Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

La ricerca italiana in reumatologia fa passi in avanti: il progetto Poliresearch


Importanza del raggiungimento della remissione di malattia nel paziente con artrite reumatoide


Artrite reumatoide, la malattia dovrebbe essere gestita in maniera condivisa tra medico e paziente


Artrite reumatoide: quanto è importante per il paziente raggiungere la remissione di malattia?


Nuova visione dell'artrite psoriasica: da malattia a sindrome


Una graphic novel per spiegare l’innovazione nella cura delle malattie reumatiche: il progetto InComix


Artrite reumatoide: effetto di sarilumab su comorbilità cardiovascolari e qualità di vita


Artriti infiammatorie nelle diverse fasi della vita della donna: età fertile, gravidanza, menopausa


Perché è utile vaccinare contro l'herpes zoster i pazienti che utilizzano i JAK inibitori?


Malattie reumatiche e gravidanza, analisi del primo anno di arruolamento dello studio P-RHEUM-IT


Artrite reumatoide: per il paziente cosa vuol dire avere una buona giornata?


Artrite reumatoide, facciamo il punto sulla sicurezza di upadacitinib, un nuovo JAK inibitore


Le novità delle nuove linee guida EULAR sulla gestione farmacologica dell'artrite reumatoide


Malattie da accumulo lisosomiale: come fare per distinguerle dalle malattie reumatiche?


Upadacitinib e artrite reumatoide, efficacia confermata in diverse categorie di pazienti


Reumatologia, 4 pazienti su dieci rinunciano al lavoro a causa del dolore. Indagine ANMAR


Malattia di Behcet: presente e futuro della terapia


Gotta 2020: c'è qualcosa di nuovo?


Le sfide future della Reumatologia italiana


La terapia del lupus: nuovi approcci terapeutici tra presente e futuro


Aortiti: classificazione, diagnosi e terapia


Il coinvolgimento cardiaco nella sclerosi sistemica


ARTICOLI

Osteoporosi, preoccupa il rischio di frattura durante la sospensione della terapia con bifosfonati

Circa il 15% dei pazienti con osteoporosi che sospendono l'uso di bifosfonati, prendendosi una "vacanza terapeutica" consigliata ai soggetti con rischio ridotto di frattura, sperimenta fratture durante questo intervallo, con un picco di rischio duran[...]

Artrite reumatoide, rischio infezioni invariato in neonati esposti in utero a farmaci anti-TNF

Nuovi dati rassicuranti per le mamme in attesa affette da artrite reumatoide (AR) provengono da uno studio di recente pubblicazione su Arthritis & Rheumatology: il rischio di infezioni serie, documentate nel primo anno di vita di neonati partoriti da[...]

Artrite reumatoide, i benefici di sarilumab si estendono fino a 2 anni

Sarilumab, somministrato sottocute, è efficace sull'attività di malattia rispetto al placebo in modo simile rispetto al placebo indipendentemente dalla posologia iniziale utilizzata in pazienti affetti da artrite reumatoide e con progressione radiogr[...]

Osteoporosi, con romosozumab benefici sulla densità ossea maggiori nei primi 12 mesi

In donne in postmenopausa con ridotta massa ossea, i benefici di romosozumab sull'aumento della densità minerale ossea (BMD) nel secondo anno di trattamento sono inferiori rispetto al primo anno. Questi i risultati dell'estensione di uno studio di Fa[...]

Osteoporosi, studio real world dimostra potenziale cardioprotettivo per alendronato

L'impiego di alendronato in pazienti con frattura all'anca si associa anche ad una riduzione significativa della mortalità CV, dell'incidenza di infarto del miocardio e di ictus. E' quanto dimostrano i risultati di uno studio retrospettivo di coorte,[...]

Tofacitinib, è la risposta precoce a predire OK attività minima di malattia

Nei pazienti con artrite reumatoide (AR) con risposta inadeguata al trattamento con MTX, la mancanza di risposta precoce a tofacitinib è predittiva di una ridotta probabilità di raggiungere la condizione di attività minima di malattia a 6 mesi, stand[...]

Artrite reumatoide, persistenza al trattamento con tocilizumab OK anche in monoterapia

I pazienti con artrite reumatoide (AR) con risposta inadeguata pregressa ad un farmaco biologico rimangono in terapia più a lungo con tocilizumab rispetto ad un farmaco anti-TNF, indipendentemente o meno dall'assunzione concomitante di un DMARDs. Que[...]

