Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Conosciamo il professor Maurizio Rossini, il nuovo presidente della SIOMMMS


Siommms, bilancio dei due anni di presidenza 2017-2019


Premio alla carriera del professor Ranuccio Nuti


Le attività del gruppo YES! della SIOMMMS: un caso clinico multidisciplinare


Osteoporosi severa, si aprono nuove possibilità di cura con il romosozumab


Che cos’è l’ipofosfatemia legata al cromosoma X


Ipofosfatemia legata al cromosoma X, che cos’è e come funziona burosumab


Conosciamo la Sindrome di Ehlers-Danlos


Alendronato, è una molecola ancora attuale per la terapia dell'osteoporosi?


Osteoporosi: meglio terapia sequenziale o combinata?


Linee guida della SIOMMMS sulla vitamina D: le 5 principali novità


Osteoporosi, come stimare il rischio di frattura?


Quali sono le complicanze scheletriche del diabete?


I temi caldi della seconda edizione del congresso nazionale G.E.O.D.E.I.T


Terapia dell'artrite reumatoide, come agiscono le small molecules?


Farmaci inibitori del TNF, il loro utilizzo oggi in artrite reumatoide


Bisfosfonati, utilizzo nell’osteoartrosi e in altre patologie


Edemi ossei nella patologia ossea, caratteristiche cliniche e manifestazioni


Prevenzione delle fratture, importanza della valutazione istomorfometrica


Densitometria ossea, utilizzo oggi e nuove frontiere


Vitamina D e calcio in soggetti con osteoporosi, chi e quando trattare


Edemi ossei nell’osteoartrosi, quando usare la terapia sistemica


ARTICOLI

Nefrite lupica, pubblicate le linee guida ACR

Sono appena state pubblicate online su Arthritis Care and Research le linee guida dell'American College of Rheumatology sulla gestione dei pazienti con nefrite lupica, nelle quali è contenuto un algoritmo dettagliato per il trattamento dei pazienti c[...]

Tocilizumab efficace rapidamente nell'AR

Il trattamento con tocilizumab, con o senza metotrexate, ha portato a una soppressione significativa e molto rapida dell'attività della malattia e dei danni provocati dall'artrite reumatoide (AR) in uno studio randomizzato e in doppio cieco, presenta[...]

Artrite giovanile idiopatica aumenta rischio infezioni batteriche, di più con gli steroidi

I bambini affetti da artrite idiopatica giovanile hanno un rischio doppio di contrarre infezioni batteriche gravi rispetto ai bambini che non hanno la malattia e il rischio aumenta ulteriormente, triplicando, se i piccoli pazienti sono trattati con s[...]

Artroplastica: terapia ormonale sostitutiva riduce rischio di fallimenti della protesi

La terapia ormonale sostitutiva (Tos) per diminuire i sintomi della menopausa riduce anche il rischio di fallimento della protesi dopo un intervento di artroplastica. E’quanto emerso da uno studio presentato in occasione del Congresso dell’Osteoarthr[...]

Artrosi, terapia comportamentale combinata riduce il dolore nei pazienti obesi

I pazienti sovrappeso o obesi che soffrono di artrosi delle ginocchia possono migliorare la loro funzione fisica e ridurre il dolore attraverso un approccio terapeutico comportamentale basato sulla gestione del peso e sulle capacità di affrontare il [...]

Secukinumab promettente nella spondilite anchilosante

Secukinumab, un nuovo anticorpo monoclonale interamente umanizzato diretto contro l'interleuchina 17 (IL-17), è apparso promettente come trattamento della spondilite anchilosante in uno studio internazionale di tipo proof-of-concept presentato a Glas[...]

Epratuzumab bene in fase IIb nel lupus

L'anticorpo monoclonale epratuzumab permette di ottenere miglioramenti clinici significativi nei pazienti affetti da lupus eritematoso sistemico (LES). Lo evidenziano i risultati dello studio di fase IIb EMBLEM, presentati a Glasgow da Caroline Gordo[...]

