Ca al seno, letrozolo non supera anastrozolo nelle donne in post-menopausa

Letrozolo non ha mostrato una superiorità significativa o una maggiore sicurezza come trattamento per le donne in postmenopausa con un carcinoma mammario in stadio iniziale, con recettori ormonali positivi e linfonodi positivi, rispetto ad anastrozolo. Questo il risultato principale dello studio di fase III FACE, da poco pubblicato sul Journal of Clinical Oncology.

Letrozolo non ha mostrato una superiorità significativa o una maggiore sicurezza come trattamento per le donne in postmenopausa con un carcinoma mammario in stadio iniziale, con recettori ormonali positivi e linfonodi positivi, rispetto ad anastrozolo. Questo il risultato principale dello studio di fase III FACE, da poco pubblicato sul Journal of Clinical Oncology.

"Sia letrozolo sia anastrozolo hanno dimostrato di avere un'efficacia superiore al tamoxifene" spiegano nell’introduzione Ian Smith, del Royal Marsden Hospital and Institute of Cancer Research, nel Surrey, e gli altri autori.

"I dati pubblicati hanno indicato che il beneficio relativo di entrambi gli agenti varia nei diversi sottogruppi di pazienti e, in particolare, un'analisi esplorativa dello studio BIG 1-98 ha mostrato che le donne con linfonodi positivi sembrano trarre un beneficio maggiore [dagli inibitori dell’aromatasi] rispetto a tamoxifene rispetto a quelle con linfonodi negativi. Quindi, si è pensato che ci fosse un bisogno non soddisfatto: da un lato, valutare testa a testa l'efficacia relativa di questi due inibitori dell'aromatasi non steroidei e, dall'altro, valutare il loro beneficio in pazienti ad alto rischio con linfonodi positivi" aggiungono i ricercatori, illustrando il razionale dello studio.

A tal fine, Smith e i colleghi hanno arruolato 4136 donne in post-menopausa con un cancro al seno in stadio precoce con recettori ormonali positivi e linfonodi positivi e ne hanno assegnate in modo casuale 2061 al trattamento con letrozolo 2,5 mg e 2075 al trattamento con anastrozolo 1 mg una volta al giorno per 5 anni o fino alla comparsa di una recidiva.

L’endpoint primario era la sopravvivenza libera da malattia (DFS) a 5 anni, mentre gli endpoint secondari chiave erano la sopravvivenza globale (OS) e la sicurezza.

Lo studio, segnalano gli autori è stato interrotto prima del previsto perché gli eventi legati alla DFS sono stati meno del previsto e i dati pubblicati si riferiscono a un’analisi finale relativa a 709 eventi.

La DFS a 5 anni è risultata dell’84,9% nel gruppo trattato con letrozolo contro 82,9% in quello assegnato ad anastrozolo (HR 0,93; IC al 95% 0,8-1,07; P = 0,3150). Un’analisi esplorativa ha mostrato una DFS simile con entrambi i farmaci in tutti i sottogruppi valutati.

L’OS a 5 anni è risultata dell’89,9% nel braccio letrozolo contro 89,2% nel braccio anastrozolo (HR 0,98; IC al 95% 0,82-1,17; P = 0,7916).

I più comuni eventi avversi di grado 3 o 4, cioè quelli che si sono verificati in più del 5% delle pazienti, sono stati artralgia (3,9% con letrozolo e 3,3% con anastrozolo), ipertensione (rispettivamente 1,2% e 1%), vampate di calore (0,8 % e 0,4%), mialgia (0,8% e 0,7%), dispnea (0,8% e 0,5%) e depressione (0,8% e 0,6%).

"Letrozolo non ha mostrato un’efficacia statisticamente superiore rispetto anastrozolo né per quanto riguarda l'endpoint primario, la DFS, né per l’endpoint secondario, l’OS" concludono i ricercatori. 

Inoltre, aggiungono, "non sono stati identificati nuovi problemi di sicurezza, e non si sono manifestate tossicità correlate al trattamento impreviste né a breve né a lungo termine in nessuno dei due bracci di trattamento”.

Infine, Smith e i colleghi segnalano che sono in corso analisi sui biomarker sul tessuto tumorale primitivo, sul sangue e sulla linea germinale.

I. Smith, et al. Comparative Efficacy and Safety of Adjuvant Letrozole Versus Anastrozole in Postmenopausal Patients With Hormone Receptor–Positive, Node-Positive Early Breast Cancer: Final Results of the Randomized Phase III Femara Versus Anastrozole Clinical Evaluation (FACE) Trial. J Clin Oncol. 2017; doi:10.1200/JCO.2016.69.2871.
leggi