Diversi studi mostrano che i pazienti diabetici presentano un rischio superiore di sviluppare un tumore a un certo punto della loro vita. Un nuovo studio presentato al Congresso annuale della Canadian Diabetes Association di Toronto mostra che l’uso dell’antidiabetico metformina potrebbe essere associato a una riduzione della mortalità dovuta al cancro.

Nello studio gli esperti hanno seguito 1.353 pazienti per un periodo medio di 9,6 anni. Durante l’analisi si sono verificati 570 decessi, dei quali 122 per tumore.
In generale, la mortalità standardizzata dei soggetti con tumore era pari a 1,47. Per i pazienti che non avevano fatto uso di metformina la mortalità standardizzata era pari a 1,62 rispetto a un valore pari a 0,88 dei partecipanti che erano stati trattati con l’antidiabetico.

Tenendo cono di diverse variabili come il fumo e uno stile di vita non salutare, la mortalità standardizzata per i pazienti con tumore, trattati con metformina era pari a 0,43. Inoltre, l’efficacia dell’antidiabetico era dose dipendente: i pazienti che utilizzavano dosi superiori del farmaco e per periodi più lunghi mostravano una mortalità per cancro inferiore, rispetto a quelli che utilizzavano dosi ridotte o per brevi periodi.

Inoltre, la metformina era l’unico antidiabetico che ha dimostrato di offrire una protezione contro il cancro.
Un altro studio presentato a Toronto ha mostrato che le donne con diabete di tipo 2 e tumore alla mammella, trattate con metformina hanno ottenuto una risposta patologica completa nel 24% dei casi, rispetto all’8% delle pazienti che non avevano ricevuto l’antidiabetico. Tra le pazienti con tumore, che non soffrivano di diabete e che quindi non erano state trattate con metformina, il tasso di risposta patologica completa era del 16%.

Altri studi hanno mostrato che, al contrario della metformina,  l’uso di insulina umana aumenta la mortalità dei pazienti con tumore, mentre il trattamento con solfonilurea non ha effetti sulla mortalità.

Attualmente sono in corso degli studi disegnati per valutare l’effetto dell’aggiunta della metformina al trattamento chemioterapico nel tumore al pancreas e nel tumore alla mammella positivo per il recettore del EGFR2 e al trattamento con paclitaxel nel tumore testa collo ricorrente. Questi studi sarannp completati nei prossimi due anni.

Metformin, a New Anticancer Treatment?
leggi