Una nuova combinazione di farmaci aventi come target la produzione di estrogeni somministrata a cavie da laboratorio ha ridotto significativamente lo sviluppo del tumore al polmone provocato dal tabacco. E’ il risultato di uno studio preclinico presentato in occasione dell’ AACR-IASLC Joint Conference on Molecular Origins of Lung Cancer: Biology, Therapy and Personalized Medicine.

Come spiegato dagli esperti, la terapia antiestrogenica ha mostrato efficacia contro il carcinoma alla mammella in studi clinici sull’uomo. Se questi trattamenti fossero efficaci anche contro il tumore al polmone sarebbe un grande vantaggio in quanto al momento non esistono farmaci approvati per prevenire lo sviluppo di questa patologia.

Molti dei tumori al polmone sono positivi per alcuni tipi di recettori degli estrogeni, inoltre, a livello polmonare è presente un enzima chiamato aromatasi che produce estrogeni. Questi ormoni, una volta legati ai propri recettori inducono la crescita del tumore.

Secondo i ricercatori, il blocco dei recettori degli estrogeni e l’inibizione dell’aromatasi potrebbero essere delle strategie efficaci contro lo sviluppo della patologia oncologica.

Per verificare questa ipotesi, gli esperti della University of Pittsburgh Cancer Institute hanno condotto uno studio su due gruppi di topi di sesso femminile, uno costituito da topi sani, esposti al fumo di tabacco e uno costituito da animali pre-esposti al fumo di tabacco che presentavano già delle cellule tumorali a livello polmonare. I topi di ogni gruppo sono stati trattati con placebo, con l’inibitore dell’aromatasi anastrazolo, con il farmaco antiestrogenico fulvestrant o con la combinazione di entrambi i medicinali.

Dallo studio è emerso che la combinazione di fulvestrant e anastrazolo somministrata durante l’esposizione al fumo da tabacco ha ridotto il numero di tumori al polmone rispetto al placebo o ai singoli farmaci in monoterapia. La combinazione dei trattamenti ha avuto effetti antitumorali superiori rispetto alla monoterapia o al placebo anche nel secondo gruppo di topi nei quali erano già presenti cellule tumorali.

Questi risultati mostrano che la combinazione di un farmaco antiestrogenico e di un inibitore dell’aromatasi è efficace nel prevenire lo sviluppo e la progressione del tumore durante l’esposizione al fumo di tabacco.

“La speranza, affermano gli esperti, è che lo studio possa portare all’approvazione di trattamenti efficaci in grado di ridurre il rischio di sviluppare il tumore al polmone negli ex-fumatori. Comunque, è necessario condurre studi clinici per confermare l’efficacia della terapia anche negli uomini. Se i risultati saranno positivi sarà possibile prevenire lo sviluppo del tumore al polmone utilizzando gli stessi farmaci indicati per il carcinoma alla mammella”.

American Association for Cancer Research (2012, January 9). Estrogen-targeting drug combo may help prevent lung cancer.
leggi