Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

I temi caldi della seconda edizione del congresso nazionale G.E.O.D.E.I.T


Terapia dell'artrite reumatoide, come agiscono le small molecules?


Farmaci inibitori del TNF, il loro utilizzo oggi in artrite reumatoide


Bisfosfonati, utilizzo nell’osteoartrosi e in altre patologie


Edemi ossei nella patologia ossea, caratteristiche cliniche e manifestazioni


Prevenzione delle fratture, importanza della valutazione istomorfometrica


Densitometria ossea, utilizzo oggi e nuove frontiere


Vitamina D e calcio in soggetti con osteoporosi, chi e quando trattare


Edemi ossei nell’osteoartrosi, quando usare la terapia sistemica


Rimodellamento periprotesico, cosa si intende?


Il ruolo del citrato nella salute ossea


Fratture ossee, prevenzione attraverso il denosumab


Fratture vertebrali, fattori di rischio ed epidemiologia


Prevenzione delle fratture, il ruolo dei farmaci neoformatori


Cosa si intende per rimodellamento osseo?


Algodistrofia, studio italiano conferma l'efficacia del neridronato anche per via intramuscolare


I biosimilari e i farmaci biologici “originator”: a che punto siamo nel 2019?


Arterite di Takayasu: definizione, diagnosi e trattamento


Artrite psoriasica: una patologia complessa con un trattamento dalle diverse sfaccettature


Come influisce la gravidanza sul corso naturale di malattia lupica e viceversa


Lupus: le novità della classificazione


Malattie infiammatorie intestinali: importanza della gestione multidisciplinare con il gastroenterologo


ARTICOLI

Ipofosfatemia X-linked, risultati incoraggianti in Fase III per burosumab

Con un comunicato stampa, Ultragenyx Pharmaceutical ha annunciato i risultati positivi a 24 settimane provenienti dallo studio di Fase 3 in doppio cieco, controllato vs placebo, relativi all'impiego di burosumab in pazienti adulti affetti da Ipofosfa[...]

Osteoporosi, i farmaci utilizzati sono altrettanto efficaci nei pazienti nefropatici?

I benefici e i rischi derivanti dal trattamento di pazienti nefropatici cronici con farmaci impiegati per la prevenzione dei processi di depauperamento osseo e le fratture successive restano ancora oggi incerti. Questo il responso di una rassegna sis[...]

Stop a limitazioni alla vita quotidiana per i malati reumatici, al via progetto “Noi non ci fermiamo”

Ci sono gesti che compiamo quotidianamente in modo naturale, automatico, senza pensarci. E ci sono invece 5 milioni di persone in Italia, in prevalenza donne, che soffrono di patologie reumatiche e per le quali questi stessi gesti comportano sforzi, [...]

Artrite reumatoide, tofacitinib, in combinazione con terapia convenzionale, migliora gli esiti riferiti dai pazienti

I pazienti con artrite reumatoide (AR) trattati con tofacitinib, in associazione a terapia convenzionale pregressa e di background con DMARDs, mostrano un miglioramento sostenuto significativo dal punto di vista statistico e clinico degli outcome rif[...]

Osteoporosi in post-menopausa, etnia e regione geografica di appartenenza non influenzano efficacia abaloparatide

Nuovi dati presentati in occasione del congresso ENDO 2017 (The Endocrine Society Annual Meeting) hanno fornito nuove prove di efficacia per abaloparatide, un analogo sperimentale del peptide correlato all'ormone paratiroideo – PTHrP (1-34).

Si avvicina il Congresso del G.I.BIS., osso visto da ricercatori e clinici

Tra poche settimane, il 10-12 Maggio, a Rimini prenderà il via il congresso annuale del G.I.BIS., un importante appuntamento per tutti coloro che sono impegnati nella cura delle patologie osteoarticolari, a partire dall'osteoporosi. Ci siamo fatti ra[...]

Artrite reumatoide, l'attività di malattia può suggerire lo stop ai farmaci biologici?

Otto pazienti su 10, affetti da artrite reumatoide (AR), che hanno sospeso il trattamento con adalimumab (in aggiunta a MTX) al raggiungimento della condizione di ridotta attività di malattia (LDA), non hanno sperimentato recidive di malattie per ben[...]

