Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Quanto sono sottoutilizzati i farmaci biotecnologici in reumatologia? Risultati di ricerca italiana


Farmaci biotecnologici sottoutilizzati in reumatologia: cosa ne pensano i pazienti


Perché i farmaci biotecnologici sono sottoutilizzati in reumatologia?


Farmaci biotecnologici sottoutilizzati in reumatologia: ruolo dei biosimilari


Nefrite lupica: efficacia a confronto di ciclosporina, azatioprina e micofenolato


Importanza del regime alimentare nelle malattie reumatologiche e muscolo-scheletriche


Artrite reumatoide ed eventi avversi cardiovascolari: prevalenza e fattori predittivi


Sindrome da attivazione macrofagica, primi dati con emapalumab


Vacanza terapeutica dai bisfosfonati: trend temporali e fattori associati a sospensione


Novità in reumatologia pediatrica emerse dal congresso Eular 2019


Variazioni marker del metabolismo osseo dopo interruzione della terapia con denosumab


La ricerca in reumatologia pediatrica: attualità e prospettive


Il vissuto del paziente reumatologico: come impatta la malattia sulla qualità della vita?


Laboratori del benessere in reumatologia: bilancio primo ciclo di incontri


Reumatologia, Annamaria Iagnocco prima italiana eletta alla presidenza dell'Eular


Malattie reumatiche pediatriche, premio alla carriera al Prof. Alberto Martini


Reumatologia, per migliorare l'assistenza serve una rete di centri regionali


Sclerosi sistemica, nintedanib dimezza il declino della funzionalità polmonare


Spondilite anchilosante, per secukinumab arrivano anche le conferme a lungo termine


Artrite reumatoide, per upadacitinib conferme cliniche anche dai dati a lungo termine


Artrite reumatoide, conferme dalla vita reale per l'uso di certolizumab nelle donne in età fertile


Terapia infiltrativa intra articolare, ruolo nella cura dell'artrosi


ARTICOLI

Artrite psoriasica, spesso i pazienti cambiano terapia o la interrompono

Uno studio appena pubblicato su online su Arthritis Research and Therapy suggerisce che i pazienti con artrite psoriasica che cominciano a prendere farmaci antireumatici che modificano la storia naturale della malattia (DMARD) convenzionali o meno sp[...]

Artrite reumatoide, meno dolore e affaticamento se si raggiunge un ‘controllo completo della malattia’

Un'analisi retrospettiva dei dati di tre studi randomizzati su adalimumab più metotressato per il trattamento dell'artrite reumatoide, pubblicata di recente su Annals of the Rheumatic Diseases, mostra che i pazienti in cui si era raggiunto un ‘contro[...]

Gonartrosi lieve, nessun beneficio con la chirurgia artroscopica

La chirurgia artroscopica per il trattamento delle lesioni meniscali degenerative nei pazienti con osteoartrosi lieve del ginocchio non ha alcun beneficio né sulla riduzione del dolore, né sul piano della funzionalità articolare. Lo evidenzia una met[...]

Artrite reumatoide, ancora troppi i bias di pubblicazione

Gli studi randomizzati su trattamenti per l'artrite reumatoide con risultati positivi hanno, tuttora, più probabilità di essere pubblicati rispetto a quelli con esito negativo, nonostante l'istituzione del registro ClinicalTrials.gov. È la conclusion[...]

Artrite reumatoide, efficace la strategia ‘treat to target’ con tocilizumab

Una strategia ‘treat-to-target’ con l'anticorpo monoclonale tocilizumab avente come obiettivo la remissione clinica ha permesso a molti pazienti con artrite reumatoide di mantenere la remissione anche una volta sospeso il farmaco, e ad alcuni di sosp[...]

Tofacitinib in AR, l'effetto sul rene dipende dall'azione anti-infiammatoria.

L'aumento dei livelli sierici di creatinina osservato nei pazienti con artite reumatoide (AR) trattati con tofacitinib è “scarso, reversibile e raggiunge rapidamente il plateau”.

Insuccesso della terapia fisica nell'osteoartrosi dell'anca

Quarantasei i pazienti inclusi in uno studio clinico randomizzato e controllato; di questi ben 19 (41%) ha riportato un peggioramento del dolore all'anca o alla schiena dopo il trattamento. Nel gruppo sottoposto a placebo, solo 7 su 49 pazienti (14%)[...]

