Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Conosciamo il professor Maurizio Rossini, il nuovo presidente della SIOMMMS


Siommms, bilancio dei due anni di presidenza 2017-2019


Premio alla carriera del professor Ranuccio Nuti


Le attività del gruppo YES! della SIOMMMS: un caso clinico multidisciplinare


Osteoporosi severa, si aprono nuove possibilità di cura con il romosozumab


Che cos’è l’ipofosfatemia legata al cromosoma X


Ipofosfatemia legata al cromosoma X, che cos’è e come funziona burosumab


Conosciamo la Sindrome di Ehlers-Danlos


Alendronato, è una molecola ancora attuale per la terapia dell'osteoporosi?


Osteoporosi: meglio terapia sequenziale o combinata?


Linee guida della SIOMMMS sulla vitamina D: le 5 principali novità


Osteoporosi, come stimare il rischio di frattura?


Quali sono le complicanze scheletriche del diabete?


I temi caldi della seconda edizione del congresso nazionale G.E.O.D.E.I.T


Terapia dell'artrite reumatoide, come agiscono le small molecules?


Farmaci inibitori del TNF, il loro utilizzo oggi in artrite reumatoide


Bisfosfonati, utilizzo nell’osteoartrosi e in altre patologie


Edemi ossei nella patologia ossea, caratteristiche cliniche e manifestazioni


Prevenzione delle fratture, importanza della valutazione istomorfometrica


Densitometria ossea, utilizzo oggi e nuove frontiere


Vitamina D e calcio in soggetti con osteoporosi, chi e quando trattare


Edemi ossei nell’osteoartrosi, quando usare la terapia sistemica


ARTICOLI

Osteoporosi maschile: zoledronato riduce il rischio di fratture

Novità positive per l'osteoporosi maschile: uno studio di recente pubblicazione su NEJM ha dimostrato come l'assunzione di zoledronato si associ ad una riduzione del rischio di insorgenza di nuove fratture vertebrali pari al 67% rispetto all'assunzio[...]

Le terapia alternative e complementari migliorano la vita dei pazienti con artrite

Secondo uno studio pubblicato sul fascicolo di novembre della rivista Journal of Clinical Nursing, un paziente su quattro affetto da artrite reumatoide (AR) è ricorso alle terapie alternative e complementari (TAC) come ausilio nella gestione della ma[...]

Conferme sull'impiego di metotrexato nell'artrite reumatoide

Uno studio di recente pubblicazione aggiunge nuove evidenze, in termini di incremento della sopravvivenza, a supporto dell'impiego di metotrexato nei pazienti affetti da artrite reumatoide (AR).

Biologici nell'Ar, nessun rischio aggiuntivo di mortalità

La terapia con farmaci anti-TNFα non è associata ad un incremento della mortalità nei pazienti affetti da malattie autoimmuni. E' questa la conclusione principale di uno studio condotto da un'equipe di ricercatori del Kaiser Permanente di Oaklan[...]

Il tipo di anestesia influenza gli esiti di artroplastica bilaterale del ginocchio

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Regional Anesthesia and Pain Medicine, il ricorso all'anestesia neuroassiale rispetto a quella generale ridurrebbe la necessità di trasfusioni di sangue nei pazienti che vanno incontro ad artroplastica bila[...]

Ricreata cartilagine in laboratorio a partire da cellule staminali pluripotenti indotte

A pochi giorni dall'attribuzione del Premio Nobel per la Medicina al dr. Yomanaka dell'Università di Kyoto per i suoi studi sulla creazione di cellule staminali pluripotenti a partire da cellule somatiche adulte riprogrammate mediante tecniche di ing[...]

Bifosfonati non aumentano il rischio di tumore all'esofago

I bifosfonati non sono associati a un aumento del rischio di sviluppare il cancro all'esofago. Lo dimostra uno studio presentato in occasione del Congresso annuale dell'American College of Gastroenterology.

Miotonie non distrofiche: meno rigidità con un comune antiaritmico

Secondo uno studio preliminare di recente pubblicazione sulla rivista JAMA, l'impiego di un comune antiaritimico, mexiletina, sarebbe in grado di migliorare la rigidità muscolare riferita dai pazienti affetti da miotonie non distrofiche, un gruppo di[...]