Il Collegio dei reumatologi (CReI) ha un nuovo presidente: Angelo De Cata

È il dottor Angelo De Cata il nuovo presidente nazionale del Collegio dei Reumatologi (CReI). Eletto all'unanimità nel corso del XXI Congresso Nazionale a Roma riceve il testimone dal Dott. Stefano Stisi, che ha terminato il suo mandato dopo aver gui[...]

Osteoporosi da glucocorticoidi, denosumab meglio dei bisfofonati per la rimineralizzazione ossea

L'inibitore RANKL denosumab è più efficace del risedronato bifosfonato nell'aumentare la densità minerale ossea (BMD) a livello della colonna lombare nei pazienti che iniziano o proseguono la terapia steroidea. E’ quanto emerso in uno studio internaz[...]

Behcet, studio italiano: bene adalimumab nelle forme a coinvolgimento vascolare

Un ampio studio retrospettivo italiano, pubblicato sulla rivista Arthritis & Rheumatology, ha documentato il vantaggio derivante dall'impiego di un regime di trattamento farmacologico a base di adalimumab nell'indurre un'efficace e rapida risoluzione[...]

Artrite reumatoide e tocilizumab, OK a sospensione trattamento combinazione con MTX

I pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) trattati con tocilizumab (TCZ) sottocute e MTX possono interrompere in tutta sicurezza il trattamento con il DMARDcs, dopo raggiungimento della condizione di ridotta attività di malattia (LDA), senza che [...]

Artrite reumatoide, recidive di malattia post-artroplastica legate ad attività malattia

I pazienti con artrite reumatoide (AR) severa hanno maggiori probabilità di andare incontro a recidive di malattia post-intervento di artroplastica del ginocchio o dell'anca, stando ai risultati di uno studio recentemente pubblicato su Journal of Rhe[...]

Lupus, studio italiano conferma efficacia e sicurezza di belimumab sottocute

Un'analisi post-hoc di un trial multicentrico di Fase 3, che ha visto coinvolta anche l'Italia con l'equipe di ricerca guidata dal prof. Andrea Doria (Unità Operativa Complessa di Reumatologia, Università degli Studi di Padova), ha confermato che bel[...]

Artrite psoriasica, etanercept meglio da solo che in combinazione in pazienti real-world

In pazienti affetti da artrite psoriasica (PsA), il trattamento con etanercept in combinazione con DMARScs non offre benefici clinici rispetto alla monoterapia con l'inibitore di TNF-alfa. Queste le conclusioni di uno studio osservazionale prospettic[...]

Artrite psoriasica, come varia la persistenza al trattamento con farmaci biologici ad un anno?

Stando ai risultati di uno studio di recente pubblicazione sulla rivista Journal of Managed Care & Specialty Pharmacy, la maggior parte dei pazienti con artrite psoriasica (PsA) che inizia un trattamento ex novo con farmaci biologici (inibitori TNF-a[...]

Artrite reumatoide, la flora microbica subgengivale non è differente da popolazione controllo

I profili del microbioma subgengivale nei pazienti con artrite reumatoide (AR) conclamata sono simili a quelli osservati in pazienti con osteoartrosi. La conferma, che raffredda gli entusiasmi suscitati da studi precedentemente pubblicati in letterat[...]

Artrite idiopatica giovanile, quale relazione tra recidive malattia e sospensione farmaci anti-TNF?

Più di un terzo dei pazienti affetti da forme poliarticolari di artrite idiopatica giovanile (AIG) con inattività clinica di malattia sostenuta vanno incontro a recidiva a distanza di 8 mesi dal trattamento con un farmaco anti-TNF. Questo il responso[...]

Lupus, blisibimod centra endpoint secondari (ma non quello primario) in Fase III

Successo a metà per blisibimod, un inibitore del fattore di attivazione delle cellule B: stando ai risultati del trial di Fase 3 CHABLIS-SC1 (Clinical and Health Assessments with Blisibimod SC, Study 1), pubblicato su ARD, il farmaco è risultato ben [...]

Osteoporosi, risposta ai farmaci non cambia se si è diabetici

La risposta al trattamento con farmaci destinati alla terapia dell'osteoporosi (OP), in termini di incremento della BMD e di riduzione del rischio di fratture vertebrali, non sembra essere condizionata dalla comorbilità diabetica. Lo dimostrano i ris[...]

Artrite reumatoide e fratture, i glucocorticoidi sembrano aumentare quelle vertebrali

In pazienti con artrite reumatoide (AR), un impiego più lungo e il ricorso a dosaggi più elevati di glucocorticoidi (GC) sembrano aumentare il rischio di fratture vertebrali, ma non di quelle di femore e di quelle non vertebrali. Queste le conclusion[...]