Mieloma multiplo recidivato/refrattario, daratumumab-lenalidomide-desametasone pare la combinazione migliore in una metanalisi

La combinazione di daratumumab, lenalidomide e desametasone (DaraLenDex) quella che sembra offrire i migliori risultati nei pazienti con mieloma multiplo recidivato e/o refrattario, stando ai risultati di una metanalisi a rete, da poco pubblicata sul Journal of Clinical Oncology, nella quale sono state prese in considerazione e confrontate indirettamente 18 opzioni di trattamento.

La combinazione di daratumumab, lenalidomide e desametasone (DaraLenDex) è quella che sembra offrire i migliori risultati nei pazienti con mieloma multiplo recidivato e/o refrattario, stando ai risultati di una metanalisi a rete, da poco pubblicata sul Journal of Clinical Oncology, nella quale sono state prese in considerazione e confrontate indirettamente 18 opzioni di trattamento.

"Il fatto che siamo riusciti a combinare tutti i trattamenti rilevanti per il mieloma multiplo recidivato e/o refrattario in una metanalisi a rete è stato il risultato più interessante per me" ha detto Chrissy HY van Beurden-Tan, dell’Erasmus MC Cancer Institute di Rotterdam, in un’intervista. "Questo dimostra il valore aggiunto di utilizzare metodi matematici per fare una sintesi di evidenze che nel mondo reale non sarebbe mai stato possibile effettuare" ha aggiunto l’autrice.

Dopo un lungo periodo in cui desametasone e melfalan hanno rappresentato il trattamento standard, dal 2000 ad oggi si sono resi disponibili molte nuove opzioni di trattamento per il mieloma multiplo recidivato e/o refrattario, spiegano la van Beurden-Tan e i colleghi nell’introduzione.

Tuttavia, aggiungono i ricercatori, mancano confronti diretti tra questi nuovi trattamenti e ciò rende estremamente difficile la valutazione del valore aggiunto relativo di ogni nuovo agente introdotto nell’armamentario terapeutico.

Il team olandese ha quindi provato a sintetizzare tutte le evidenze di efficacia disponibili in modo da consentire un confronto tra tutti i trattamenti attualmente in uso per i pazienti con mieloma multiplo recidivato e/o refrattario.

La van Beurden-Tan e i colleghi hanno condotto una revisione sistematica della letteratura per identificare tutti i trattamenti disponibili per i pazienti con mieloma multiplo recidivato/refrattario, che ha portato a selezionare 17 studi randomizzati e controllati in cui sono state valutate in totale 18 opzioni di trattamento. Su questi trial, gli autori hanno poi eseguito una metanalisi a rete per valutare l'efficacia relativa di ogni trattamento.

La tripletta DaraLenDex ha dimostrato di essere l'opzione di trattamento più efficace, riducendo il rischio di progressione o decesso dell’87% rispetto al desametasone, dell'81% rispetto alla doppietta bortezomib-desametasone e del 63% rispetto alla doppietta lenalidomide-desametasone.
Al secondo posto si sono piazzati, a pari merito, altre quattro triplette: carfilzomib-lenalidomide-desametasone, elotuzumab-lenalidomide-desametasone, daratumumab-bortezomib-desametasone e ixazomib-lenalidomide-desametasone.

"La nostra metanalisi mostra che regimi di combinazione costituiti da una doppietta (cioè, per lo più i regimi più vecchi) sono in fondo alla lista e questo risultato è in linea con l'esperienza clinica e le osservazioni precedenti” osservano i ricercatori.
"Sottolineiamo che rimane essenziale condurre studi di fase III randomizzati e controllati per ottenere più evidenze relative a confronti diretti testa a testa" concludono la van Beurden-Tan e i colleghi. "Fino a quando tali evidenze non saranno disponibili, tuttavia, i nostri risultati saranno molto importanti per prendere decisioni consapevoli nella pratica clinica di tutti i giorni".

Inoltre, ha aggiunto la van Beurden-Tan, "dal momento che ci sono tuttora nuovi trattamenti in sperimentazione in studi clinici randomizzati e controllati di fase III, il metodo da noi descritto potrebbe essere usato per dare il quadro più aggiornato ogni volta che saranno disponibili nuovi dati, dal momento che ogni nuovo studio può essere aggiunto alla rete".

C.H.Y. van Beurden-Tan, et al. Systematic Literature Review and Network Meta-Analysis of Treatment Outcomes in Relapsed and/or Refractory Multiple Myeloma. J Clin Oncol 2017. DOI: http://dx.doi.org/10.1200/JCO.2016.71.1663
leggi