Lupus, nuovo indice di attività di malattia che tiene conto dell'assunzione di corticosteroidi

Aggiungere la dose corrente di corticosteroidi (CS) come nuovo parametro da inserire nel calcolo del punteggio di attività di malattia lupica SLEDAI-2K potrebbe migliorare la predizione del danno d'organo. E' quanto sembra emergere da uno studio di r[...]

Lupus e belimumab, risultati di efficacia real life a 2 anni

Il trattamento con belimumab è efficace in due pazienti su tre affetti da LES attivo provenienti dalla pratica clinica reale, con particolare riferimento a quelli con attività di malattia elevata o poliartrite. Questi i risultati di uno studio italia[...]

Ipoparatiroidismo da patologia rara a malattia iatrogena

Oltre 3mila ricoveri l’anno per complicanze relative alla carenza di calcio

Bifosfonati: con aderenza inferiore a 80% non assicurata riduzione rischio frattura

Solo il 12% delle donne a rischio segue correttamente una terapia anti osteoporosi. Se ne è parlato a Mantova allo Skeletal Endocrinology Meeting.

Vitamina D, utile non solo per le ossa: carenza indebolisce apparato muscolare

Rischio cadute in agguato per il 30% della popolazione anziana

Artrite reumatoide, MTX efficace in monoterapia quanto terapia combinazione con altri DMARDcs

Dai risultati della review sistematica di letteratura utilizzata per l'update 2016 delle Linee Guida EULAR sul trattamento dell'artrite reumatoide (AR), è emerso chiaramente come l'utilizzo di metotressato (MTX) non sia meno efficace del suo impiego [...]

Osteoporosi, secondo ciclo trattamento romosozumab efficace e sicuro in fase 2

Il ricorso ad un secondo ciclo di trattamento con romosozumab è in grado di determinare un incremento significativo della densità minerale ossea (BMD) di entità paragonabile a quanto osservato con un primo ciclo di trattamento con lo stesso farmaco, [...]

Malattie auto-immunitarie e vaccino contro l'herpes zoster nell'anziano: si riapre la discussione?

Il vaccino contro l'herpes zoster riduce i rischi noti associati all'infezione (varicella, fuoco di S. Antonio) nei pazienti anziani affetti da malattie auto-immunitarie, anche in concomitanza con il trattamento con farmaci immunosoppressori utilizza[...]

Gotta, l'ecografia può migliorare la diagnosi?

L'ecografia muscoloscheletrica (MSUS) potrebbe essere utile nella diagnosi di gotta (soprattutto in presenza di sospetto clinico), anche se l'analisi del fluido sinoviale rimane il gold standard (l'ecografia non individua tutti i casi di gotta possib[...]

Osteoporosi e terapia sostitutiva ormonale: quali conseguenze sullo sviluppo di parodontosi?

L'assunzione della terapia sostitutiva ormonale, dopo la menopausa, sembra essere associata ad un minor rischio di problemi di malattia parodontale rispetto ad altri trattamenti o al mancato ricorso a questa opzione terapeutica per il trattamento dei[...]

Artrite reumatoide materna ed autismo nella progenie: esiste un legame?

Le evidenze relative ad un incremento del rischio di disordini dello spettro autistico (ASD) nei bambini nati da madri affette da artrite reumatoide sono limitate e necessitano di ulteriori conferme. Queste le conclusioni di una review pubblicata su [...]

Nuova analisi Framingham: consumo latticini utile a prevenire perdita ossea solo in presenza vitamina D

Il consumo di prodotti caseari in soggetti anziani aiuta a preservare la loro massa ossea, purchè in presenza di supplementazione vitaminica D. Lo dimostrano i risultati di una nuova analisi dei dati del Framingham Osteoporosis Study (FOS), pubblicat[...]

Denosumab migliore di alendronato su rischio fratture, dati real world

Il trattamento con denosumab riduce in modo significativo il rischio di fratture (all'anca e in altri distretti anatomici) rispetto ad alendronato. A queste conclusioni è pervenuto uno studio retrospettivo spagnolo, condotto in un setting di pazienti[...]