Denosumab sembra essere un trattamento efficace in quasi due terzi dei pazienti con ipercalcemia maligna persistente o recidivante, stando ai risultati di uno studio multicentrico presentato al World Congress on Osteoporosis, Osteoarthritis, and Musculoskeletal Diseases (WCO), a Siviglia.

In questo trial, un gruppo di ricercatori statunitensi ed europei ha valutato gli effetti del trattamento con denosumab in 33 pazienti con una neoplasia avanzata e una conseguente ipercalcemia che non avevano risposto a un trattamento recente con bisfosfonati per via endovenosa o avevano recidivato dopo tale trattamento.

L’ipercalcemia maligna è caratterizzata da un marcato aumento dei livelli sierici di calcio, conseguenza di un incremento della mobilizzazione di calcio dallo scheletro e della diminuzione dell’escrezione di calcio a livello dei tubuli renali, e indica una prognosi sfavorevole.

I partecipanti, tutti con un’ipercalcemia maligna legata alla presenza di tumori solidi o neoplasie ematologiche, sono stati trattati con denosumab per via sottocutanea 120 mg nei giorni 1, 8, 15, e 28 e poi una volta ogni 4 settimane.

L'endpoint primario dello studio era la percentuale di pazienti che raggiungevano una concentrazione di calcio sierico  ≤ 11,5 mg/100 ml entro 10 giorni dall'inizio della terapia con denosumab.

Complessivamente il 64 % dei pazienti ha risposto al farmaco entro 10 giorni e il 70% ha risposto nel corso dello studio, con una durata mediana della risposta approssimativa di 104 giorni.

Coerentemente con il meccanismo di azione noto di denosumab, la riduzione del turnover osseo si è associata a una riduzione della concentrazione di calcio sierico rispetto al valore iniziale.

Inoltre, non è stata osservata alcuna tossicità renale e non sono emersi segnali inattesi sul fronte della sicurezza.

Pertanto, concludono gli autori, i risultati mostrano che denosumab può rappresentare una nuova opzione terapeutica per i pazienti con ipercalcemia maligna refrattari ai bisfosfonati .

W. Misiorowski, et al . Denosumab Therapy for the Treatment of Persistent or Relapsed Hypercalcemia of Malignancy (HCM). WCO 2014; abstract P278.