Oltre il 20% dei pazienti con tumori solidi avanzati ha ottenuto una risposta duratura o una stabilizzazione della malattia dopo l'utilizzo di afatinib (BIBW 2992), un inibitore irreversibile della famiglia di recettori  tirosin kinasici ErbB incluso il recettore per il fattore di crescita HER2. Questo è il risultato di uno studio di fase I condotto dall'Institute of Cancer Research di Suitton.

Lo studio ha valutato la sicurezza, la tollerabilità, la farmacocinetica e la risposta tumorale al farmaco in pazienti con diversi tipi di tumori solidi. Sono stati analizzati 53 pazienti, di cui 16 con tumore del polmone, 7 del colon retto, 7 dell'esofago e 9 con altri tipi di tumori. Tutti i pazienti avevano ricevuto almeno una terapia precedente e due terzi avevano ricevuto precedentemente più di tre terapie. Il farmaco è stato somministrato in diverse dosi (10-15mg/gg, 40 mg/gg e 50 mg/gg).

I risultati dello studio hanno mostrato che, dopo il trattamento con afatinib, 5 pazienti avevano ottenuto una risposta parziale della durata di 34 mesi e 7 avevano ottenuto la stabilizzazione della malattia.
Si sono verificate 5 risposte parziali e due non confermate. 4 delle 5 risposte parziali si sono verificate in pazienti con NSCLC e la quinta si è verificata in un paziente con cancro dell'esofago. Tre dei pazienti con NSCL hanno avuto una durata della risposta tumorale di 18, 24 e 34 mesi rispettivamente e in due sono state riscontrate mutazioni in EGFR.
Una stabilizzazione della malattia per almeno sei mesi è stata ottenuta da pazienti con mesotelioma della mammella, del colon retto, della cervice, della tiroide e adenocarcinoma.

Secondo quanto riportato dagli autori dello studio, il farmaco è stato generalmente ben tollerato e non si sono verificati eventi avversi di grado 4-5. Gli effetti collaterali più comuni sono stati eventi gastrointestinali, rash e astenia. Si sono inoltre verificati due casi di eruzione cutanea di grado 3 e un caso di dispnea secondaria a polmonite.In tre casi si sono verificati eventi avversi nel primo ciclo di trattamento alla dose più elevata che hanno comportato la sospensione del trattamento.

Yap TA et al. "Phase I trial of the irreversible EGFR and HER2 kinase inhibitor BIBW 2992 in patients with advanced solid tumors" J Clin Oncol 2010