Gonartrosi, con la dieta meno infiammazione e migliora la meccanica

La perdita di peso ottenuta attraverso la dieta, da sola o abbinata a un programma di attività fisica, ha ridotto il carico sull'articolazione del ginocchio e i livelli sierici dei biomarker infiammatori dell'artrosi in pazienti anziani, obesi e in s[...]

Golimumab, nella spondilite anchilosante benefici per oltre 2 anni

Nei pazienti affetti da spondilite anchilosante, i benefici del trattamento con il biologico golimumab perdurano per oltre 2 anni. Lo evidenziano i risultati di follow-up a lungo termine dell'estensione dello studio registrativo GO-RAISE, appena pubb[...]

Fibromialgia, insonnia non predice il dolore

Le persone che soffrono di fibromialgia spesso hanno problemi di insonnia. Un nuovo studio pubblicato sul Journal of Pain mostra che, nonostante l'impatto negativo sulla qualità della vita, il disturbo del sonno non è un predittore significativo dell[...]

Diminuire dose iniziale di allopurinolo riduce rischio ipersensibilità

Iniziare la terapia con allopurinolo a una dose inferiore a quella raccomandata, per aumentarla gradualmente fino a quanto necessario, potrebbe ridurre il rischio di sindrome da ipersensibilità al farmaco (AHS). E' quanto emerso da uno studio pubblic[...]

Certolizumab bene in fase III nella spondiloartrite assiale

Sono positivi i risultati top-line di uno studio di fase 3 disegnato per valutare l'efficacia e la sicurezza di certolizumab pegol nei pazienti con spondiloartrite assiale attiva con insorgenza in età adulta, una costellazione di malattie reumatiche [...]

Spondilite anchilosante, remissione duratura se risposta ad adalimumab è rapida

In pazienti affetti da spondilite anchilosante, una risposta rapida ad adalimumab è risultato il più forte fattore predittivo di remissione duratura nell'estensione a lungo termine di uno studio randomizzato durato in origine 24 settimane, lo studio [...]

Artrite reumatoide, tocilizumab frena il danno articolare

Il trattamento dell'artrite reumatoide con tocilizumab ha rallentato in modo significativo la progressione del danno articolare anche nei pazienti che continuano ad avere una malattia attiva. Lo ha rivelato un'analisi post-hoc dello studio LITHE, app[...]

AR, aggiornate le linee guida ACR su DMARD e biologici

L'American College of Rheumatology ha appena aggiornato le sue raccomandazioni – quelle precedenti risalivano al 2008 – sull'impiego dei farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD) e dei farmaci biologici nei pazienti con artrite reumatoide[...]

Artrosi, pubblicate le nuove linee guida ACR

L'American College of Rheumatology (ACR) ha aggiornato le linee guida di pratica clinica per il trattamento farmacologico e non farmacologico dell'osteoartrosi (OA) della mano, dell'anca e del ginocchio. Le nuove raccomandazioni sono state pubblicate[...]

Protesi d'anca di solo metallo non aumentano il rischio di cancro

I pazienti sottoposti a sostituzione d'anca con protesi costituite interamente di metallo (metallo su metallo) non mostrano un aumento del rischio di cancro a distanza di 7 anni dall'intervento chirurgico. E' quanto emerso da uno studio pubblicato su[...]

Le statine possono frenare la progressione dell'artrosi al ginocchio

L'uso delle statine può ridurre in modo significativo la progressione radiografica dell'artrosi del ginocchio, ma non dell'anca. A suggerirlo è uno studio prospettico di coorte olandese, pubblicato sul numero di maggio di Annals of the Rheumatic Dise[...]

Milano, al via il 1° Master sulle pseudoartrosi e perdita di sostanza ossea

Il 16 aprile prende il via a Milano presso l'Istituto Ortopedico Gaetano Pini il primo master sul tema delle pseudoartrosi e della perdita di sostanza ossea realizzato in Italia. ”Il Master è indirizzato a medici chirurghi specialisti in ortopedia e [...]

Rituximab non migliora gli outcome clinici nella nefrite lupica

L'aggiunta di rituximab alla terapia immunosoppressiva standard non ha aumentato in modo significativo il tasso complessivo di risposta tra i pazienti con nefrite lupica, in uno studio di fase III randomizzato, in doppio cieco e controllato con place[...]