Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Le 3 cose che un nefropatico deve sapere sulla vitamina D


Le 3 cose che un nefropatico deve sapere sulla salute delle sue ossa


Conosciamo il professor Maurizio Rossini, il nuovo presidente della SIOMMMS


Siommms, bilancio dei due anni di presidenza 2017-2019


Premio alla carriera del professor Ranuccio Nuti


Le attività del gruppo YES! della SIOMMMS: un caso clinico multidisciplinare


Osteoporosi severa, si aprono nuove possibilità di cura con il romosozumab


Che cos’è l’ipofosfatemia legata al cromosoma X


Ipofosfatemia legata al cromosoma X, che cos’è e come funziona burosumab


Conosciamo la Sindrome di Ehlers-Danlos


Alendronato, è una molecola ancora attuale per la terapia dell'osteoporosi?


Osteoporosi: meglio terapia sequenziale o combinata?


Linee guida della SIOMMMS sulla vitamina D: le 5 principali novità


Osteoporosi, come stimare il rischio di frattura?


Quali sono le complicanze scheletriche del diabete?


I temi caldi della seconda edizione del congresso nazionale G.E.O.D.E.I.T


Terapia dell'artrite reumatoide, come agiscono le small molecules?


Farmaci inibitori del TNF, il loro utilizzo oggi in artrite reumatoide


Bisfosfonati, utilizzo nell’osteoartrosi e in altre patologie


Edemi ossei nella patologia ossea, caratteristiche cliniche e manifestazioni


Prevenzione delle fratture, importanza della valutazione istomorfometrica


Densitometria ossea, utilizzo oggi e nuove frontiere


ARTICOLI

Artrite psoriasica, dati post-hoc confermano: entesite e dattilite migliorano con apremilast

Apremilast è efficace nel trattamento dell'artrite psoriasica attiva, soprattutto nei confronti dell'entesite e della dattilite, due manifestazioni chiave della malattia psoriasica. La conferma giunge da un'analisi post-hoc dei dati provenienti dagli[...]

Sindrome di Ehlers-Danlos, malattia rara del collagene. Il rischio frattura, una scoperta italiana

Una sindrome che riunisce sotto un unico ombrello oltre una decina di alterazioni ereditarie del collagene e del tessuto connettivo. Condizione relativamente rara (interessa tra 1 e 5 soggetti ogni 10mila nati vivi, quindi tra 50 e 250 nuovi casi l'a[...]

Gotta, canakinumab dimezza il rischio in pazienti post-infartuati #EULAR2018

Il trattamento con canakinumab riduce il rischio du recidive di gotta in pazienti con aterosclerosi, stando ai risultati di un'analisi post-hoc dei dati del trila CANTOS (the Canakinumab Anti-inflammatory Thrombosis Outcomes Study) sull'impiego dell'[...]

Artrite reumatoide e comorbilità: focus su depressione, ruolo IL-6 e trattamento con sarilumab #EULAR2018

Alcuni studi hanno suggerito un ruolo di sarilumab nel trattamento efficace di alcune co-morbilità associate all'AR quali la depressione. I risultati di due analisi post-hoc presentate al congresso suffragano osservazioni precedenti provenienti dai t[...]

Artrite reumatoide, upadacitinib efficace in fase 3 in pazienti con risposta inadeguata ai DMARDcs: studio SELECT-NEXT #EULAR2018

Pubblicati su the Lancet, in concomitanza con lo svolgimento del Congresso EULAR, i risultati dello studio SELECT-NEXT dai quali risulta che il trattamento con upadacitinib, inibitore selettivo Jak1 di seconda generazione,in aggiunta a DMARDcs, è in[...]

Artrite reumatoide, sarilumab mantiene, a 5 anni, capacità di inibizione danno radiografico #EULAR2018

Sarilumab, in associazione con DMARDcs, presenta un'efficacia clinica sostenuta e la capacità di inibire la progressione del danno strutturale fino a più di 5 anni di follow-up in pazienti con AR sottoposti a diversi trattamenti farmacologici pregres[...]

Artrite psoriasica, l'esperienza iberica d'impiego real life di ustekinumab #EULAR 2018

Due abstract presentati al recente congresso EULAR hanno riportato i risultati dell' esperienza spagnola di impiego real life di ustekinumab nel trattamento di pazienti con artrite psoriasica (PsA), evidenziandone l'efficacia (effectiveness) e la si[...]

Artrite reumatoide, obesità nelle donne e fumo negli uomini predittori di mancata remissione

L'obesità nelle donne e il fumo di sigaretta negli uomini sono risultati i più forti fattori predittivi per il mancato raggiungimento della remissione nell'artrite reumatoide precoce (AR). Sebbene l'identificazione precoce e il trattamento aggressivo[...]