Osteoporosi, formulazione orale di paratormone migliora la densità minerale ossea

Risultati incoraggianti provenienti dall'impiego di una formulazione sperimentale orale del frammento 1-31 di paratormone sono stati presentati nel corso del Congresso annuale dell'American Society for Bone and Mineral Research. Tali risultati, se co[...]

Osteoporosi, denosumab e teriparatide meglio della monoterapia sulla DMO

Secondo uno studio presentato al congresso annuale dell'American Society for Bone and Mineral Research, l'associazione terapica di denosumab, un farmaco anti-riassorbimento osseo di recente approvazione, con teriparatide, agente osteoformativo, sareb[...]

FRAX meno efficace di altri strumenti nello screening dell'osteoporosi

L'algoritmo FRAX si è dimostrato meno efficace nell'identificazione delle donne più giovani in postmenopausa a rischio di osteoporosi rispetto ad altri due strumenti di valutazione, SCORE e OST, in uno studio americano presentato al congresso dell'Am[...]

Osteoporosi, allarme fratture: “evitare l'effetto domino”

Serve giocare d'anticipo e scegliere bene le carte preventive per vincere la partita contro l'osteoporosi e le fratture da fragilità ossea che ne sono la principale conseguenza. Se ne parla oggi a Milano insieme ai maggiori esperti in materia, in occ[...]

No rischi per il cuore nelle donne che prendono il calcio per le ossa

Dal congresso dell'American Society for Bone and Mineral Research (ASBMR), terminato da poco a Minneapolis, arrivano buone notizie per il cuore delle donne che prendono integratori a base di calcio, prescritti per la salute delle ossa. L'assunzione d[...]

Ca e vitamina D dopo la menopausa possono ridurre il rischio di fratture all'anca

L'uso di integratori di calcio e vitamina D può ridurre il rischio di fratture vertebrali ma non di altri outcome avversi, stando ai risultati del follow-up a lungo termine del Women's Health Initiative Calcium plus Vitamin D Supplementation Trial (W[...]

Maggior rischio di fratture all'anca negli anziani con gli ipnotici non benzodiazepinici

Gli anziani residenti in case di riposo che prendono ipnotici non benzodiazepinici come zolpidem, eszopiclone e zaleplon per trattare l'insonnia hanno un rischio aumentato del 70% di fratture all'anca. È quanto emerge da uno studio appena presentato [...]

Romosozumab promette bene in fase II contro l'osteoporosi

Durante il congresso dell'American Society for Bone and Mineral Research (ASBMR), appena terminato Minneapolis, sono stati presentati i risultati molto promettenti di uno studio di fase II su romosozumab, un nuovo anticorpo monoclonale testato come t[...]

Fratture all'anca, rischio più alto negli anziani che iniziano a prendere gli antipertensivi

I pazienti anziani che iniziano una terapia antipertensiva, specie con i betabloccanti e gli ACE-inibitori, sono a rischio aumentato di frattura all'anca. A dirlo è un gruppo di ricercatori canadesi che ha presentato i risultati di un ampio studio os[...]

Odanacatib migliora la densità minerale ossea

In uno studio di fase II la terapia con odanacatib, inibitore della catepsina, ha determinato un significativo aumento della densità minerale ossea in donne precedentemente trattate con bifosfonati. I dati del trial sono stati resi noti durante il 3[...]

ANMAR, appello alle istituzioni: “muovetevi, i malati reumatici non possono aspettare”

La vita di un malato reumatico è tutta in salita. Dai piccoli gesti quotidiani alle grandi imprese: ogni movimento è fonte di dolore se non addirittura impossibile. Eppure il movimento è vita, ecco perchè l'Associazione Nazionale Malati Reumatici onl[...]

APMAR, al via campagna di sensibilizzazione sulle malattie reumatiche

“Difficile come bere un bicchiere d'acqua”. E' questo il nome della campagna di sensibilizzazione A.P.MA.R., Associazione Persone con Malattie Reumatiche - quasi un grido - lanciata in occasione della Giornata Mondiale delle malattie reumatiche che s[...]