Sclerodermia, bene rituximab nella pratica clinica

Buone notizie dall'utilizzo di rituximab nel trattamento della sclerodermia. Il registro noto come European Scleroderma Trial and Research (EUSTAR) ha infatti osservato che i pazienti in terapia con rituximab miglioravano significativamente in termin[...]

Come si cura l'artrite reumatoide nel periodo perioperatorio?

L'arma vincente per prendersi cura di un'artrite reumatoide prima e dopo un intervento chirurgico è l'approccio multidisciplinare. La valutazione del rischio cardiovascolare prima dell'intervento chirurgico è di importanza vitale, se consideriamo l'e[...]

Artrite reumatoide, le statine non pregiudicano la risposta a rituximab

Le statine non sembrano compromettere in modo significativo la risposta a rituximab nei pazienti affetti da artrite reumatoide. A suggerirlo è uno studio retrospettivo - un’analisi di quattro lavori controllati e randomizzati - pubblicato di recente [...]

Psoriasi, l'anti-IL/17 ixekizumab bene in fase III

Ixekizumab, un nuovo anticorpo monoclonale anti-IL17 sviluppato da Eli Lilly come trattamento anti-psoriasi si è dimostrato superiore a etanercept e al placebo contro le lesioni cutanee negli studi registrativi del programma UNCOVER, tre studi di fas[...]

Artrite reumatoide e ca al seno, non c'è più rischio di recidiva con gli anti-TNF

Le donne affette da artrite reumatoide e che hanno avuto un cancro al seno non hanno mostrato alcun aumento del rischio di recidiva se trattate con farmaci inibitori del fattore di necrosi tumorale (TNF) in uno studio di popolazione di autori svedesi[...]

Artrite psoriasica, outcome peggiori se ci sono anticorpi anti-adalimumab

Nei pazienti affetti da artrite psoriasica trattati con adalimumab, il monitoraggio dei livelli sierici del biologico e della comparsa di anticorpi diretti contro il farmaco (ADA), potrebbe essere il prossimo passo avanti per migliorare gli outcome. [...]

Tossicità epatica da MTX più probabile nell'anziano se obeso, con il colesterolo alto e comorbilità

I pazienti anziani naive al metotressato (MTX) possono avere un rischio fino al 90% di aumento degli enzimi epatici entro pochi mesi dall'inizio dell'assunzione del farmaco se sono obesi, hanno il colesterolo alto non trattato e altre comorbilità, as[...]

Gotta, bene in fase III lesinurad in aggiunta ai farmaci standard

Lesinurad, un inibitore selettivo del riassorbimento dell'acido urico che blocca il trasportatore dell'acido urico URAT1, ha permesso di aumentare notevolmente il numero di pazienti che raggiungono i valori target di uricemia, in combinazione con uno[...]

Artrite psoriasica, nuove linee guida: via i DMARD convenzionali per l'entesite

Stando a quanto riportato in una bozza di nuove linee guida in preparazione, i DMARD convenzionali non saranno inclusi tra i trattamenti accettabili per l'entesite legata all'artrite psoriasica. “L'unico studio controllato su un DMARD come trattament[...]

Spondilite anchilosante, gli anti-TNF possono aumentare la densità ossea

Gli inibitori del fattore di necrosi tumorale (TNF) alfa sono in grado non solo di prevenire la perdita di massa ossea nei pazienti affetti da spondilite anchilosante, ma possono anche aumentare la densità minerale ossea (BMD). A suggerirlo sono i ri[...]

Artrite reumatoide, gli anti-TNF non compromettono la risposta ai vaccini contro influenza e polmonite

Nei pazienti con artrite reumatoide, un DMARD convenzionale come il metotrexato (MTX) e l'anticorpo anti-CD20 rituximab sembrano attenuare la risposta alle vaccinazioni comuni (antinfluenzale e antipenumococcica) nei pazienti con artrite reumatoide, [...]

Spondilite anchilosante, prima si inizia l'anti-TNF, meglio è

Nei pazienti con spondilite anchilosante, iniziare tardi il trattamento con gli inibitori del fattore di necrosi tumorale si associa a un rischio più che raddoppiato di peggioramento radiografico, stando agli ultimi risultati di uno studio multicentr[...]

Gotta, rilonacept sicuro ed efficace in fase III nel ridurre il rischio di riacutizzazioni

Il trattamento con rilonacept è sicuro ed efficace nella prevenzione delle riattivazioni della gotta in pazienti che iniziano la terapia ipouricemizzante o sono già sottoposti a tale terapia. A evidenziarlo sono i risultati dello studio RESURGE, un t[...]