Nessun aumento del rischio di cancro alla postata con pioglitazone

Oncologia-Ematologia

L'esposizione all'ipoglicemizzante pioglitazone non è risultata associata a un aumento del rischio di cancro alla prostata negli uomini anziani con diabete di tipo 2 in uno studio caso-controllo di un gruppo inglese, pubblicato di recente

L'esposizione all’ipoglicemizzante pioglitazone non è risultata associata a un aumento del rischio di cancro alla prostata negli uomini anziani con diabete di tipo 2 in uno studio caso-controllo di un gruppo inglese, pubblicato di recente

In questo studio, gli autori, guidati da Paula L. Thompson, epidemiologa presso il Mapi Group di Londra, hanno analizzato i dati del Clinical Practice Research Datalink e li hanno incrociati con quelli relativi ai ricoveri, ottenuti dal database Hospital Episode Statistics (HES) e agli inserimenti nel registro tumori del (National Cancer Information Network (NCIN) estraendo una coorte di  47.772 uomini affetti da diabete di tipo 2 e con un’età media di 62 anni, nella quale hanno valutato la presenza o meno di una correlazione tra utilizzo di pioglitazone e rischio di cancro alla prostata. Il follow-up è stato condotto per un periodo medio di 5 anni.

Complessivamente, nel periodo considerato (243.923 anni-persona di follow-up), sono stati registrati 756 casi certi di cancro alla prostata.

Sia nell’analisi non aggiustata sia in quella aggiustata per i potenziali fattori confondenti, l'esposizione a pioglitazone non è risultata associata a un aumento del rischio di cancro alla prostata. Inoltre, il rischio di cancro alla prostata non è risultato associato con il tempo da cui era stato iniziato il pioglitazone, la durata di utilizzo del farmaco o il suo dosaggio.

In più, l'utilizzo di qualsiasi altro antidiabetico, tra cui metformina, sulfoniluree, insuline, tiazolidinedioni diversi da pioglitazone e altri farmaci antidiabetici non ha influito sul rischio associato a pioglitazone.

"Il nostro studio fornisce dati a supporto di un profilo rischio-beneficio favorevole per pioglitazone" scrivono la Thompson e i colleghi. Inoltre, aggiungono i ricercatori, questo studio fornisce rassicurazione sia ai medici sia ai politici riguardo alla sicurezza di pioglitazone come agente importante all'interno della moderna gestione dei pazienti con diabete di tipo 2".

N .Boxall, et al. Evaluation of exposure to pioglitazone and risk of prostate cancer: a nested case–control study . BMJ Open Diabetes Res Care. 2016;doi:10.1136/bmjdrc-2016-000303.
leggi