Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Quali sono le conseguenze della spondilite anchilosante e perchŔ bisogna curarla subito


Spondilite anchilosante: le 5 cose che un paziente deve sapere


SaichelaSA: una campagna web per far conoscere la spondiloartrite anchilosante e come sconfiggerla


Dolore dell'artrosi: efficacia analgesica dei FANS a confronto


Quanto calcio serve per contrastare la osteosarcopenia?


Osteosarcopenia: tutto quello che hai sempre voluto sapere


Osso e muscolo sono interdipendenti e comunicano tra loro


Interazione endocrino-metabolica tra osso e muscolo scheletrico


MaternitÓ e malattie reumatiche: le 5 cose da sapere


Gravidanza non pi¨ un tab¨ per le donne con malattie reumatiche. Al via #anchiomamma


Magna via Francigena, una camminata lunga 180 chilometri per i malati di fibromialgia


I progressi per i malati di fibromialgia per il riconoscimento della malattia


Nella cura della fibromialgia la Cannabis terapeutica funziona?


Una legge in arrivo per il riconoscimento della fibromialgia


Ci sono delle agevolazioni per i pazienti con fibromialgia?


Le ricerche scientifiche dellĺAISF: camera iperbarica, registro sulla Cannabis e nordic walking


Ci sono dei fattori psicologici che predispongono alla fibromiagia?


Fibromialgia: i campanelli di allarme di natura fisica


Per curare la fibromialgia: si possono utilizzare le tecniche di neurostimolazione? PRO e CONTRO


Dobbiamo aspettare la diagnosi di fibrolmialgia secondo i criteri standard o possiamo intervenire prima? PRO e CONTRO


Algodistrofia: le 5 cose da sapere per una cura efficace


Conosciamo meglio l'algodistrofia, quali sono i sintomi, come si diagnostica e come si cura


ARTICOLI

Osteoporosi, raloxifene associato a ridotta mortalitÓ in pazienti post-menopausa con frattura vertebrale

Stando ai risultati di uno studio pubblicato sulla rivista BMC Musculoskeletal Disorders, il trattamento con raloxifene sarebbe in grado di ridurre la mortalitÓ in donne in post-menopausa con fratture vertebrali da osteoporosi.

Rituximab efficace contro la trombocitopenia nel LES e nella malattia di Sjogren

La maggior parte dei pazienti con trombocitopenia secondaria a una malattia autoimmune risponde a rituximab, secondo i risultati di uno studio retrospettivo pubblicato sul Journal of Clinical Rheumatology.

Fibromialgia, i sintomi peggiorano quando manca anche la vitamina D

I risultati di un recente studio condotto in Turchia e presentato durante lo scorso congresso annuale europeo di Reumatologia (EULAR) hanno dimostrato che i pazienti con fibromialgia e deficit di vitamina D avevano una maggiore probabilitÓ di present[...]

Lupus, individuati marker che potrebbero prevenire danno articolare in etÓ pediatrica

Eritema a farfalla o presenza di anticorpi contro proteine ribonucleari (RNP): questi i due marker che potrebbero facilitare l'individuazione di soggetti pediatrici affetti da LES a rischio di sviluppo di artrite, stando ai risultati di uno studio pu[...]

Osteoporosi, riduzione accumulo di ferro utile ai fini della prevenzione e del trattamento

L'epcidina potrebbe essere utile ai fini della prevenzione e del trattamento dell'osteoporosi (OP) in post-menopausa in ragione della sua capacitÓ di controllare i depositi di ferro nell'organismo e in virt¨ dei suoi effetti intrinseci sulla funzione[...]

Lupus, epratuzumab fallisce in due studi di fase III

Brutta notizia per i malati di Lupus eritematoso sistemico (LES). Il farmaco biologico epratuzumab non ha raggiunto gli end point di efficacia in due studio di fase III, dimostrandosi non diverso dal placebo. Il tutolo di UCB, l'azienda belga che sta[...]

Gevokizumab non supera l'endpoint principale in fase III contro l'uveite nella malattia di Behšet

L'anticorpo monoclonale gevokizumab non ha raggiunto l'endpoint principale di aumento del tempo alla prima esacerbazione oculare acuta nello studio di fase III EYEGUARD-B condotto in pazienti con malattia di Behšet che soffrono di uveiti. Lo ha reso [...]