Sindrome di Sjögren, leniolisib orale fallisce nel migliorare la sintomatologia e provoca molte reazioni cutanee

Nei pazienti con sindrome di Sjögren, il trattamento con leniolisib, un inibitore orale selettivo della fosfoinositide 3-chinasi δ (PI3Kδ), non ci sono stati miglioramenti sintomatici. Oltre la metà dei soggetti trattati ha inoltre manifest[...]

Biosimilari: per l'Anmar una risorsa da utilizzare senza abusi, con il paziente al centro

In occasione di Eular 2018 l'Associazione nazionale malati reumatici (Anmar) ha presentato un position paper articolato in 20 punti sull'uso di questi farmaci e noi ce li siamo fatti riassumere da Silvia Tonolo, presidente di Anmar, che abbiamo incon[...]

Gotta e nefropatia, allopurinolo è efficace? #EULAR2018

Gli inibitori di xantina-ossidasi (allopurinolo e febuxostat) sono farmaci la cui efficacia nella gotta, in virtu della loro azione ipouricemizzante, è ormai acclarata. Nel corso degli ultimi anni, però, si sono sollevati anche dubbi in merito alla l[...]

Artrite reumatoide e safety oncologica e cardiovascolare, promosso a pieni voti tocilizumab #EULAR2018

Buone notizie per gli utilizzatori di tocilizumab (TCZ) nell'artrite reumatoide (AR): due studi presentati nel corso dell'ultimo congresso EULAR hanno documentato come l'impiego di questo inibitore del recettore di IL-6 non si associ ad un tasso di n[...]

Spondiloartrite assiale e bassa densità minerale ossea: quale ruolo per la vitamina D? #EULAR2018

In pazienti con spondiloartrite assiale (axSpA), bassi livelli di densità minerale ossea (DMO) a livello del collo femorale sono associati con l'attività di malattia e con una condizione di insufficienza vitaminica D, mentre le fratture vertebrali so[...]

I FANS hanno un ruolo nel determinare il rischio cardiovascolare dei pazienti con artrosi #EULAR2018

Oltre due terzi dell'aumento del rischio cardiovascolare associato all'osteoartrosi è legato all'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). E' quanto emerge dai risultati di uno studio canadese presentato all'Annual European Congress of Rhe[...]

Lupus, in fase II ustekinumab meglio del placebo nel migliorare i parametri della malattia#EULAR2018

I pazienti con lupus eritematoso sistemico attivo (LES), sottoposti al trattamento con l'anticorpo monoclonale ustekinumab, hanno riportato miglioramenti significativi di diversi parametri della malattia rispetto al placebo dopo 24 settimane. Sono i [...]

Lupus, bassi tassi di danno d'organo con l'uso a lungo termine di belimumab. #EULAR2018

I pazienti con LES rischiano di incorrere in danni irreversibili in più organi, sia a causa di malattia attiva che di tossicità del farmaco. La gravità e la frequenza del danno aumentano nel tempo e i pazienti che presentano danni hanno mostrato di e[...]

La fatigue nel lupus eritematoso sistemico: il punto su epidemiologia, cause e terapie disponibili #EULAR2018

Chi è affetto da lupus ne conosce assai bene le conseguenze nefaste, aggiuntive alla malattia lupica di per sé: la “fatigue” è quella comorbilità che, per quanto non mortale, si vorrebbe evitare ad ogni costo in quanto condiziona spesso e pesantemen[...]

Artrite reumatoide, uso glucocorticoidi associato maggior rischio infezioni post-artroplastica #EULAR2018

I pazienti con artrite reumatoide (AR) sottoposti ad artroplastica totale dell'anca o del ginocchio mostrano tassi più elevati di infezione protesica articolare e di infezioni ospedaliere quando assumono glucocorticoidi. Queste le conclusioni di uno [...]

Gotta e demenza senile: relazione accertata #EULAR2018

Uno studio presentato nel corso del congresso EULAR ad Amsterdam suggerisce l'esistenza di un'associazione tra la gotta e il rischio di demenza: stando ai risultati, la gotta sarebbe associata ad un innalzamento del rischio di demenza nell'anziano, s[...]

Le comorbilità possono influenzare la risposta al trattamento con ustekinumab? Il caso obesità#EULAR2018

L'obesità è una comorbilità frequente nei pazienti affetti da PsA e, come è noto, rappresenta una condizione pro-infiammatoria. Come influisce sulla risposta ai trattamenti per l'artrite psoriasica?