Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Le 3 cose che un nefropatico deve sapere sulla vitamina D


Le 3 cose che un nefropatico deve sapere sulla salute delle sue ossa


Conosciamo il professor Maurizio Rossini, il nuovo presidente della SIOMMMS


Siommms, bilancio dei due anni di presidenza 2017-2019


Premio alla carriera del professor Ranuccio Nuti


Le attività del gruppo YES! della SIOMMMS: un caso clinico multidisciplinare


Osteoporosi severa, si aprono nuove possibilità di cura con il romosozumab


Che cos’è l’ipofosfatemia legata al cromosoma X


Ipofosfatemia legata al cromosoma X, che cos’è e come funziona burosumab


Conosciamo la Sindrome di Ehlers-Danlos


Alendronato, è una molecola ancora attuale per la terapia dell'osteoporosi?


Osteoporosi: meglio terapia sequenziale o combinata?


Linee guida della SIOMMMS sulla vitamina D: le 5 principali novità


Osteoporosi, come stimare il rischio di frattura?


Quali sono le complicanze scheletriche del diabete?


I temi caldi della seconda edizione del congresso nazionale G.E.O.D.E.I.T


Terapia dell'artrite reumatoide, come agiscono le small molecules?


Farmaci inibitori del TNF, il loro utilizzo oggi in artrite reumatoide


Bisfosfonati, utilizzo nell’osteoartrosi e in altre patologie


Edemi ossei nella patologia ossea, caratteristiche cliniche e manifestazioni


Prevenzione delle fratture, importanza della valutazione istomorfometrica


Densitometria ossea, utilizzo oggi e nuove frontiere


ARTICOLI

Artrite psoriasica, Ustekinumab OK nella real life: dati preliminari studio PsABio#EULAR2018

PsABIO: questo l'acronimo (PsA: artrite psoriasica; Bio=farmaci biologici) di uno studio internazionale osservazionale real life, che ha coinvolto 8 nazioni europee tra le quali l'Italia, che si è proposto di valutare, efficacia, sicurezza e persiste[...]

Spondilite Anchilosante, prima si scopre meglio si cura

“Mi svegliavo con un costante dolore alla schiena e una rigidità diffusa. Passavano diversi minuti prima di potermi muovere normalmente. Anche di giorno mi sentivo dolorante, soprattutto dopo essere stato fermo per un po'. Ho visto diversi medici, so[...]

Spondilite anchilosante, l’aggiunta di FANS alla terapia con anti-TNF riduce la progressione radiografica a 2 e 4 anni. #EULAR2018

Nei pazienti con spondilite anchilosante in terapia con inibitori del fattore di necrosi tumorale, l'aggiunta di farmaci anti-infiammatori non steroidei è stata associata a una riduzione significativa dose-dipendente della progressione radiografica a[...]

Osteoartrosi del ginocchio, l'acido zoledronico non ha effetti sul dolore e sulla lesione del midollo osseo dopo due anni. #EULAR2018

Nei pazienti con osteoartrosi del ginocchio, un'infusione annuale per due anni di acido zoledronico non ha ridotto in modo significativo il dolore al ginocchio o la dimensione della lesione del midollo osseo. Il farmaco può tuttavia avere un benefici[...]

Artrite reumatoide, upadacitinib migliora numerosi outcome riferiti dai pazienti #EULAR2018

Upadacitinib, un inibitore selettivo selettivo JAK1 attualmente oggetto di valutazione clinica nell'artrite reumatoide (AR) nel programma di studi clinici di fase III SELECT, ha migliorato in modo significativo la maggior parte delle misure di PRO (o[...]

Lupus, primi risultati incoraggianti in fase 2 per baricitinib. #EULAR2018

Sono stati presentati ad Amsterdam, in occasione del congresso EULAR, i primi dati incoraggianti di un trial di Fase 2 sull'impiego di baricitinib nel LES dai quali è emerso che la sua somministrazione al dosaggio di 4 mg (ma non a quello di 2 mg), i[...]

Artrite reumatoide in gravidanza associata a nascite sottopeso e premature #EULAR2018

Notizie in parte confortanti per le donne affette da artrite reumatoide (AR) che vogliono avere un bambino: uno studio presentato nel corso del congresso annuale EULAR, pur documentando che le gravidanze portate a termine da donne affette da AR sono[...]

Chirurgia sostituzione articolare, interventi dimezzati nello scorso decennio in pazienti con artrite reumatoide #EULAR2018

Due studi presentati nel corso del congresso annuale EULAR, in corso ad Amsterdan, hanno valutato la frequenza degli interventi di sostituzione articolare in pazienti affetti da artrite reumatoide (AR): il primo studio ha documentato come il numero d[...]

