Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

I temi caldi della seconda edizione del congresso nazionale G.E.O.D.E.I.T


Terapia dell'artrite reumatoide, come agiscono le small molecules?


Farmaci inibitori del TNF, il loro utilizzo oggi in artrite reumatoide


Bisfosfonati, utilizzo nell’osteoartrosi e in altre patologie


Edemi ossei nella patologia ossea, caratteristiche cliniche e manifestazioni


Prevenzione delle fratture, importanza della valutazione istomorfometrica


Densitometria ossea, utilizzo oggi e nuove frontiere


Vitamina D e calcio in soggetti con osteoporosi, chi e quando trattare


Edemi ossei nell’osteoartrosi, quando usare la terapia sistemica


Rimodellamento periprotesico, cosa si intende?


Il ruolo del citrato nella salute ossea


Fratture ossee, prevenzione attraverso il denosumab


Fratture vertebrali, fattori di rischio ed epidemiologia


Prevenzione delle fratture, il ruolo dei farmaci neoformatori


Cosa si intende per rimodellamento osseo?


Algodistrofia, studio italiano conferma l'efficacia del neridronato anche per via intramuscolare


I biosimilari e i farmaci biologici “originator”: a che punto siamo nel 2019?


Arterite di Takayasu: definizione, diagnosi e trattamento


Artrite psoriasica: una patologia complessa con un trattamento dalle diverse sfaccettature


Come influisce la gravidanza sul corso naturale di malattia lupica e viceversa


Lupus: le novità della classificazione


Malattie infiammatorie intestinali: importanza della gestione multidisciplinare con il gastroenterologo


ARTICOLI

Dialogo costruttivo per i malati reumatici, l'appello di Antonella Celano al Ministro Giulia Grillo. #EULAR2018

“Ci aspettiamo che il nuovo Ministro, oltre che ad una ventata di novità, attraverso le sue esperienze, la sua professionalità e le sue conoscenze, possa condurre la Sanità italiana ai massimi livelli di eccellenza. Auguro a Giulia Grillo di lavorare[...]

Artrite reumatoide, trattamento precoce e intensivo mantiene efficacia nel lungo termine #EULAR2018

L'adozione di un trattamento precoce e intensivo, effettuata in pazienti con artrite reumatoide (AR), si associa a benefici a lungo termine, quali la normalizzazione della mortalità a livelli consistenti con la popolazione generale. Questi i risultat[...]

Reumatologia, SIR: “I biosimilari? Una risorsa ma va lasciata la libertà prescrittiva allo specialista”. #EULAR2018

“In Europa, ogni anno spendiamo 200 miliardi di euro per l’assistenza socio-sanitarie ai malati reumatici. Oltre 4 miliardi l’anno solo in Italia. Si tratta di malattie in netta crescita in tutto il continente. L’obiettivo deve essere quello di incre[...]

EULAR ridefinisce i propri obiettivi strategici per il prossimo quinquennio #EULAR2018

Presentati, nel corso della conferenza stampa di apertura dei lavori del congresso EULAR 2018, che quest'anno si tiene ad Amsterdam, gli obiettivi della strategia quinquennale di azione che la società scientifica europea intende perseguire nel prossi[...]

Sclerosi sistemica diffusa cutanea, dati promettenti in Fase 2 per lenabasum #EULAR2018

Lenabasum, agonista selettivo del recettore dei cannabinoidi di tipo 2, ha mantenuto efficacia e sicurezza in pazienti con sclerosi sistemica diffusa cutanea (dcSSc) nella fase di estensione in aperto di un trial di Fase II sul suo impiego. Queste le[...]

Spondiloartrite periferica all'esordio, golimumab induce remissione sostenuta

I pazienti con spondiloartrite (Spa) periferica all'esordio, sottoposti a trattamento di induzione con farmaco anti-TNF (golimumab) mostrano tassi elevati di remissione clinica sostenuta. Inoltre, un pazienti trattato su due è stato in grado di raggi[...]

Artrite psoriasica, risultati promettenti in fase 2 per guselkumab

Pubblicati su Lancet i risultati di un trial di Fase 2 secondo i quali guselkumab, un anticorpo monoclonale anti-IL 23, sarebbe in grado di migliorare sia la sintomatologia articolare che quella cutanea in pazienti artrite psoriasica attiva. Tali ris[...]

