Ca vulvare, HPV-positivitÓ correlata alla sopravvivenza globale e libera da malattia

Le donne che hanno un tumore vulvare risultato positivo per il papillomavirus umano (HPV) potrebbero avere una sopravvivenza superiore rispetto alle donne con lo stesso tumore, ma HPV-negative. A indicarlo Ŕ una revisione sistematica e metanalisi pubblicata di recente sull'International Journal of Cancer.

Le donne che hanno un tumore vulvare risultato positivo per il papillomavirus umano (HPV) potrebbero avere una sopravvivenza superiore rispetto alle donne con lo stesso tumore, ma HPV-negative. A indicarlo è una revisione sistematica e metanalisi pubblicata di recente sull’International Journal of Cancer.

Anche se le donne con HPV hanno un rischio maggiore di sviluppare tumori maligni come tumori dell’orofaringe, della cervice uterina, vulvari e vaginali, studi precedenti hanno dimostrato che lo status dell’HPV della paziente può essere un fattore predittivo di sopravvivenza.

Tuttavia, gli studi in cui si è valutata l’influenza dello stato dell’HPV sulla sopravvivenza nelle donne affette da un carcinoma vulvare hanno dato risultati contrastanti e avevano il limite di essere di piccole dimensioni.

Per questo motivo, Christina Loise Rasmussen e altri quattro ricercatori del Danish Cancer Society Research Center di Copenhagen hanno voluto valutare se lo stato dell’HPV influisca sulla sopravvivenza delle donne che hanno sviluppato un carcinoma vulvare, cosa, a loro dire, mai fatta prima.

Per la sua metanalisi, il team danese ha analizzato i risultati di 18 studi nei quali erano state coinvolte 1638 pazienti affette da un carcinoma vulvare e sottoposte al test dell’HPV, di cui 541 erano HPV-positive e 1097 HPV-negative.

In 11 di questi studi, i ricercatori hanno valutato la sopravvivenza globale (OS) a 5 anni delle pazienti con carcinoma vulvare a seconda dello stato dell’HPV. L’HR cumulativo di OS a 5 anni è risultato pari a 0,61 (IC al 95% 0,48-0,77; P < 0,001); i risultati di 8 studi, di cui cinque hanno mostrato HR significativamente superiori, hanno suggerito che le donne HPV-positive avevano tassi di OS di 5 anni superiori rispetto alle donne HPV-negative.

Inoltre, in sette studi si è valutato l'effetto dello stato dell’HPV sulla sopravvivenza libera da malattia (DFS) a 5 anni e si è trovato un HR pari a 0,75 (IC al 95% 0,57-1,00; P = 0,049).
Gli autori concludono che questi "risultati aumentano la conoscenza della storia naturale dei tumori vulvari ed evidenziano un possibile valore clinico del test dell’HPV nelle donne con tumori vulvari ai fini della pianificazione della strategia di gestione e di follow-up ottimale", ma aggiungono che "servono studi più ampi che siano in grado di tener conto di altri fattori prognostici per fornire ulteriori prove".

C.L. Rasmussen, et al. Does HPV status influence survival after vulvar cancer? Inter J Canc. 2017; doi: 10.1002/ijc.31139.
leggi