anni.

L'endpoint primario – il tempo mediano al fallimento del trattamento – era già stato pubblicato in precedenza, e anche se in questi pazienti è emerso un beneficio per l'uso di acido zoledronico, questo non ha raggiunto la significatività (ADT sola: 9,7 mesi; ADT più acido zoledronico: 12,4 mesi; hazard ratio [HR], 0.75; log rank p = 0,0511).

L'analisi degli endpoint secondari, presentata all’EAU, ha considerato il tempo di sviluppo di SRE e la sopravvivenza di questi pazienti. Rispetto al solo ADT, l'aggiunta di acido zoledronico ha determinato un aumento d4el tempo alla comparsa del primo SRE (45,9 vs 64,7 mesi, HR, 0.576; log rank p = 0,0088).

La sopravvivenza globale è stata di 60,2 mesi con il solo ADT, anche se non è stato raggiunta la significatività per ADT più acido zoledronico (HR, 0,779; log-rank p = 0,2807).

"In alcuni pazienti con carcinoma della prostata resistente alla castrazione, dovremmo subito inizoiare la terapia combinata con acido zoledronico e ADT, ma alcune domande rimangono: per quanto tempo e quando fermarsi", ha osservato il dottor Kamba.

A Phase III, Multicenter, Randomized, Controlled Study of Maximum Androgen Blockade With vs Without Zoledronic Acid in Prostate Cancer Patients With Metastatic Bone Disease: Results of Main Secondary Endpoints in ZAPCA Trials. Abstract 669]