Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

I temi caldi della seconda edizione del congresso nazionale G.E.O.D.E.I.T


Terapia dell'artrite reumatoide, come agiscono le small molecules?


Farmaci inibitori del TNF, il loro utilizzo oggi in artrite reumatoide


Bisfosfonati, utilizzo nell’osteoartrosi e in altre patologie


Edemi ossei nella patologia ossea, caratteristiche cliniche e manifestazioni


Prevenzione delle fratture, importanza della valutazione istomorfometrica


Densitometria ossea, utilizzo oggi e nuove frontiere


Vitamina D e calcio in soggetti con osteoporosi, chi e quando trattare


Edemi ossei nell’osteoartrosi, quando usare la terapia sistemica


Rimodellamento periprotesico, cosa si intende?


Il ruolo del citrato nella salute ossea


Fratture ossee, prevenzione attraverso il denosumab


Fratture vertebrali, fattori di rischio ed epidemiologia


Prevenzione delle fratture, il ruolo dei farmaci neoformatori


Cosa si intende per rimodellamento osseo?


Algodistrofia, studio italiano conferma l'efficacia del neridronato anche per via intramuscolare


I biosimilari e i farmaci biologici “originator”: a che punto siamo nel 2019?


Arterite di Takayasu: definizione, diagnosi e trattamento


Artrite psoriasica: una patologia complessa con un trattamento dalle diverse sfaccettature


Come influisce la gravidanza sul corso naturale di malattia lupica e viceversa


Lupus: le novità della classificazione


Malattie infiammatorie intestinali: importanza della gestione multidisciplinare con il gastroenterologo


ARTICOLI

Nefrite lupica, aggiunta di un immunomodulatore al regime Euro-lupus non migliora la risposta

L'aggiunta dell'immunomodulatore abatacept al regime immunosoppressivo Euro-lupus non ha migliorato in modo significativo i tassi di risposta a 6 o 12 mesi rispetto alla terapia standard nei pazienti affetti da nefrite lupica partecipanti allo studio[...]

Terapia ipouricemizzante prolungata riduce complicanze gotta

I risultati di un grosso studio presentato in occasione del recente congresso annuale dell'ACR hanno mostrato che il prolungamento di una terapia ipouricemizzante (ULT) in pazienti gottosi si associa ad una minore probabilità di andare incontro a da[...]

Scoperta associazione tra alterazioni del microbiota intestinale e artrite reumatoide

Uno studio recentemente pubblicato online sulla rivista eLife ha dimostrato come la presenza di articolazioni infiammate e di infiammazione sistemiche caratteristiche dell'artrite reumatoide (AR) agli esordi sia con un pattern alterato della flora in[...]

Risedronato previene perdita di massa ossea e fratture vertebrali in pazienti epilettici

L'aggiunta di risedronato, in concomitanza con una supplementazione di calcio e di vitamina D, è in grado di migliorare la densità minerale ossea (DMO) in pazienti in terapia con farmaci contro l'epilessia sia rispetto alle condizioni di partenza che[...]

Artrite reumatoide, interventi chirurgici in calo grazie ai biologici

Stando ai risultati di un ampio studio di popolazione svedese presentato durante i lavori del congresso dell'American College of Rheumatology, a San Diego, nell'arco di 13 anni l'incidenza degli interventi di chirurgia articolare nei pazienti affetti[...]

Nuove raccomandazioni EULAR su steroidi a medio e alto dosaggio

È appena stata pubblicata sul numero di dicembre di Annals of the Rheumatic Diseases una nuova serie di raccomandazioni sull'impiego sicuro dei glucocorticoidi a medio e ad alto dosaggio nelle malattie reumatiche. Il lavoro è opera di una task force [...]

Cefalea non legata ad attività malattia in pazienti con lupus

Stando ai risultati di uno studio pubblicato sulla rivista Arthritis & Rheumatism, la cefalea, pur rappresentando una condizione di frequente riscontro nei pazienti affetti da lupus eritematoso sistemico (Les), potrebbe non essere una manifestazione [...]

Artrite reumatoide, remissione precoce migliora outcomes legati a malattia

I pazienti affetti da artrite reumatoide, con persistente attività moderata di malattia nel corso del primo anno, mostrano una maggiore progressione radiografica di malattia, punteggi HAQ-DI e un numero di giornate perse al lavoro più elevati, nonch[...]