Gotta, allopurinolo non aumenta mortalitÓ alle dosi comunemente impiegate

Il trattamento di pazienti affetti da gotta con allopurinolo non si associa ad un incremento della mortalitÓ per tutte le cause. Queste le conclusioni rassicuranti di uno studio inglese, pubblicato sulla rivista Rheumatology, relative all'impiego di [...]

Osteoporosi: identificati fattori di rischio di insuccesso terapeutico in pazienti affetti anche da artrite reumatoide

Aderenza all'impiego di bifosfonati (BSF), dosaggio giornaliero di glucocorticoidi (GC), immobilizzazione, punteggio DAS28: questi, stando ad uno studio pubblicato sulla rivista Modern Rheumatology, i fattori che dovrebbero essere tenuti in considera[...]

Osteoporosi: ibandronato efficace, indipendentemente dal regime di somministrazione

Non vi sono differenze significative di efficacia di ibandronato nel trattamento dell'osteoporosi (OP), a determinati dosaggi e indipendentemente dal regime di somministrazione. Queste le conclusioni principali di una metanalisi pubblicata online sul[...]

Pubblicato lo speciale PharmaStar del congresso di Reumatologia EULAR

Cosa si trova nello speciale di PharmaStar dedicato all'EULAR? Interviste ai Key opinion leader della reumatologia italiana, news sui nuovi farmaci, approfondimenti sulle patologie reumatiche e sulle pi¨ moderne possibilitÓ di cura, notizie dalle a[...]

Osteoporosi, uricemia potrebbe essere fattore protettivo del metabolismo osseo

L'iperuricemia rappresenta un fattore di rischio per le sindromi metaboliche, le malattie renali e quelle cardiovascolari (1). Inoltre, stando ad alcuni studi, l'acido urico gioca un ruolo importante nello stress ossidativo (2) e quest'ultimo rappres[...]

Spondiloartrite assiale all'esordio, farmaci anti-TNF riducono assunzione concomitante FANS

I pazienti affetti da spondiloartrite all'esordio, in trattamento con farmaci anti-TNF, riducono l'assunzione concomitante di FANS in misura maggiore di quelli non trattati con i farmaci biologici sopra menzionati.

Importanza del calcio urinario nelle donne in post-menopausa con fratture da osteoporosi

Sia la determinazione della calciuria, sia del rapporto calcio/creatinina a digiuno potrebbero facilitare la personalizzazione della terapia che la riduzione del rischio di calcolosi renale nelle donne in post-menopausa con fratture da osteoporosi (O[...]

Osteoporosi, uricemia potrebbe essere fattore protettivo del metabolismo osseo

L'iperuricemia rappresenta un fattore di rischio per le sindromi metaboliche, le malattie renali e quelle cardiovascolari (1). Inoltre, stando ad alcuni studi, l'acido urico gioca un ruolo importante nello stress ossidativo (2) e quest'ultimo rappres[...]

Artrite reumatoide, nuovo test predice successo terapia prescritta

I risultati di uno studio condotto da ricercatori dell'UniversitÓ di Manchester, pubblicato online sulla rivista Arthritis & Rheumatology (1), suggeriscono come sia possibile predire precocemente quali pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) poss[...]

Osteoporosi e menopausa, impiego farmaci SSRI aumenta rischio frattura

I risultati di uno studio pubblicato online ahead-of-print sulla rivista Injury Prevention (1) hanno dimostrato che il ricorso a farmaci antidepressivi appartenenti alla classe degli inibitori selettivi della ricaptazione di serotonina (SSRI) sembra [...]

Artrite idiopatica giovanile, transizione cura in reparti per adulti aumenta il numero di drop-out

Stando ai risultati di un lavoro presentato nel corso del congresso EULAR, il processo di transizione dell'assistenza di pazienti affetti da artrite idiopatica giovanile (JIA) da reparti pediatrici a reparti per adulti non si accompagna ad un increme[...]

Identificati nuovi criteri per la safety del vaccino contro la varicella in bambini immunocompromessi

Stando ai risultati di uno studio condotto da ricercatori tedeschi e presentato nel corso del congresso EULAR, il vaccino contro la varicella potrebbe essere efficace e sicuro anche in bambini affetti da malattie reumatologiche pediatriche, in terapi[...]

Vaccino contro epatite B inefficace nei pazienti con artrite reumatoide

I risultati di uno studio presentato nel corso del Congresso EULAR hanno mostrato come i pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) abbiano minori chances di protezione con un vaccino contro l'epatite B, rispetto alla popolazione generale