Un concentrato a base di sulforafano, composto presente nei broccoli e altre verdure crucifere, è utile contro la leucemia: è capace di ridurre infatti le cellule di quella acuta linfoblastica, come hanno verificato in laboratorio i ricercatori del Baylor College di medicina, in uno studio pubblicato sulla rivista 'Plos One'.

"La leucemia acuta linfoblastica è un tipo di cancro molto comune nei bambini spiega Daniel Lacorazza, uno dei ricercatori  E' curabile nell'80% dei casi, ma alcuni bambini non rispondono alla terapia. In questi casi servono terapie alternative". Gli scienziati si sono così concentrati sul sulforafano purificato, un composto naturale presente nei broccoli, che si ritiene abbia proprietà preventive e terapeutiche nei tumori solidi. Gli studi hanno mostrato infatti che le persone che mangiano molte verdure crucifere hanno un rischio minore per alcuni tipi di tumore.

Per capire come questo composto agisce sulla leucemia, i ricercatori hanno incubato delle linee cellulari leucemiche di derivazione umana, e dei linfoblasti primari di pazienti pediatrici con il composto. Si è così visto che le cellule del cancro sono morte, mentre quelle sane ottenute da donatori sani non sono state colpite. Anche lo studio fatto in fase pre-clinica sui topi ha mostrato risultati simili. Il composto funziona entrando nelle cellule e reagendo con alcune proteine. Serviranno altri studi, ma i ricercatori sono convinti che questo composto un giorno potrà essere usato come opzione terapeutica in combinazione con le attuali terapie. (Ansa).