Dialogo costruttivo per i malati reumatici, l'appello di Antonella Celano al Ministro Giulia Grillo. #EULAR2018

“Ci aspettiamo che il nuovo Ministro, oltre che ad una ventata di novità, attraverso le sue esperienze, la sua professionalità e le sue conoscenze, possa condurre la Sanità italiana ai massimi livelli di eccellenza. Auguro a Giulia Grillo di lavorare[...]

Artrite reumatoide, trattamento precoce e intensivo mantiene efficacia nel lungo termine #EULAR2018

L'adozione di un trattamento precoce e intensivo, effettuata in pazienti con artrite reumatoide (AR), si associa a benefici a lungo termine, quali la normalizzazione della mortalità a livelli consistenti con la popolazione generale. Questi i risultat[...]

Reumatologia, SIR: “I biosimilari? Una risorsa ma va lasciata la libertà prescrittiva allo specialista”. #EULAR2018

“In Europa, ogni anno spendiamo 200 miliardi di euro per l’assistenza socio-sanitarie ai malati reumatici. Oltre 4 miliardi l’anno solo in Italia. Si tratta di malattie in netta crescita in tutto il continente. L’obiettivo deve essere quello di incre[...]

EULAR ridefinisce i propri obiettivi strategici per il prossimo quinquennio #EULAR2018

Presentati, nel corso della conferenza stampa di apertura dei lavori del congresso EULAR 2018, che quest'anno si tiene ad Amsterdam, gli obiettivi della strategia quinquennale di azione che la società scientifica europea intende perseguire nel prossi[...]

Sclerosi sistemica diffusa cutanea, dati promettenti in Fase 2 per lenabasum #EULAR2018

Lenabasum, agonista selettivo del recettore dei cannabinoidi di tipo 2, ha mantenuto efficacia e sicurezza in pazienti con sclerosi sistemica diffusa cutanea (dcSSc) nella fase di estensione in aperto di un trial di Fase II sul suo impiego. Queste le[...]

Spondiloartrite periferica all'esordio, golimumab induce remissione sostenuta

I pazienti con spondiloartrite (Spa) periferica all'esordio, sottoposti a trattamento di induzione con farmaco anti-TNF (golimumab) mostrano tassi elevati di remissione clinica sostenuta. Inoltre, un pazienti trattato su due è stato in grado di raggi[...]

Artrite psoriasica, risultati promettenti in fase 2 per guselkumab

Pubblicati su Lancet i risultati di un trial di Fase 2 secondo i quali guselkumab, un anticorpo monoclonale anti-IL 23, sarebbe in grado di migliorare sia la sintomatologia articolare che quella cutanea in pazienti artrite psoriasica attiva. Tali ris[...]

Artrite reumatoide, upadacitinib efficace in fase 3 anche in monoterapia

Abbvie ha reso noti, con un comunicato stampa, i risultati preliminari del quinto studio registrativo di fase 3 sull'impiego di upadacitinib nell'artrite reumatoide (AR) – lo studio SELECT-EARLY – dai quali è emerso il soddisfacimento degli endpoint [...]

Gotta e fratture, c'è correlazione?

Notizie rassicuranti per i pazienti affetti da gotta: stando ai risultati di uno studio recentemente pubblicato su the Canadian Medical Association Journal, la malattia non sembra essere associata ad un incremento del rischio fratturativo. Inoltre, a[...]

Sindromi autoimmunitarie da Febbre periodica rispondono bene a canakinumab, studio italiano

Canakinumab, anticorpo monoclonale anti-IL1, mostra un'efficacia significativamente superiore al placebo nel trattamento di 3 distinte sindromi autoimmunitarie da Febbre periodica – Febbre Mediterranea Familiare resistente/intollerante alla colchici[...]

Artrite psoriasica, filgotinib efficace in Fase 2

Annunciati da Gilead Sciences Inc. e Galapagos NV i risultati di EQUATOR, un trial randomizzato e controllato vs. placebo di fase 2 sull'impiego di filgotinib, inibitore sperimentale di Jak1 chinasi. Lo studio, condotto in 131 pazienti con PsA severa[...]

Artrite reumatoide, outcome migliori se si persegue l'obiettivo remissione anziché la ridotta attività di malattia

L'utilizzo del target terapeutico “remissione” in luogo di quello della “ridotta attività di malattia” (LDA) potrebbe essere da preferire nel trattamento dell'artrite reumatoide, stando ai risultati di uno studio di recente pubblicazione su RMD Open[...]