Ca prostatico, possibile legame tra terapia di deprivazione androgenica e aumento del rischio di demenza

La terapia di deprivazione androgenica potrebbe essere associata a un aumento del rischio di demenza nei pazienti affetti da un carcinoma prostatico, stando ai risultati di una revisione sistematica e una metanalisi appena pubblicata sulla rivista Prostate Cancer Prostatic Disease.

La terapia di deprivazione androgenica potrebbe essere associata a un aumento del rischio di demenza nei pazienti affetti da un carcinoma prostatico, stando ai risultati di una revisione sistematica e una metanalisi appena pubblicata sulla rivista Prostate Cancer Prostatic Disease.

Tuttavia, sebbene i dati di letteratura supportino la possibilità di un'associazione tra terapia di deprivazione androgenica e demenza, i ricercatori non hanno trovato alcuna prova diretta che questo trattamento causi demenza.
“Recenti analisi hanno suggerito un legame tra l’impiego della terapia di deprivazione androgenica nel trattamento del cancro alla prostata e un aumento del rischio di demenza” scrivono i ricercatori, guidati da Kevin T. Nead. “Tuttavia, altri studi non offrono dati a supporto di questa associazione, tra cui il più ampio studio che abbia esaminato quest’associazione fino ad oggi. ... Finora non era mai stata fatta un'analisi completa di questo argomento controverso e in rapida evoluzione e le implicazioni cliniche di questi risultati, presi nel loro insieme, non sono chiare”.
Nel tentativo di fare chiarezza e dirimere la questione, Nead e colleghi hanno utilizzato più database per fare una revisione di 9 studi in cui si sono descritti gli outcome correlati alla demenza negli uomini sottoposti al trattamento per il cancro della prostata. Sette di questi studi contenevano una stima aggiustata del rischio di demenza.
Una metanalisi che ha riguardato 50.541 pazienti ha mostrato un aumento del rischio di demenza tra i pazienti sottoposti a terapia di deprivazione androgenica (HR 1,47; IC al 95% 1,08-2). Inoltre, i ricercatori hanno analizzato separatamente la malattia di Alzheimer e la demenza legata a una qualsiasi causa (HR 1,25 e IC al 95% 0,99-1,57 per il morbo di Alzheimer; HR 1,46 e IC al 95% 1,05-2,02 per la demenza legata a una qualsiasi causa).
“Le evidenze attualmente disponibili combinate suggeriscono che la terapia di deprivazione androgenica impiegata per il trattamento del tumore alla prostata potrebbe essere associata a un aumento del rischio di demenza” scrivono i ricercatori nelle loro conclusioni. Tuttavia, ha puntualizzato Nead, “al momento non abbiamo prove che la terapia di deprivazione androgenica causi la demenza”.
Comunque, ha aggiunto l’autore, “questo studio va ad aggiungersi a un corpus crescente di dati letteratura in base ai quali la terapia di deprivazione androgenica potrebbe influire sulle funzioni neurocognitive, oltre ad avere altri effetti nocivi accertati, e sottolinea ulteriormente l'importanza di una corretta selezione dei pazienti da sottoporre a questo trattamento”.
K.T. Nead, et al. Androgen deprivation therapy for prostate cancer and dementia risk: a systematic review and meta-analysis. Prostate Cancer Prostatic Dis. 2017; doi:10.1038/pcan.2017.10.
leggi