Il test per la ricerca e tipizzazione di DNA virale del Papilloma Virus Umano  (HPV-DNA test) individua le lesioni precancerose e previene lo sviluppo di lesioni cervicali in modo superiore all’esame citologico standard (PAP test). E’ quanto emerso da uno studio olandese pubblicato su The Lancet Oncology.

Lo studio, denominato POBASCAM (POpulation-BAsed SCreening study Amsterdam), ha analizzato i dati delle donne dai 29 ai 56 anni sottoposte al test della ricerca del DNA di HPV più l’esame citologico o solo quest’ultimo nel periodo compreso tra il 1999 e il 2002.
Dopo 5 anni dalla prima visita, tutte le partecipanti sono state sottoposte a entrambi i test diagnostici. In totale sono state analizzate 16.750 donne sottoposte a entrambi i test all’inizio e 16.743 che avevano effettuato solo il PAP test.

Nelle prime analisi, l’identificazione di neoplasie di grado uguale o superiore al 3 non differiva in modo significativo tra i due gruppi, ma con il test del DNA sono state individuate  più neoplasie di grado uguale o superiore a 2 (HR 1,25, 95% CI 1,05 – 1,5, P=0,015).
Cinque anni dopo, un numero inferiore di donne che avevano effettuato anche il test del DNA di HPV ha sviluppato una neoplasia di grado uguale o superiore al 3 e un tumore cervicale, rispetto a quelle che avevano effettuato solo l’esame citologico  (RR 0,73, 95% CI 0,55 – 0,96, P=0,023 e RR 0,29, 95% CI 0,10- 0,87, P=0,031).

Il miglioramento della protezione era dovuto alla identificazione precoce delle lesioni cervicali gravi causate da HPV16. Al follow-up, nelle donne che avevano effettuato all’inizio anche il test del DNA di HPV sono stati identificati meno casi di neoplasie di grado 3 HPV16 positive, rispetto ai controlli (HR 0,48, 95% CI 0,27 - 0.85, P=0,012).

Quando sono stati combinati i risultati dei due periodi di screening, l’identificazione di neoplasie di grado 2 o 3 non differiva tra le donne trai 29 e i 33 e quelle di età superiore ai 33 anni. Inoltre, il test del DNA di HPV non ha portato a una sovra diagnosi nelle donne giovani e il programma di screening dovrebbe iniziare a 30 anni. Lo studio ha mostrato, inoltre, che attendere 5 anni prima di effettuare un nuovo test di screening è un metodo di screening sicuro.

Rijkaart DC, et al "Human papillomavirus testing for the detection of high-grade cervical intraepithelial neoplasia and cancer: final results of the POBASCAM randomized controlled trial" Lancet Oncol 2011; DOI: 10.1016/S1470-2045(11)70296-0.
leggi

Hormuzd KA, Wentzensen N "How might HPV testing be integrated into cervical screening?" Lancet Oncol 2011; DOI: 10.1016/S1470-2045(11)70334-5.
leggi