Artrite reumatoide, upadacitinib efficace in fase 3 anche in monoterapia

Abbvie ha reso noti, con un comunicato stampa, i risultati preliminari del quinto studio registrativo di fase 3 sull'impiego di upadacitinib nell'artrite reumatoide (AR) – lo studio SELECT-EARLY – dai quali è emerso il soddisfacimento degli endpoint [...]

Gotta e fratture, c'è correlazione?

Notizie rassicuranti per i pazienti affetti da gotta: stando ai risultati di uno studio recentemente pubblicato su the Canadian Medical Association Journal, la malattia non sembra essere associata ad un incremento del rischio fratturativo. Inoltre, a[...]

Sindromi autoimmunitarie da Febbre periodica rispondono bene a canakinumab, studio italiano

Canakinumab, anticorpo monoclonale anti-IL1, mostra un'efficacia significativamente superiore al placebo nel trattamento di 3 distinte sindromi autoimmunitarie da Febbre periodica – Febbre Mediterranea Familiare resistente/intollerante alla colchici[...]

Artrite psoriasica, filgotinib efficace in Fase 2

Annunciati da Gilead Sciences Inc. e Galapagos NV i risultati di EQUATOR, un trial randomizzato e controllato vs. placebo di fase 2 sull'impiego di filgotinib, inibitore sperimentale di Jak1 chinasi. Lo studio, condotto in 131 pazienti con PsA severa[...]

Artrite reumatoide, outcome migliori se si persegue l'obiettivo remissione anziché la ridotta attività di malattia

L'utilizzo del target terapeutico “remissione” in luogo di quello della “ridotta attività di malattia” (LDA) potrebbe essere da preferire nel trattamento dell'artrite reumatoide, stando ai risultati di uno studio di recente pubblicazione su RMD Open[...]

Osteoporosi, promossa sequenza anabolici-monoterapia denosumab in pazienti a rischio elevato frattura

In pazienti con osteoporosi e a rischio elevato frattura, precedentemente non trattati, il ricorso ad una strategia di trattamento basata sull'impiego di agenti anabolici, seguiti da monoterapia con denosumab, può minimizzare l'esposizione farmacolog[...]

Malattia IgG4-correlata, induzione remissione meno comune con glucocorticoidi in monoterapia

Il mancato raggiungimento della condizione di remissione si verifica in una proporzione significativamente più elevata di pazienti con malattia IgG4-correlata, in trattamento monoterapico con glucocorticoidi, rispetto a quelli trattati con GC e farma[...]

Artrite reumatoide, comorbilità psichiatriche pregiudicano riduzione posologia anti-TNF

Salute mentale, astenia e funzione fisica tendono aumentano la probabilità di andare incontro a recidive di artrite reumatoide (AR) in presenza di una strategia di riduzione graduale della posologia degli anti-TNF utilizzati per il trattamento della [...]

Osteoporosi, preoccupa il rischio di frattura durante la sospensione della terapia con bifosfonati

Circa il 15% dei pazienti con osteoporosi che sospendono l'uso di bifosfonati, prendendosi una "vacanza terapeutica" consigliata ai soggetti con rischio ridotto di frattura, sperimenta fratture durante questo intervallo, con un picco di rischio duran[...]

Artrite reumatoide, rischio infezioni invariato in neonati esposti in utero a farmaci anti-TNF

Nuovi dati rassicuranti per le mamme in attesa affette da artrite reumatoide (AR) provengono da uno studio di recente pubblicazione su Arthritis & Rheumatology: il rischio di infezioni serie, documentate nel primo anno di vita di neonati partoriti da[...]

Artrite reumatoide, i benefici di sarilumab si estendono fino a 2 anni

Sarilumab, somministrato sottocute, è efficace sull'attività di malattia rispetto al placebo in modo simile rispetto al placebo indipendentemente dalla posologia iniziale utilizzata in pazienti affetti da artrite reumatoide e con progressione radiogr[...]

Osteoporosi, con romosozumab benefici sulla densità ossea maggiori nei primi 12 mesi

In donne in postmenopausa con ridotta massa ossea, i benefici di romosozumab sull'aumento della densità minerale ossea (BMD) nel secondo anno di trattamento sono inferiori rispetto al primo anno. Questi i risultati dell'estensione di uno studio di Fa[...]

Osteoporosi, studio real world dimostra potenziale cardioprotettivo per alendronato

L'impiego di alendronato in pazienti con frattura all'anca si associa anche ad una riduzione significativa della mortalità CV, dell'incidenza di infarto del miocardio e di ictus. E' quanto dimostrano i risultati di uno studio retrospettivo di coorte,[...]