Farmaci antimalarici riducono il danno da lupus

Uno studio presentato nel corso del congresso annuale dell'American College of Rheumatology ha dimostrato che il danno causato dal lupus eritematoso sistemico (Les) sembra essere ridotto se i pazienti sono trattati con farmaci antimalarici.

Iniezioni acido ialuronico ritardano intervento sostituzione totale ginocchio

Secondo uno studio osservazionale USA, presentato nel corso del congresso annuale dell'American College of Rheumatology, recentemente tenutosi a San Diego, il ricorso ad iniezioni di acido ialuronico (HA) sarebbe in grado di ritardare di più di 2 an[...]

Prevenzione antitrombotica a seguito di intervento chirurgico ortopedico maggiore: conferme per rivaroxaban nella real life

I risultati dello studio XAMOS riferiti a contesti di vita reale, appena pubblicati su Thrombosis and Haemostasis confermano i benefici dell'anticoagulante orale rivaroxaban in monosomministrazione giornaliera, nella prassi clinica quotidiana, nel pr[...]

Artrite idiopatica giovanile, terapia aggressiva riduce più velocemente attività di malattia

Il trattamento di bambini affetti da artrite idiopatica giovanile (JIA) con una terapia di combinazione “aggressiva” raggiungono lo stato di inattività di malattia più velocemente di quanto succede con un trattamento non “aggressivo”. Queste le concl[...]

Gotta, allopurinolo efficace in meno della metà dei pazienti

Uno studio presentato nel corso del congresso annuale dell'American College of Rheumatology ha confermato, in un set reale di pazienti, come il trattamento con allopurinolo, un farmaco di comune impiego per abbassare i livelli di acido urico, non con[...]

Gevokizumab, fase II positiva nell'artrosi e nella piodermite

Xoma Corporation ha annunciato i risultati di due studi di fase II condotti sull'anticorpo monoclonale gevokizumab in pazienti con artrosi erosiva della mano e in soggetti con piodermite gangrenosa.

Strategia treat-to-target efficace anche nell'artrite psoriasica

Utilizzando la cosiddetta strategia treat-to-target il 61,8% dei pazienti con artrite psoriasica ha raggiunto un miglioramento del 20% dei sintomi articolari secondo i criteri dell'American College of of Rheumatology (ACR20) nel giro di 48 settimane [...]

Clazakizumab bene come adalimumab nell'artrite reumatoide

In occasione del congresso dell'American College of Reumatology, in corso a San Diego, Bristol-Myers Squibb e Alder Biopharmaceuticals hanno presentato i dati molto incoraggianti di efficacia e sicurezza di uno studio di dose-ranging di fase IIb in c[...]

Possibile legame tra deficit di vitamina D e presenza di AR nell'artrite infiammatoria precoce

La carenza di vitamina D sembra contribuire alla presenza di artrite reumatoide (AR) nei pazienti con un'artrite infiammatoria iniziale. A suggerirlo sono i risultati di uno studio osservazionale di autori sud-coreani, presentato durane i lavori del [...]

AR, possible aumento del rischio tromboembolico all'inizio della terapia con biologici

L'inizio della terapia con farmaci biologici nei pazienti con artrite reumatoide (AR) è risultato associato in modo significativo a un rischio 2,5 volte maggiore di sviluppare un tromboembolismo venoso (TEV) nei primi 180 giorni di cura in uno studio[...]

Artrite psoriasica attiva, nuove conferme di efficacia per ustekinumab

I risultati di un'analisi integrata di due trial clinici di registrazione, presentati a San Diego nel corso del Congresso ACR, hanno mostrato come, in pazienti affetti da artrite psoriasica attiva, il trattamento con ustekinumab abbia determinato una[...]

Artrite reumatoide, trattamento autoiniettivo con MTX aumenta biodisponibilità farmaco

Una nuova formulazione auto-iniettabile di metotressato (MTX), somministrata in pazienti affetti da artrite reumatoide (AR), potrebbe essere in grado di aumentare la biodisponibilità del farmaco a vantaggio dei pazienti che hanno problemi di toller[...]