Dalle ultime novità tecnologiche, come l'adroterapia con ioni carbonio appena utilizzata per la prima volta in Italia a Pavia all'appropriatezza nella scelta dei trattamenti ai problemi presenti e futuri della specialità. Tutti gli aspetti della radioterapia saranno discussi nel corso del Congresso Nazionale dell'Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica (Airo) a Roma dal 17 al 21 novembre. 


Durante il congresso si parlerà di tutte le applicazioni della radioterapia, dall'utilizzo nella terapia del dolore a quello nei tumori altrimenti non operabili o per quelli benigni, ai benefici per i pazienti con poche metastasi, in cui il tumore può trasformarsi in una malattia cronica. Nel 2011, precisano gli esperti dell'Airo, sono stati 230mila i pazienti curati con le varie tecniche della radioterapia, circa il 65% del totale, un numero destinato a crescere nei prossimi anni. 


L'evento sarà anche l'occasione per presentare le nuove linee guida sull'appropriatezza delle cure messe a punto dall'associazione: "L'obiettivo principale dell'Airo - spiega il presidente dell'associazione Giovanni Mandoliti - è privilegiare la qualità dei trattamenti effettuati tanto nell'ambito della prescrizione quanto in quello della impostazione e della esecuzione ed identificare standard operativi di livello elevato, implementandoli progressivamente e verificandone costantemente l'applicazione".(Ansa).