Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Quanto sono sottoutilizzati i farmaci biotecnologici in reumatologia? Risultati di ricerca italiana


Farmaci biotecnologici sottoutilizzati in reumatologia: cosa ne pensano i pazienti


Perché i farmaci biotecnologici sono sottoutilizzati in reumatologia?


Farmaci biotecnologici sottoutilizzati in reumatologia: ruolo dei biosimilari


Nefrite lupica: efficacia a confronto di ciclosporina, azatioprina e micofenolato


Importanza del regime alimentare nelle malattie reumatologiche e muscolo-scheletriche


Artrite reumatoide ed eventi avversi cardiovascolari: prevalenza e fattori predittivi


Sindrome da attivazione macrofagica, primi dati con emapalumab


Vacanza terapeutica dai bisfosfonati: trend temporali e fattori associati a sospensione


Novità in reumatologia pediatrica emerse dal congresso Eular 2019


Variazioni marker del metabolismo osseo dopo interruzione della terapia con denosumab


La ricerca in reumatologia pediatrica: attualità e prospettive


Il vissuto del paziente reumatologico: come impatta la malattia sulla qualità della vita?


Laboratori del benessere in reumatologia: bilancio primo ciclo di incontri


Reumatologia, Annamaria Iagnocco prima italiana eletta alla presidenza dell'Eular


Malattie reumatiche pediatriche, premio alla carriera al Prof. Alberto Martini


Reumatologia, per migliorare l'assistenza serve una rete di centri regionali


Sclerosi sistemica, nintedanib dimezza il declino della funzionalità polmonare


Spondilite anchilosante, per secukinumab arrivano anche le conferme a lungo termine


Artrite reumatoide, per upadacitinib conferme cliniche anche dai dati a lungo termine


Artrite reumatoide, conferme dalla vita reale per l'uso di certolizumab nelle donne in età fertile


Terapia infiltrativa intra articolare, ruolo nella cura dell'artrosi


ARTICOLI

Artrite reumatoide, tocilizumab permette di risparmiare corticosteroidi

Il trattamento con tocilizumab permette a molti pazienti con artrite reumatoide di ridurre le dosi di corticosteroidi. A segnalarlo è uno studio multicentrico osservazionale di tipo retrospettivo, opera di un gruppo francese, pubblicato di recente on[...]

Artrite psoriasica, i pazienti cambiano farmaco in fretta, a favore dei biologici

Qualunque sia il trattamento scelto per un paziente a cui è stata appena diagnosticata un’artrite psoriasica, probabilmente non durerà più di un paio di mesi. È questo è il risultato di un ampio studio retrospettivo che ha coinvolto quasi 5000 pazien[...]

Biosimilare di adalimumab sviluppato da Amgen centra l'end point in fase III

Amgen ha reso noto che il biosimilare sperimentale noto con il codice ABP 501 ha raggiunto l'endpoint primario di equivalenza rispetto ad adalimumab originator in uno studio di fase III condotto in pazienti con psoriasi a placche da moderata a severa[...]

Artrite reumatoide, buona efficacia a lungo termine in fase II per tabalumab

L'anticorpo monoclonale anti-BAFF tabalumab si è dimostrato efficace in uno studio multicentrico di fase II su pazienti con artrite reumatoide, nei quali ha mostrato di ridurre l'attività della malattia e migliorare la funzionalità articolare. Il lav[...]

Rituximab in artrite reumatoide e lupus: come personalizzare il trattamento

Come varia la risposta clinica con rituximab? Quali le evidenze che influenzano la farmacocinetica, la farmacodinamica, la risposta biologica e la risposta clinica di questo farmaco? Quale la variabilità in termini di deplezione e ripopolazione di li[...]

Tromboembolismo venoso, rischio aumentato se si assumono Fans

I farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) possono quasi raddoppiare il rischio di tromboembolismo venoso (Tev), inclusa la trombosi venosa profonda e l'embolia polmonare. Sono le conclusioni di una revisione sistemica pubblicata di recente su Rh[...]

Artrite reumatoide, aumentato rischio di morte con infezioni da micobatteri non tubercolari

Nei pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) sono molto più probabili le infezioni da micobatteri non tubercolari, e tali infezioni sono associate a un aumentato rischio di morte. Sono le conclusioni di un recente studio pubblicato su Chest.

