Boehringer Ingelheim e CureVac, leader nello sviluppo di terapie basate su RNA (acido ribonucleico) messaggero (mRNA), annunciano oggi, congiuntamente, la nascita di una collaborazione e di un accordo di licenza con diritti d’esclusiva mondiale, che riguarda CV9202, un nuovo vaccino sperimentale per il tumore polmonare, basato su tecnologia mRNA di CureVac, in fase precoce di sviluppo clinico.

Boehringer Ingelheim avvierà studi clinici su CV9202 in almeno due ambiti del trattamento del carcinoma polmonare: in associazione ad afatinib, in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) avanzato o metastatico con mutazioni del recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR), e in associazione a chemio/radioterapia in pazienti con NSCLC di stadio III non resecabile.

Alla firma del contratto, CureVac riceverà 35 milioni di euro fino a un massimo di 430 milioni di euro, in fasi successive, se verranno raggiunte con successo le varie tappe di sviluppo stabilite, oltre a royalty sulle vendite.

La pipeline in ambito oncologico di Boehringer Ingelheim comprende molecole in via di sviluppo per il trattamento di vari tipi di tumori solidi ed ematologici e, tra queste, due molecole in fase III di sviluppo clinico: nintedanib per il NSCLC e per il tumore del colon-retto, e volasertib per la leucemia mieloide acuta.
La tecnologia basata su mRNA di CureVac rappresenta una strategia innovativa in ambito oncologico. Per la prima volta è stato possibile ottimizzare l’mRNA al fine di attivare il sistema immunitario del paziente a combattere il tumore con una risposta immunitaria specifica, stimolata attraverso il vaccino RNActive®.

La terapia immunologica oncologica è stata indicata come la scoperta scientifica più importante del 2013 (“Breakthrough of the year 2013”) nella classifica stilata da Science Magazine, la prestigiosa rivista scientifica dell’American Association for the Advancement of Science (AAAS). CV9202 combina molecole di mRNA codificanti per sei antigeni iperespressi nel tumore polmonare, ed è stato progettato per attivare la risposta immunitaria nei confronti dei tumori. CV9202 e il precedente vaccino antitumorale RNActive® CV9201, nei primi studi clinici condotti da CureVac hanno dimostrato sicurezza clinica e attivazione della risposta immunitaria nei confronti di tutti gli antigeni tumorali.