Cancro della vescica, Clovis interrompe trial di fase II su rucaparib per scarsa efficacia

Clovis Oncology ha reso noto di aver deciso di interrompere lo di Fase II ATLAS che veniva condotto per testare rucaparib in monoterapia nel cancro metastatico ricorrente della vescica. L'azienda ha detto che la decisione stata presa sulla base di una revisione dei dati preliminari per 62 pazienti condotta da un comitato indipendente di monitoraggio dei dati che ha concluso che il tasso di risposta oggettivo nella popolazione intent-to-treat indica che il trattamento "non pu fornire un beneficio clinico significativo".

Clovis Oncology ha reso noto di aver deciso di interrompere lo di Fase II ATLAS che veniva condotto per testare rucaparib in monoterapia nel cancro metastatico ricorrente della vescica. L'azienda ha detto che la decisione è stata presa sulla base di una revisione dei dati preliminari per 62 pazienti condotta da un comitato indipendente di monitoraggio dei dati che ha concluso che il tasso di risposta oggettivo nella popolazione intent-to-treat indica che il trattamento "non può fornire un beneficio clinico significativo".

Clovis ha reso noto che la decisione non è basata su preoccupazioni per la sicurezza del farmaco. Il farmacista ha detto che continuerà a valutare l'uso di rucaparib in combinazione con altri trattamenti per l'uso in pazienti con cancro avanzato della vescica. Si prevede inoltre di iscrivere i pazienti con cancro alla vescica avanzato e mutazioni genetiche selezionate in uno studio pan-tumorale che dovrebbe iniziare nella seconda metà dell'anno.

Rrucaparib inizialmente ha ricevuto l'approvazione accelerata dalla Fda nel 2016 per il trattamento di alcune donne con cancro ovarico avanzato, e successivamente è stato autorizzato in Europa per la stessa indicazione. L'inibitore Parp è stato autorizzato anche negli Stati Uniti e nell'Ue per il trattamento di mantenimento del carcinoma ovarico ricorrente.

All'inizio di questo mese, Clovis ha presentato i risultati dello studio di Fase II, dimostrando che rucaparib ha portato a risposte complete o parziali in diverse pazienti con carcinoma pancreatico avanzato BRCA o PALB2-mutato.