Lupus, alt allo sviluppo di tabalumab dopo fallimento di due studi di fase III

La compagnia farmaceutica Eli Lilly & Co. oggi ha annunciato che interromperà lo sviluppo di tabalumab, un farmaco in fase di studio per il trattamento del lupus eritematoso sistemico (LES , comunemente noto come lupus). La decisione è stata presa a[...]

Fibromialgia, sicuro ed efficace prendere pregabalin e antidepressivi

I pazienti con fibromialgia possono essere tranquillamente trattati con l'anticonvulsivante pregabalin per alleviare il dolore e contemporaneamente essere trattati per la depressione. A dimostrarlo è uno studio randomizzato presentato durante i lavor[...]

Spondilite anchilosante, approccio su misura per ridurre l'anti-TNF funziona e costa meno

Una volta raggiunto uno stato di bassa attività della malattia, utilizzare un approccio su misura per ridurre gradualmente le dosi di farmaci anti-TNF nei pazienti con spondilite anchilosante permette di risparmiare denaro senza sacrificare l'efficac[...]

Anakinra promettente contro la pericardite ricorrente e resistente

L'antagonista del recettore dell'interleuchina-1 anakinra si è dimostrato un trattamento efficace per gli adulti con pericardite idiopatica ricorrente e resistente in uno studio preliminare su 10 pazienti pubblicato di recente su Annals of the Rheuma[...]

Secukinumab bene in fase III nell'artrite psoriasica

L'anticorpo monoclonale anti-IL17A secukinumab ha centrato tutti i bersagli primari e secondari negli studi FUTURE 1 e FUTURE 2, due trial multicentrici di fase III che hanno coinvolto in totale più di 1000 pazienti con artrite psoriasica. A darne no[...]

Maggior rischio di fratture con SSRI e ipnotici nell'anziano

L'uso di farmaci ipnotici per combattere l'insonnia e quello degli antidepressivi della classe degli inibitori della ricaptazione della serotonina (SSRI) sono entrambi associati a un aumento del rischio di fratture osteoporotiche e dell'anca nelle do[...]

Artrite psoriasica, possibile prevedere la risposta ai biologici con un gruppo di marker

Un insieme di biomarker che misura simultaneamente l'espressione di 57 proteine del tessuto sinoviale potrebbe essere utilizzato per prevedere quali pazienti affetti da artrite psoriasica (AP) potrebbero rispondere agli inibitori del fattore di necro[...]

Lupus e gravidanza, belimumab non riduce il numero di nascite

ll tasso di nascite di bambini vivi tra le donne trattate con belimumab per curare il lupus eritematoso sistemico (LES) non è sostanzialmente inferiore a quello delle donne affette dalla malattia che non assumono il biologico. A rivelarlo è un lavoro[...]

Romosozumab, nuovi dati confermano l’efficacia nell'osteoporosi postmenopausale

Al Congresso annuale dell’American Society for Bone and Mineral Research (ASBMR), appena conclusosi a Huston in Texas, sono state presentate alcune analisi di uno studio di fase II che ha valutato l’efficacia dell’anticorpo monoclonale romosozumab ne[...]

Fratture del femore, in calo le ospedalizzazioni nelle donne tra i 65 e 74 anni

Negli ultimi dieci anni si è registrato un dato incoraggiante nell’incidenza delle fratture del femore. Il dato riguarda le donne di età compresa tra 65-74 anni, in cui è stata osservata una tendenza al ribasso, riguardo questo problema, con una dimi[...]

Denosumab, buoni risultati contro la perdita ossea

Il denosumb ripristina la perdita di osso corticale e riduce il rischio di frattura. Questo e altri risultati derivano da numerose analisi esplorative sulla valutazione dell'impatto a lungo termine del trattamento con tale molecola nelle donne in pos[...]

Osteoporosi, odanacatib bene in fase III, sicurezza da confermare

La compagnia farmaceutica americana Merck & Co. ha annunciato che odanacatib, il suo farmaco sperimentale inibitore della catepsina K, ha raggiunto gli endpoint primari di efficacia in uno studio di fase III condotto in donne in postmenopausa con ost[...]

Bifosfonati, la “vacanza dal farmaco” non aumenta il rischio di frattura

Le donne che prendono una drug holiday, cioè “vacanza dal farmaco” per un anno o più, dopo 3 o più anni di esposizione ai bifosfonati, non mostrano un aumento del rischio di fratture da fragilità correlate all'osteoporosi o di fratture dell'anca ris[...]